Stampa questa pagina
Lunedì, 28 Ottobre 2019 16:26

Brognaturo, benedette le nuove campane del Santuario della Madonna della Consolazione

Scritto da Redazione
Letto 827 volte

Si è svolta ieri, domenica 27 ottobre, presso il Santuario della Madonna della Consolazione a Brognaturo la cerimonia di benedizione delle nuove campane. Presenti, tra gli altri, il vicario generale dell’Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro – Squillace, monsignor Gregorio Montillo; il rettore del Santuario, don Bruno La Rizza; il vice parroco, don Alessandro Severino; il vicario episcopale, monsignor Biagio Cutullè; il vicario foraneo don Stephen; l’aspirante al sacerdozio, Brunello Gallace; l’assessore comunale Cosimo Tripodi; i componenti della Pro Loco “Damiano Valente” e quelli dell’associazione “Brognaturo nel cuore”, che «ormai da diversi anni condividono con la parrocchia tradizioni e iniziative».

Monsignor Montillo, nell’evidenziare la «straordinarietà dell’evento», ha spiegato che le campane «non hanno soltanto la funzione di scandire il tempo», ma anche quella di «raccogliere i fedeli in preghiera». Il rettore don Bruno La Rizza, invece, ha ringraziato «coloro i quali hanno contribuito alla realizzazione del progetto». L’aspirante al sacerdozio Brunello Gallace, dal canto suo, ha ricordato come «una volta il rintocco delle campane programmava la vita della comunità, che si svegliava con il suono dell’Ave Maria. Dopo l’inizio dei lavori, al rintocco a mezzogiorno, si fermava per consumare il pasto frugale e, al rintocco della sera, ognuno si ritirava dal lavoro per riunirsi intorno al focolare insieme ai propri cari. Con il suono, inoltre, i brognaturesi riuscivano a capire se la morte annunciata dal rintocco delle campane fosse di un uomo, una donna, un anziano o un bambino».  L’assessore Tripodi si è detto «onorato di aver preso parte, in rappresentanza dell’amministrazione, a questo momento così importante per la comunità brognaturese». Ora si attende soltanto il rimpiazzo, dopodiché i brognaturesi potranno ascoltare il suono delle nuove campane.