Mercoledì, 23 Marzo 2016 14:46

Dalla Sicilia a Pizzo per perseguitare l’ex convivente. In manette un 64enne

Scritto da Redazione
Letto 885 volte

PIZZO - Nelle prime ore della mattinata odierna il personale della polizia ha tratto in arresto Amarindo Filadelfo, classe 1952, residente a Lentini (provincia di Siracusa), pluripregiudicato, considerato responsabile di atti persecutori a danno della sua ex convivente, una 33enne anch’essa originaria di Lentini, ma da qualche tempo domiciliata nel Vibonese, a Pizzo Calabro.

L’arresto è scaturito da una costante collaborazione tra il Commissariato di polizia della cittadina siciliana e gli agenti della Squadra mobile e delle volanti della questura di Vibo, che sono riusciti a bloccare l’uomo, intento a vendicarsi della sua compagna attraverso un’aggressione che avrebbe potuto avere tragiche conseguenze.

La signora, preoccupata dall’atteggiamento aggressivo dell’ex convivente, si era infatti rifugiata a Pizzo, dove un amico le aveva dato ospitalità. La stessa, informata dagli agenti della Squadra mobile del fatto che Amarindo avesse individuato il suo nuovo domicilio, aveva confermato agli inquirenti le violenze e i soprusi subiti durante gli anni trascorsi con l’uomo. Nella mattinata odierna, gli inquirenti hanno monitorato gli spostamenti dell’uomo, bloccandolo nel corso di un posto di controllo appositamente istituito. Al momento del fermo l’uomo si trovava in compagnia di altre tre persone, tutte con numerosi precedenti penali e di polizia e tutte originarie di Lentini. I quattro non sono riusciti a fornire spiegazioni plausibili sulla loro insolita presenza nel territorio della provincia di Vibo a quell’orario. 

Accompagnati presso gli uffici della questura, Amarindo è stato tratto in arresto per il reato di atti persecutori, mentre per gli altri tre soggetti è stato emesso il foglio di via obbligatorio, con divieto di fare ritorno nel comune di Vibo Valentia per i prossimi tre anni. Provvedimento, questo, adottato anche nei confronti dello stesso Amarindo. Quest’ultimo, dopo gli adempimenti di rito, è stato associato presso la locale Casa circondariale di Vibo, dove rimane in attesa di disposizione da parte dell’autorità giudiziaria.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno