Stampa questa pagina
Lunedì, 17 Settembre 2012 15:58

Falsi esami all'Unical, i nomi dei 75 indagati

Scritto da Salvatore Albanese
Letto 4751 volte

mini unical_cosenza1Secondo la Procura della Repubblica di Catanzaro sarebbero ben 72 le ‘false lauree’ conseguite alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria dal 2004 al 2011. Finiti nel registro degli indagati, assieme a 72 tra laureati e laurendi, anche un tutor accademico e due impiegati amministrativi, a cui a vario titolo vengono contestati i reati di falso ed introduzione abusiva nel sistema informatico dell’ateneo.

Il filone delle indagini aveva avuto il via proprio dalla denuncia dello stesso preside di facoltà, Raffaele Perrelli, che nel corso di una seduta di laurea si era accorto che la sua firma, apposta sullo statino di un candidato, era stata contraffatta.

Le successive indagini hanno fatto emergere altri casi di falsificazione delle firme dei docenti. Come quelle degli esami di Storia della Filosofia, convalidati con la firma contraffatta di un professore che, alla data riportata sugli statini incriminati, risultava già in pensione da addirittura un anno.

Sono stati riscontrati anche casi di studenti che, secondo il sistema informatico universitario, avrebbero sostenuto ben sette esami nello stesso giorno, superandoli fra l’altro tutti con l’esito brillante del 30 e lode.

Gli inquirenti hanno fatto ricorso a numerose consulenze grafologiche che attesterebbero come le  firme, apposte sugli statini, siano state contraffatte in modo da permettere l’attribuzione di esami in realtà mai sostenuti. Alla base ci sarebbe un complesso sistema diretto ad agevolare il conseguimento fraudolento del titolo di laurea in lettere e filosofia attraverso un semplice meccanismo: si fotocopiava uno statino già utilizzato da uno studente che aveva realmente sostenuto l’esame, si modificava il nome e si apponeva la firma del docente ignaro di tutto, infine si inseriva lo statino falsificato nel fascicolo del futuro laureando. La facoltà di Lettere ha preannunciato che si costituirà parte civile.

Di seguito i nomi dei 75 indagati:Abate Vincenzo, 1984, residente a Cosenza;
Aloisio Maria Giovanna, 1965, residente a Lamezia Terme;
Amelio Antonio, 1983, residente a Simeri Crichi;
Amisano Valeria, 1984, residente a Catanzaro;
Ammirato Alfredo, 1956, residente a Lappano;
Angiolini Concetta, 1984, residente a Taurianova;
Arena Maria Grazia, 1984, residente a Rombiolo;
Arena Massimiliano, 1983, residente a Rende;
Barrile Dalila, 1982, residente a Senigallia (Ancona);
Biamonte Maria, 1964, residente a Cosenza;
Butera Giovanna, 1982, residente a Lamezia Terme;
Candido Lina Fortunata, 1959, residente a Castrolibero;
Caruso Andrea, 1985, residente a Rossano;
Condò Eleonora, 1984, residente a San Giorgio Morgeto;
Corea Rosa, 1983, residente a Sersale;
Costantino Tommaso, 1981, residente a Catanzaro;
Cozzolino Francesco, 1986, residente a Cervicati;
Crescente Giuseppe, 1986, residente a Cariati;
Crudo Francesco, 1984, residente a Verbicaro;
De Bonis Valeria, 1980, residente a Bisignano;
De Cicco Rosanna, 1969, residente a Castiglione Cosentino;
De Francesco Roberta, 1985, residente a Marano Marchesato;
Donato Federica Ismara, 1985, residente a Catanzaro;
Donnici Maria, 1984, residente a Bocchigliero;
Ferrari Federica, 1985, residente a Castrolibero;
Ferrari Marco, 1979, residente a Cosenza;
Fuoco Santo, 1956, residente a Cosenza;
Gallo Maria, 1985, residente a Rende;
Garofalo Pietro, 1985, residente a Cosenza;
Gigliotti Umberto, 1984, residente a Castrovillari;
Greco Amedeo, 1981, residente a Rende;
Greco Francesca, 1986, residente a Spezzano Piccolo;
Guglielmelli Ottorino, 1963, residente a Cosenza;
Guido Marika, 1975, residente a Cosenza;
Iannicelli Giuseppe, 1984, residente a Cassano allo Jonio;
Lentini Emanuela, 1984, residente a Davoli; 
Leone Francesco, 1955, residente a Montalto Uffugo;
Leonetti Franca, 1986, residente a Casole Bruzio;
Loisi Emanuele, 1985, residente a Francavilla Marittima;
Lombardi Satriani Raffaella, 1983, residente a Vibo Valentia;
Lucà Rocco, 1985, residente a Bianco;
Magarò Angela, 1971, residente a Mendicino;
Magnone Valentina, 1986, residente a Belmonte Calabro;
Manieri Luisa, 1984, residente a Rende;
Marino Roberto, 1984, residente a Cirò Marina;
Marino Teresa, 1964, residente a Belvedere Marittimo;
Martino Ivan, 1980, residente a Vibo Valentia;
Mascaro Giuseppe, 1965, residente a Cosenza;
Mazziotti Enrica, 1986, residente a Simeri Crichi;
Niccoli Maria Rita, 1982, residente a Rende;
Nigro Emilio, 1981, residente a Montalto Uffugo;
Pagnotta Ida, 1982, residente a Corigliano Calabro;
Palmer Cristian, 1982, residente a Lago;
Perfetti Salvatore, 1986, residente a Cosenza;
Perri Chiara, 1984, residente a Rossano Calabro;
Pignataro Maria, 1984, residente a Cetraro;
Pitrelli Maria Grazia 1986, residente a Cosenza;
Procopio Anna, 1965, residente a Catanzaro;
Puteri Francesca, 1982, residente a Lamezia Terme;
Richetta Teresa, 1983, residente a Rocca di Neto;
Saraco Giovanna, 1984, residente a Stignano;
Scala Giovanna, 1952, residente a San Nicola Arcella;
Scerbo Antonio, 1983, residente a Marcellinara;
Scerbo Antonio, 1985, residente a Marcellinara;
Scerbo Francesca, 1986, residente a Marcellinara;
Segreto Francesco, 1953, residente a Rende;
Sorrenti Domenico, 1985, residente a Cittanova;
Talarico Andrea, 1976, residente a Catanzaro;
Tarasi Francesco, 1965, residente a San Pietro in Guarano;
Tranchino Sergio, 1986, residente a Tortora;
Trieste Fabrizio, 1983, residente a Rende;
Viapiana Carmelo, 1984, residente a Dipignano;
Vitale Maria Giorgia, 1985, residente a Catanzaro;
Volpe Paola, 1965, residente a Rende;
Zucco Paola, 1984, residente a Bologna.

 

Articoli correlati (da tag)