Martedì, 12 Marzo 2019 09:11

Serra, Salerno "benedice" l'accordo con Censore. Ma il centrodestra si spacca

Scritto da Redazione
Letto 2717 volte

All'orizzonte si prospettano intese larghe e trasversali per tenere in piedi l’amministrazione comunale di Serra San Bruno. Come anticipato dal Vizzarro nei giorni scorsi, il mandato del primo cittadino Luigi Tassone va avanti grazie a una nuova maggioranza, comunque molto risicata, di cui di qui a breve - a partire dall'approvazione del bilancio di previsione - entrerà far parte il consigliere d’opposizione Jlenia Tucci, unica rappresentante del gruppo “In alto volare” che, quindi, dall'opposizione passerà nella maggioranza. Decisive in tal senso sembra siano state le riunioni di questi ultimi giorni del gruppo che fa riferimento a Nazzareno Salerno. Anzi, la notizia è che sarebbe stato proprio il consigliere regionale, storico leader del centrodestra serrese, a spingere sui suoi fedelissimi per convincerli a lanciare quella ciambella di salvataggio necessaria a tenere in piedi la maggioranza (finora di centrosinistra) legata a doppio filo all'ex deputato del Pd Bruno Censore. Dopo la stretta di mano che sancì, a novembre del 2010, la caduta dell'amministrazione Lo Iacono la storia dunque si ripete con un nuova intesa stretta proprio tra Salerno e il sindaco Tassone. La decisione per "In alto volare" è comunque molto sofferta e certamente non indolore: molti sono in queste ore i dubbi e i malumori tra le fila del movimento civico di centrodestra. La scelta pare abbia infatti convinto a metà, con diversi sostenitori e attivisti che potrebbero anche decidere di prendere pubblicamente le distanze da un accordo che, di fatto, sancisce un'alleanza con i rivali di sempre e mantiene in vita l’amministrazione comunale. Restano comunque i numeri risicati. Con l'accordo "benedetto" da Salerno sono ora 7 i componenti della massima assise cittadina a sostegno di Luigi Tassone: oltre allo stesso sindaco e ai 5 consiglieri fedeli a Censore (Francesco Zaffino, Adele La Rizza, Antonio Gallè, Gina Figliuzzi e Maria Rosaria Franzè) va quindi ad aggiungersi Jlenia Tucci. Bisognerà ora capire se l’accordo trasversale porterà ad una sorta di appoggio esterno del consigliere Jlenia Tucci e, ovviamente, resta da vedere come sarà composta la nuova giunta che Tassone dovrà varare a breve. Quel che pare certo è che larga parte della base del movimento di centrodestra non digerisce facilmente l’idea di fare da stampella ad un’amministrazione che sembrava ormai prossima al game over.

IL COMUNICATO DI JLENIA TUCCI «Il compito di chi decide di fare seriamente politica - si legge in una nota diffusa dal gruppo "In alto volare" - è quello di servire la sua comunità, individuarne le esigenze, lavorare per la sua crescita. Guardare all’interesse elettorale del momento ed agire nell’unica prospettiva di ottenere vantaggi in termini di consenso, fa invece parte di altre logiche che sono estranee all’interesse pubblico. Un concetto, quest’ultimo, che negli ultimi anni è stato spesso piegato rispetto agli interessi di parte facendo veicolare il messaggio secondo cui tutto è possibile senza sostenere i relativi sacrifici. Non è così. In un momento storico in cui la crisi economica ha messo in discussione la tenuta delle famiglie ed ha prodotto fenomeni di degenerazione democratica, ed in un contesto di gravi problemi vissuti da un territorio sempre più colpito dalla mancanza di lavoro, dalla privazione dei servizi e da una forte emigrazione, preferiamo non cavalcare l’onda dell’odio e dei frastuoni assordanti della critica distruttiva. Cerchiamo invece di collaborare, mettendo da parte gli steccati, per costruire fondamenta più solide per il futuro di Serra San Bruno. Riteniamo pertanto di rispondere in maniera responsabile a chi ci chiede un contributo in termini di idee e di azioni per rafforzare lo sviluppo della nostra terra. E, d’altronde, abbiamo sempre operato in maniera responsabile, anche allorquando si è trattato di adottare decisioni difficili: chi condivide i nostri valori sa che al primo posto non ci può essere l’individualismo, ma l’appartenenza ad una comunità. Non ci interessano alchimie, prove e parentesi. Crediamo, invece, che ci sia la necessità di un piano di sviluppo credibile, chiaro e duraturo per Serra e per i serresi. Se, confrontandoci, incontreremo condivisione su queste basi, che riteniamo irrinunciabili, saremo pronti a realizzare, con la forza delle nostre idee, delle nostre competenze, della nostra identità e del nostro lavoro quotidiano, un nuovo grande progetto».

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno