Giovedì, 08 Novembre 2018 16:52

Da Filandari alle Serre, è mistero sulla scomparsa di due persone nel Vibonese

Scritto da Redazione
Letto 2039 volte

Ancora silenzio assoluto attorno a due casi di scomparsa, riconducibili sicuramente a dinamiche diverse per come sono maturati, ma che hanno interessato in queste ultime settimane il Vibonese. Si tratta di due casi slegati uno dall’altro per i quali comunque al momento gli inquirenti non hanno fatto emergere nuovi particolari. Il primo caso riguarda il giovane Francesco Vangeli, residente assieme al resto della sua famiglia a “Scaliti” di Filandari. Del 26enne si sarebbe persa ogni traccia dalla sera del 9 ottobre scorso, quando attorno alle 22 il ragazzo era uscito di casa per non fare più ritorno. Impegnato nell’azienda di famiglia operante nel settore del ferro battuto, Francesco è un ragazzo considerato estraneo a qualsiasi ambiente criminale, anzi, chi lo conosce, lo descrive come una persona seria e a modo, dedita al lavoro e alla famiglia. E allora perché è scomparso Francesco? Chi lo ha fatto sparire? Interrogativi irrisolti per la Procura di Vibo Valentia e la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, ma si fa sempre più concreto il timore che possa trattarsi di un caso di “lupara bianca”.

Il secondo caso di scomparsa, come già detto, frutto di una dinamica completamente diversa e del tutto slegato rispetto a quello di Vangeli, riguarda invece Francesco Rosarno di 62 anni, un cercatore di funghi che dal 21 ottobre scorso risulta disperso nel territorio delle Serre, al confine tra le province di Vibo Valentia e Reggio. L’uomo si era recato nei boschi della Lacina in cerca di funghi per non fare più ritorno all’autovettura con la quale aveva raggiunto la zona. Anche in questo caso gli inquirenti stanno curando le operazioni di ricerca in una zona boscata molto vasta, disagevole anche per i migliori conoscitori della montagna. L’attenzione dei ricercatori, fin da subito, si era comunque concentrata sul confine tra i territori comunali di Brognaturo e Cardinale, ma la recente ondata di maltempo che ha interessato anche quelle zone ha reso le operazioni ancora più complesse. Ciò nonostante la repentina applicazione del Piano provinciale di ricerca delle persone scomparse, nella fitta vegetazione del luogo ha visto all’opera gli uomini del Soccorso alpino, lo squadrone dei carabinieri Cacciatori di Calabria, i vigili del fuoco, la Protezione civile e diversi altri volontari.

foto da ilvibonese e zmedia

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno