Giovedì, 13 Novembre 2014 16:54

In manette latitante legato ai Mancuso. Nel nascondiglio soldi, gamberoni e champagne

Scritto da Redazione
Letto 1960 volte

polizia alt2Le Squadre Mobili di Vibo Valentia e Catanzaro hanno tratto in arresto Nunzio Manuel Callà, 28enne, coinvolto nell'operazione "Gringia" scattata alla fine del 2012, che ha fatto luce su alcuni omicidi rientranti nell'ambito della faida tra le cosche del Vibonese. Callà è stato sorpreso in un casolare di campagna, a Spilinga. Assieme a lui c'era anche Bruno Pisano, finito in manette con l'accusa di favoreggiamento. Durante una perquisizione, gli agenti hanno trovato bottiglie di champagne, confezioni di gamberoni e 9.500 euro in contanti. Nel nascondiglio c'erano anche documenti che gli agenti hanno definito "di estrema importanza investigativa" e sui quali sono in corso accertamenti.



Il 28enne, che sarebbe legato al boss Pantaleone Mancuso - detto "Luni Scarpuni" - è accusato di tentato omicidio ai danni di Francesco Scrugli, avvenuto nel febbraio del 2012 a Vibo Valentia, e di porto abusivo di arma da guerra, il tutto con l'aggravante delle modalità mafiose. Tentato omicidio, questo, che a sua volta rientra nell'ambito della faida che vede coinvolti da un lato il gruppo dei "Piscopisani" e dall'altro i Patania, vicini alla cosca Mancuso.

Articoli correlati (da tag)

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno