Giovedì, 27 Settembre 2012 09:27

Serra, il Cfs sequestra piantagione di canapa indiana. A Simbario una denuncia per taglio abusivo e furto di legname

Scritto da Redazione
Letto 2195 volte

mini canapa_cfs_serraSono due le operazioni effettuate nei giorni addietro dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato nella provincia vibonese.

La prima operazione, condotta da personale appartenente al Comando Provinciale di Vibo Valentia ed al Comando Stazione di Serra San Bruno, in seguito alla denuncia presentata dal proprietario del fondo interessato, ha permesso di scoprire l’autore del taglio e furto di piante di alto fusto di varie specie in località Brasi di Simbario.

Dagli accertamenti esperiti in loco si riscontrava il taglio abusivo di ben 102 piante della specie roverella, castagno e ontano praticato diversi giorni addietro. Le indagini effettuate consentivano di individuare tutto il materiale legnoso trafugato. Parte del legname si trovava, già depezzato e accatastato, in un piazzale adibito a cantiere nella confinante località Cecato.

Il rimanente materiale era ancora nella parte sottostante al cantiere. Qui, intento a sezionare i tronchi, era presente un operaio di origini rumene, già noto alle forze dell’ordine, il quale riferiva che tutto il materiale era di proprietà di tale V.F. da Simbario, per conto del quale egli stesso stava lavorando.

Convocato, il V.F., boscaiolo 31enne del posto, non forniva notizie convincenti circa la provenienza del materiale in esame.

Considerati gli accertamenti tecnici praticati sul luogo del taglio, grazie ai quali si provava l’esatta corrispondenza del materiale rinvenuto con le ceppaie delle piante trafugate, il V.F., anch’egli già noto agli agenti intervenuti per illeciti contro il patrimonio, veniva deferito a piede libero presso la competente Autorità Giudiziaria per i reati di danneggiamento e furto nonché per violazione al vincolo paesaggistico-ambientale. Tutto il materiale legnoso veniva posto sotto sequestro ed affidato in custodia al medesimo V.F..

Nella seconda operazione, invece, agenti del Comando Provinciale di Vibo Valentia, del Comando Stazione di Serra San Bruno e del Posto Fisso di Mongiana hanno rinvenuto una coltivazione di canapa indiana costituita da circa cento piante, dell’altezza variabile tra 1,5 e 2,0 m, giunte a maturazione.

Il rinvenimento in questione, frutto dei servizi mirati che il CFS mette in atto in provincia ogni anno nella bella stagione, si va ad annoverare appunto agli altri ritrovamenti già effettuati nei mesi addietro grazie ai quali, inoltre, il Corpo riveste un ruolo di primo piano.

In questa circostanza, la coltivazione è stata rinvenuta in località Vallone del limito di Serra San Bruno.

Il sito era stato ricavato all’interno di un’area boscata, ben mimetizzata e di difficile raggiungibilità. Difatti, l’accesso era consentito attraverso un stretto viottolo mascherato tra la fitta vegetazione.

Le piante venivano irrigate mediante un canale naturale derivato da un impluvio sito a monte della piantagione. Si suppone che la coltivazione fosse costituita da un numero maggiore di piante che però erano già state estirpate in precedenza ad opera di ignoti.

Considerato che tale condotta costituisce illecito penalmente rilavante ai sensi della normativa di settore, veniva immediatamente avvisato il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Vibo Valentia il quale disponeva contestualmente il sequestro e la distruzione delle piante previo campionamento.

F.to

Il Comandante Provinciale

V.Q.A.F. Gaetano Lorenzo LOPEZ

Articoli correlati (da tag)

  • Allaccio abusivo alla rete elettrica murato nella parete, arrestati due coniugi a Nicotera Allaccio abusivo alla rete elettrica murato nella parete, arrestati due coniugi a Nicotera

    I carabinieri di Nicotera e i colleghi di Nicotera Marina hanno arrestato due coniugi del luogo per furto aggravato in concorso.

    Si tratta di D.C., di 67 anni e I.V., di 55, quest’ultima sottoposta al regime della detenzione domiciliare.

    Ieri pomeriggio, infatti, i militari - nell’espletamento dei normali controlli alle persone sottoposte a misure custodiali - si sono subito accorti dello stato di agitazione della donna. Gli uomini dell’Arma, successivamente, hanno individuato nell’abitazione una persona estranea al nucleo familiare la cui presenza è risultata ingiustificata.

    Per questo motivo, i militari hanno avviati un’accurata perquisizione dell’intera abitazione. La ricerca ha permesso di individuare in una scatola di derivazione alcuni fili elettrici che riportavano ad un sofisticato sistema elettronico. Infatti, occultata sotto uno strato di muratura, è stata scoperta una nicchia ricavata nella parete perimetrale dell’abitazione. Lì, un dispositivo elettronico convogliava l’energia elettrica della rete pubblica nella rete della priva abitazione aggirando le misurazioni del contatore

    È stato così riscontrato che lo stratagemma consentiva di evitare l’assorbimento dell’energia elettrica pari al 100%.

  • Trasversale, Comitato ancora all'attacco dell'Anas: «Ci nega l'accesso agli atti» Trasversale, Comitato ancora all'attacco dell'Anas: «Ci nega l'accesso agli atti»

    «Per Anas, evidentemente, i cittadini non devono sapere». Queste le parole riportare in una nota dalla vicepresidente del “Comitato Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato”, Silvia Vono.

  • Serra, successo per il primo giorno della “Festa del Fungo”. Ristoranti sold out Serra, successo per il primo giorno della “Festa del Fungo”. Ristoranti sold out

    SERRA SAN BRUNO - Un bilancio più che positivo per il primo giorno della “Festa del fungo” organizzata dalla Pro Loco di Serra San Bruno.

  • Simbario, l'acqua è di nuovo non potabile Simbario, l'acqua è di nuovo non potabile

    SIMBARIO - Dall’inconveniente tecnico all’ordinanza di limitazione dell’uso di acqua potabile. A distanza di pochi giorni, dopo alcuni guasti registrati sulla rete idrica, il territorio comunale di Simbario torna a vivere il grosso disagio derivante dall’uso dell’acqua potabile. Questa volta però la limitazione non riguarda interventi tecnici di manutenzione bensì «la non conformità ai parametri microbiologici sui campioni di acqua prelevati».

  • Guasto alla rete idrica, Simbario rimarrà senz’acqua dalle 12 alle 20 Guasto alla rete idrica, Simbario rimarrà senz’acqua dalle 12 alle 20

    SIMBARIO - Dopo i disagi subiti durante la stagione estiva, con le ordinanze di non potabilità del luglio scorso e vari interventi tecnici alla rete, il territorio comunale di Simbario sarà sprovvisto di acqua durante la giornata odierna, dalle 12 e alle 20 a causa di «un  guasto alla rete idrica». Lo fa sapere il sindaco Ovidio Romano attraverso un avviso pubblicato sull’albo online. La situazione dunque, dovrebbe ritornare alla normalità nella tarda serata, di seguito agli interventi di manutenzione avviati nella mattinata dall’amministrazione comunale del piccolo centro montano.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno