Lunedì, 04 Agosto 2014 01:59

Serra, don Ferdinando fa chiarezza sul suo trasferimento: ‘Ho chiesto io di andare via’

Scritto da Redazione
Letto 3913 volte

don ferdinando fodaroDopo le numerose manifestazioni di dissenso sollevate ieri dai fedeli della Congrega dell’Assunta di Spinetto di Serra San Bruno, allertati dal paventato ed inatteso trasferimento del sacerdote don Ferdinando Fodaro verso Chiaravalle C.le, il prete stesso ha voluto fare chiarezza sui fatti attraverso una lettera indirizzata alla cittadinanza che, nell’esatta forma in cui ci è pervenuta, giriamo, di seguito, ai lettori.

Carissimi amici, domenica 3 agosto, ho comunicato col cuore pieno di commozione, per i tre anni vissuti in mezzo a voi, il mio trasferimento a Chiaravalle C.le.

Questa decisione è nata da una mia richiesta che ho rivolto al Vescovo, per potermi rimettere in discussione. Io e soltanto io ho chiesto al Vescovo di poter essere trasferito da Serra per vivere in maniera fruttuosa il mio ministero sacerdotale. Il Vescovo, con premura e attenzione paterna, dopo la mia richiesta per tante volte mi ha chiesto di rimanere a Serra. Io mi sono reso conto che per il mio bene e quello della comunità questa è la decisione migliore. Alla fine ha acconsentito alla mia richiesta.

Nessuno, se non io solo, è responsabile di questa decisione, don Biagio, con l’affetto che sempre lo ha contraddistinto nei miei confronti è stato colto di sorpresa da questa notizia ed è rimasto molto contrariato. Nè lui, nè nessun prete di Serra, ha responsabilità di questa mia decisione.

Le parole delle domenica, frutto della mia emotività, dell’affetto per voi e della mia confusione, non corrispondono alla verità dei fatti e ve ne chiedo scusa.

L’unica verità è che io ho chiesto liberamente di andar via per la mia crescita. La mia decisione è irrevocabile; vi prego di non disturbare né l’Arcivescovo, né don Biagio, né i miei confratelli sacerdoti e neanche la mia persona.

Invito tutti i fedeli a rispettare questa decisione, mostrando grande maturità umana e spirituale.

Vi chiedo di esprimermi il vostro affetto accettando la mia decisione con serenità. Certi che il Signore non ci abbandonerà mai.

Sono grato al Signore per tutto quello che ho vissuto in questi tre anni a Serra. Grazie a don Biagio e ai mieri confratelli sacerdoti, serresi, per tutte le occasioni di crescita che mi hanno offerto; grazie al Vescovo per la sua paternità verso di me e verso tutta la comunità di Spinetto; grazie a tutti voi e a ciascuno di voi per tutto quello che abbiamo vissuto insieme, non lo dimenticherà mai. Vi sono grato per tutto quello che avete fatto per me in questi anni e vi rinnovo tutto il mio affetto, la mia stima e la mia amicizia. In Cristo.

Don Ferdinando Fodaro

- Serra, i fedeli disertano la messa. Forma di protesta per dire no al trasferimento di don Ferdinando

Articoli correlati (da tag)

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno