Martedì, 15 Maggio 2018 16:08

Sparatorie nel Vibonese, Olivieri: «Ho agito per vendicare la morte di mio fratello»

Scritto da Redazione
Letto 900 volte
  • Il 31enne ha risposto alle domande del gip ammettendo le proprie responsabilità sugli omicidi di Giuseppina Mollese, di 80 anni, e di Michele Valerioti, di 67, avvenuti a Nicotera Marina venerdì scorso

È terminato l’interrogatorio di Francesco Olivieri, il duplice omicida costituitosi la scorsa notte nel carcere di Vibo Valentia. Olivieri ha risposto alle domande del gip ammettendo le proprie responsabilità e sostenendo di avere agito per vendicare l’uccisione del fratello Mario, assassinato nel 1997. Ad assistere Olivieri durante l’interrogatorio c’era l’avvocato Giosuè Monardo, su delega del collega Francesco Capria.

«L'indagato ha effettuato un vero e proprio raid punitivo, recandosi nelle abitazioni delle vittime, già designate nel suo programma criminoso, e colpendole da distanza ravvicinata in parti del corpo che hanno attinto organi vitali».

È questo, secondo quanto riportato dall’Ansa, uno dei passaggi del provvedimento di fermo emesso dal pm della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, Concettina Iannazzo, nei confronti di Olivieri, il 31enne accusato degli omicidi di Giuseppina Mollese, di 80 anni, e di Michele Valerioti, di 67, avvenuti a Nicotera Marina venerdì scorso.

          PRENOTA E RISPARMIA CON GULLI' BUS                         

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno