Martedì, 24 Gennaio 2012 13:10

Vibo, scoperta truffa da 9 milioni di euro sul gasolio agevolato

Scritto da Redazione
Letto 1603 volte

mini gdfVIBO VALENTIA - Ci sarebbe un'evasione fiscale da 9 milioni di euro dietro la vendita di gasolio a prezzo agevolato scoperta oggi dalla Guardia di Finanza. L'inchiesta della Procura di Vibo Valentia ha portato al sequestro di un'azienda e di alcuni depositi di carburante a Catanzaro, mentre sono state iscritte nel registro degi indagati 15 persone con l'accusa di truffa. I finanzieri hanno infatti scoperto che l'azienda vendeva il gasolio a costo agevolato a chi non aveva titolo a comprarlo.    

Articoli correlati (da tag)

  • Soriano, scoperta truffa da 500mila euro: deferite 5 persone Soriano, scoperta truffa da 500mila euro: deferite 5 persone

    Nella mattinata odierna, i carabinieri della Stazione di Soriano Calabro, diretti dal maresciallo Barbaro Sciacca e guidati dal capitano della Compagnia di Serra San Bruno, Mattia Ivano Losciale, a seguito di una mirata perquisizione presso alcuni locali industriali adibiti ad uso deposito, hanno deferito in stato di libertà per associazione a delinquere finalizzata alla truffa cinque soggetti: si tratta di G.T., classe '79, pregiudicato; A.C., classe '77, imprenditore boschivo, pregiudicato; T.C., classe '94; A.D.C., classe '64, commerciante pregiudicato e A.D.C, classe '70, moglie di quest'ultimo.

  • Truffa online, denunciato un 46enne di Vibo Truffa online, denunciato un 46enne di Vibo

    Nella serata di ieri, gli agenti della polizia di Stato di Avellino hanno deferito in stato di libertà un 46enne di Vibo Valentia, residente a Lucca, in quanto ritenuto responsabile del reato di truffa online ai danni di un 36enne irpino. 

  • Vibo, è morto il senatore Antonino Murmura Vibo, è morto il senatore Antonino Murmura

    mini murmuraE' morto nella notte all'ospedale "Jazzolino" di Vibo Valentia, dove era stato ricoverato nel reparto di Rianimazione a seguito di un malore, il senatore Antonino Murmura, storico esponente della Democrazia Cristiana. Aveva da poco compiuto 88 anni. Nato a Vibo il 29 novembre 1926, dopo essersi laureato in Giurisprudenza all'età di 21 anni, Murmura è stato sindaco della città capoluogo nel 1952,consigliere e assessore provinciale nel 1960, per poi essere rieletto nuovamente sindaco nel 1964. Nel 1968, invece, è stato eletto senatore, ricoprendo questo incarico per ben sette legislature. Nel corso della sua carriera, il politico vibonese ha ricoperto anche il ruolo sottosegretario di Stato con il Governo Amato-Ciampi. Murmura è stato, inoltre, tra i primi ad avere contribuito all'istituzione della Provincia di Vibo Valentia. 

     

  • Scossa di magnitudo 2.7 nelle Serre calabre Scossa di magnitudo 2.7 nelle Serre calabre

    mini terremotoserre1Una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 è stata registrata intorno alle 14 di oggi dalla Rete Sismica Nazionale dell' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nella zona delle Serre calabre. Non si segnalano danni a persone o cose. 

    Intorno all'una di questa notte, invece, un'altra scossa, di magnitudo 2.3, si è verificata al largo del Tirreno, tra le province di Vibo Valentia e Reggio Calabria. 

     

     

     

  • Acquaro, rapina ad autotrasportatore. Bottino da oltre 2mila euro Acquaro, rapina ad autotrasportatore. Bottino da oltre 2mila euro

    carabinieri23Nuovo caso di rapina a mano armata a danno di un autotrasportatore del Vibonese. Un uomo a volto coperto ha aggredito il conducente del mezzo mentre era impegnato ad effettuare le consegne giornaliere. Al momento dell’aggressione il trasportatore era infatti intento a recapitare ad un negozio di Acquaro una partita di merce per conto di un’azienda di generi alimentari.

    L’uomo, sotto la minaccia di una pistola, è stato dunque costretto a consegnare al rapinatore un bottino di 2.500 euro circa, ossia l’incasso della merce scaricata durante la giornata. Sul caso stanno tentando di fare luce i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno diretti dal capitano Stefano Esposito Vangone.

    Durante l’estate scorsa si erano registrati due casi analoghi nelle Serre. Nel primo, l’1 agosto a Sorianello, un'altra rapina ha visto coinvolto un portavalori diretto verso il locale ufficio postale. In quel caso, i malviventi - tre persone armate - erano riusciti a farsi consegnare circa 20mila euro. Mentre, il 18 agosto successivo, a Gerocarne, due persone con il volto coperto, una armata di fucile e l'altra di pistola, avevano assaltato il furgone sul quale viaggiavano il conducente del mezzo ed il figlio 13enne, impegnati anche in quel caso a recapitare prodotti alimentari a delle attività commerciali. Per mettere a segno il colpo, uno dei due malviventi avrebbe puntato il fucile contro il ragazzino, intimando dunque al padre di consegnare l'incasso di circa un migliaio di euro.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno