Martedì, 19 Novembre 2013 15:02

Maltempo. Serra: un dissuasore di traffico ostacola i soccorsi nel centro storico

Scritto da Salvatore Albanese
Letto 2404 volte
mini maltempo_serraUn nome che è più di un presagio. Via Fiume, a Serra San Bruno, proprio alle spalle della centralissima Chiesa Matrice – in seguito al forte nubifragio che ha colpito stanotte gran parte della Calabria – si è rivelata per i soccorsi, paradossalmente, la zona del paese più ardua in cui intervenire. Non si tratta di una strada poderale, di una frazione di campagna, di una sperduta contrada alla periferia della cittadina, né tantomeno di un quartiere dormitorio. Si tratta piuttosto di una zona popolata da numerose famiglie, sita proprio nel cuore del centro storico, nel rione Terravecchia.
Secondo quanto segnalato da diversi cittadini residenti nella zona, per tutto il corso della notte Via Fiume si è trasformata – appunto - in un vero e proprio fiume. Un torrente d’acqua ingrossato dall’ingente pioggia, stretto come un canale tra le storiche case del centro cittadino, che ha finito per inondare diverse autorimesse e abitazioni site al piano terra. Molti, allarmati per l’incolumità propria e dei propri cari, hanno così contattato la stazione dei Vigili del Fuoco per sollecitare l’intervento dei soccorsi. Ma una volta raggiunto il posto, gli uomini del locale distaccamento sono stati costretti a fare dietrofront semplicemente perché un dissuasore di traffico a scomparsa – i famosi “tombini estraibili” utili a delimitare la zona pedonale del Corso Umberto I – era inspiegabilmente rimasto sollevato sul manto stradale, creando quindi una barriera insormontabile per l’accesso dei mezzi di soccorso.
 
Non si sa al momento se il dissuasore sia stato lasciato sollevato la sera precedente o se, piuttosto, sia stato innalzato dall’acqua che ha evidentemente riempito la camera interrata di scomparsa del pistone. Di fatto, un episodio apparentemente banale, ha rischiato di causare una vera e propria sciagura, visto che i residenti della zona sono rimasti, alle prime luci dell’alba, praticamente isolati per un semplice dispositivo di divieto di accesso al traffico, che ha negato il passaggio ai soccorsi. Un fatto increscioso quanto surreale. Capace di creare disagio quanto il crollo di un albero secolare, di una frana, di un ponte o di parte del manto stradale. 
 
foto di Luca Domenico Amato

Articoli correlati (da tag)

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno