Lunedì, 20 Maggio 2019 15:26

Agguato contro l’armiere del boss Pantaleone Mancuso “l'Ingegnere”

Scritto da Redazione
Letto 1027 volte

I carabinieri di Vibo Valentia sono al lavoro per cercare di fare luce su quanto avvenuto nella tarda serata di ieri a Nao, frazione di Ionadi, nel Vibonese, dove almeno tre persone avrebbero sparato circa trenta colpi d’arma da fuoco contro l’abitazione di Domenic Signoretta, 45enne ritenuto dagli inquirenti l’armiere del boss Pantaleone Mancuso, alias “l’Ingegnere”.

Signoretta, sottoposto agli arresti domiciliari, è riuscito miracolosamente a salvarsi nascondendosi dietro un muretto.

Secondo una prima ricostruzione, i killer erano nascosti in un siepe da dove, appena l’obiettivo è uscito da casa, gli avrebbero scaricato contro una vera e propria pioggia di proiettili.

Le indagini sono portate avanti dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia e del Reparto operativo, coordinati sia dalla Dda di Catanzaro che dalla Procura di Vibo.

Considerata la caratura criminale di Signoretta, non è da escludere l’esplosione di una nuova guerra di ‘ndrangheta nel Vibonese.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno