Mercoledì, 01 Maggio 2019 14:09

Il triste balletto della Trasversale sulle spalle dei cittadini

Scritto da Redazione
Letto 1503 volte

Vi ricordate quando l’attuale senatrice del Movimento cinque Stelle, Gelsomina Silvia Vono, chiedeva di «commissariare l’Anas», con cui era considerato «inutile alcun dialogo»? Ecco, dimenticate tutto ciò. Sì, perché l’esponente pentastellata, ormai è cosa nota, ha cambiato radicalmente posizione: prima chiedeva il commissariamento dell’azienda, oggi invece spende parole di elogio.

Il Vizzarro aveva raccontato questa giravolta già tempo fa (qui un articolo di aprile 2018), ma adesso all'infinita saga sulle sorti della Trasversale delle Serre si aggiunge un ulteriore capitolo. Presso la sede dell’Anas, infatti, come dichiarato dalla Vono, si è tenuto un «proficuo incontro con gli ingegneri del dipartimento Calabria e di Roma. Un “vis à vis” con gli amministratori delle Serre catanzaresi e vibonesi e della zona del Basso Jonio catanzarese per discutere, informare e illustrare sulle progettazioni infrastrutturali e i programmi in essere per la realizzazione, il completamento e la messa in sicurezza delle strade dei nostri territori». La senatrice pentastellata li ha definiti «momenti di confronto, di proposte tra i tecnici e quegli amministratori che hanno dimostrato attenzione e cura per il territorio per cui ogni giorno si spendono con enormi sacrifici per assicurare servizi». Insomma: fino a qualche tempo fa, i tecnici dell’Anas erano delle persone brutte, sporche e cattive. Ora non più. Ma non è tutto. Sì, perché i baci e gli abbracci tra la Vono e l’Anas proseguono subito dopo, quando la senatrice ringrazia sia «l'ing. Giuseppe Ferrara, capodipartimento Anas Calabria», che l’ing. Moladori per «aver organizzato questo incontro» e l'ing. Vasselli, responsabile per le infrastrutture calabresi presso l’Anas nazionale per la «presenza e la qualità delle relazioni».

Silvia Vono, fino a qualche tempo fa, era vicepresidente del Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato”, lo stesso che oggi chiede a gran voce il «commissariamento immediato del Coordinamento territoriale Anas della Calabria». Sotto accusa, in particolare, il responsabile regionale Giuseppe Ferrara nei cui confronti il Comitato chiede «l'inevitabile rimozione». A scatenare la pesante contestazione del sodalizio presieduto da Fioravante Schiavello, la recente riunione sulla Trasversale che si è tenuta a Catanzaro, presieduta dallo stesso Ferrara. «Convocazioni confusionarie e posticce, sindaci e territori che sembrano coinvolti solo a seconda delle simpatie personali, un inadeguato e inaccettabile atteggiamento di sudditanza nei confronti del parlamentare di turno», le considerazioni espresse dal Comitato nel contestare la gestione Ferrara. «Non si capisce bene quali novità epocali per la Trasversale sarebbero venute fuori da questo incontro urgentissimo e irrevocabile, se non l'esigenza di dover fare a tutti i costi la riunione nei modi e nei tempi imposti, per assecondare una propaganda che somiglia tanto a un vecchio modo di fare politica», rincara la dose il presidente Schiavello. Riferimento diretto che non necessita di libere interpretazioni: «Dallo sviluppo avviato del deputato Soriero di venti anni fa, siamo arrivati all'avviare lo sviluppo della senatrice Vono di oggi che pure si autoproclama, in termini a dir poco risibili, occhio vigile del ministro Toninelli. Dopo vent’anni cambiano le facce, cambiano i partiti, ma, evidentemente, il modo di fare è sempre lo stesso. L'Anas deve fare le strade - l'affondo del Comitato - non fare politica. Se Toninelli si preoccupa davvero della Trasversale delle Serre, lo dimostri e commissari tutto; vada a scavare nella storia, nelle responsabilità di questa cinquantennale incompiuta che rimane ancora scandalosamente tale».

Insomma la Vono elogia l’Anas, mentre il Comitato, il "suo" Comitato, utile fino a poco tempo fa per cavalcare l'onda del consenso, dopo una fase altalenante ne chiede di nuovo il commissariamento. Un balletto politico-mediatico molto triste perché, alla fine, gli unici a rimetterci davvero sono i cittadini dell’entroterra che, da mezzo secolo, attendono di vedere completata l’arteria che avrebbe dovuto togliere dall’isolamento un intero comprensorio. E che continua invece ad essere un argomento buono solo per soddisfare la smania di visibilità e gli appetiti politico-elettorali di qualcuno.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno