Domenica, 07 Agosto 2016 10:38

Nicotera, l'appello: “I turisti non puniscano le popolazioni che alzano la testa”

Scritto da Redazione
Letto 1329 volte

Riceviamo e pubblichiamo

Meno di un mese che ci siamo sollevati. Quasi un mese di agitazione, coraggio, speranza… lotta.

Giorni di proteste, occupazioni, chiusura di esercizi commerciali, lidi, bar nel pieno della stagione e persino di domenica…

Giorni senza più paura. Giorni di passione e dignità.

Per l’acqua dai rubinetti e per il mare pulito, per un paese che non s’allaghi di fogna e non puzzi per i miasmi dei tombini… diritti fondamentali, questioni da risolvere una volta e per sempre, prendendo in mano la situazione e non delegando a nessuno.

EPPURE…

Giorni, anzi settimane, in cui le presenze nei lidi balneari della marina sono diminuite costantemente circa del 70%.

Domandiamo ai turisti che hanno fatto questa scelta: PERCHE’?.

È forse un gesto di solidarietà verso amministrazioni irresponsabili e spregiudicati faccendieri che ci hanno messo in questa situazione?

O forse un sonno della ragione dovuto al caldo stagionale che non lascia comprendere come il problema non nasca oggi – e lo sapete benissimo! – e quindi non ha senso smettere di frequentare la località proprio nel momento in cui i problemi si affrontano e vanno verso soluzione.

TURISTI: LA COSA VI RIGUARDA, NON POTETE SENTIRVI ASSOLTI…

VENITE A NICOTERA, IL MARE IN QUESTI GIORNI, FORSE PROPRIO PER LE PROTESTE, CAPITA CHE TORNI MIRACOLOSAMENTE PULITO. MA AL DI LA’ DI QUESTO, MOLTE COSE SI STANNO OTTENENDO. ANCHE SUL PROBLEMA DELLA VIVIBILITA’ DEL PAESE IN GENERALE.

CHE VOI NON VENIATE, IMPLICA CHE VI FACCIATE COMPLICI DI SPECULATORI ED INQUINATORI ED ESECUTORI INDIRETTI DI UNA RAPPRESAGLIA VERSO UNA POPOLAZIONE CHE STA LOTTANDO ANCHE PER I VOSTRI INTERESSI.

VI INVITIAMO QUINDI: VENITE PARTECIPATE O ALMENO… NON CI PUNITE, NON CI ISOLATE. ASCOLTATE LA VOSTRA COSCIENZA, RIFLETTETE… DOMANI NON VE NE PENTIRETE.

Con rispetto e cordialità

Arturo Lavorato, Toni Capua, Daniele Calabrò e Caterina Pagano

Articoli correlati (da tag)

  • Evade dai domiciliari, arrestato 56enne nel Vibonese Evade dai domiciliari, arrestato 56enne nel Vibonese

    I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Tropea hanno arrestato ieri per il reato di evasione Raffaele Mileto, 56enne di Nicotera, già sottoposto al regime della detenzione domiciliare per furto aggravato.

    Durante un servizio di controllo del territorio di Joppolo, i militari – transitando per le vie del paese – hanno notato lo strano comportamento dell’uomo che, alla vista dell’auto dei carabinieri, ha cercato di sfuggire all’attenzione dei militari, allontanandosi dalla strada principale. Atteggiamento, questo, che però non è sfuggito ai carabinieri, che hanno riconosciuto il 56enne, il quale si trovava al di fuori della propria abitazione senza alcuna autorizzazione.

    Per questo motivo, Mileto è stato arrestato dai carabinieri per il reato di evasione e posto ai domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

  • Allaccio abusivo alla rete elettrica murato nella parete, arrestati due coniugi a Nicotera Allaccio abusivo alla rete elettrica murato nella parete, arrestati due coniugi a Nicotera

    I carabinieri di Nicotera e i colleghi di Nicotera Marina hanno arrestato due coniugi del luogo per furto aggravato in concorso.

    Si tratta di D.C., di 67 anni e I.V., di 55, quest’ultima sottoposta al regime della detenzione domiciliare.

    Ieri pomeriggio, infatti, i militari - nell’espletamento dei normali controlli alle persone sottoposte a misure custodiali - si sono subito accorti dello stato di agitazione della donna. Gli uomini dell’Arma, successivamente, hanno individuato nell’abitazione una persona estranea al nucleo familiare la cui presenza è risultata ingiustificata.

    Per questo motivo, i militari hanno avviati un’accurata perquisizione dell’intera abitazione. La ricerca ha permesso di individuare in una scatola di derivazione alcuni fili elettrici che riportavano ad un sofisticato sistema elettronico. Infatti, occultata sotto uno strato di muratura, è stata scoperta una nicchia ricavata nella parete perimetrale dell’abitazione. Lì, un dispositivo elettronico convogliava l’energia elettrica della rete pubblica nella rete della priva abitazione aggirando le misurazioni del contatore

    È stato così riscontrato che lo stratagemma consentiva di evitare l’assorbimento dell’energia elettrica pari al 100%.

  • I dipendenti della Provincia di Vibo incontrano Delrio e Lotti I dipendenti della Provincia di Vibo incontrano Delrio e Lotti

    Avrebbero voluto incontrare di persona il premier, Matteo Renzi, i dipendenti in servizio presso la Provincia di Vibo Valentia che, da diversi mesi ormai, hanno avviato una serie di proteste per far sentire la propria voce contro il mancato pagamento delle spettanze arretrate e, soprattutto, per chiedere certezze sul futuro occupazionale.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno