Sabato, 25 Maggio 2019 13:02

Sorianello, vandali alla “Valle dei mulini”, la minoranza: «Area in stato di completo abbandono»

Scritto da Redazione
Letto 1062 volte

Dopo gli atti di vandalismo mossi alla struttura che ospita i servizi igienici dell’area archeologica della Valle dei mulini in località “San Bruno” a Sorianello, arrivano i primi messaggi di vicinanza al parroco don Mario Fuscà. Ad esprimere rammarico rispetto agli atti vandalici sono stati i consiglieri di minoranza del comune di Sorianello, Stefano Santaguida e Ciconte Maria Giovanna, i quali hanno voluto mostrare vicinanza e solidarietà al parroco e all’intera comunità per i danni perpetrati domenica scorsa. «Un’area eccellente – hanno dichiarato i membri della minoranza – sotto l’aspetto, archeologico, culturale, scientifico, didattico e sociale.

Un patrimonio prezioso del paese. Un sito di indiscusso valore, partorita dall’idea e l’intuizione dell’ex parroco don Nicola Grillo, cui va la nostra gratitudine, per l’importante e prestigiosa opera di recupero dell’area e dei mulini con la macina ad acqua, ivi esistenti, che, con la sua costante presenza, con il suo assiduo impegno, anche fisico, coadiuvato fortemente e con le risorse necessarie dall’amministrazione comunale dell’epoca, ha riqualificato una splendida e suggestiva area del paese, elevandone le potenzialità paesaggistiche, ambientali e storico-culturali della stessa, che fino a qualche anno addietro è stata meta di tanti visitatori calabresi, italiani, inglesi, tedeschi, francesi  nonché scolaresche e studiosi che hanno dimostrato particolare interesse scientifico ed archeologico per l’area».

Stando sempre alle parole di Santaguida e Ciconte l’area ha sempre rappresentato un punto di riferimento e di ritrovo per tanti grazie anche alla presenza all’interno di un percorso naturalistico ed un parco verde attrezzato. «Negli ultimi dieci anni – si legge nella nota – dobbiamo constatare, con rammarico, che l’area versa nel più completo abbandono e degrado. Non è più meta di visitatori perché le sterpaglie, i rovi ed erbe infestanti non consentono a nessuno di andare a visitare i luoghi o farsi una passeggiata».

Puntando il dito contro la gestione dell’attuale primo cittadino Sergio Cannatelli, i consiglieri hanno dichiarato: «L’attuale amministrazione comunale non ha inteso continuare ad investire su detta area. Dimostrazione ne è il fatto che sull’episodio di “vandalismo” non ha speso una sola parola o riga di condanna dell’episodio o di solidarietà nei confronti del parroco e della comunità. Noi apprezziamo l’interesse e l’impegno che l’attuale parroco, don Mario Fuscà, sta dimostrando per riprendere, anche se con grosse difficoltà, l’opera di riqualificazione e valorizzazione dell’area. Nell’attesa – hanno detto infine – che chi di competenza accerti le cause del danneggiamento e “con l’auspicio che le istituzioni preposte si attivino con urgenza per restituire a quest’area l’agibilità perduta, incoraggiamo il parroco ad andare avanti con impegno e coraggio, perché crediamo fortemente nel valore e nelle potenzialità, sotto l’aspetto turistico/religioso e non solo, della zona di San Bruno. Noi saremo al suo fianco».

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno