Mercoledì, 31 Ottobre 2018 23:53

“La scatola dei ricordi”, il nuovo libro di Eliana Iorfida vince il premio Formebrevi

Scritto da Bruno Greco
Letto 832 volte

Sembrerebbe un’identità “tormentata” quella di Eliana Iorfida se non fosse che la leggera pressione del martello che scava sulla terra, per far venire alla luce segni di un’epoca lontana, si comporti esattamente come il paziente percorso della biro che sul foglio traccia memorie. Una virtù quella dell’archeologa/scrittrice serrese volta ad utilizzare le parole alla stregua di reperti archeologici, per trascinare il lettore in un passato che necessita di raccontarsi, di mostrarsi, di (ri)vivere per non soccombere all’oblio.

Da un diario di viaggio, “Sette paia di scarpe” (Rai-Eri, 2014), che si è evoluto in romanzo tanto da valere il secondo scalino del podio per il premio “La Giara”, passando per la casa editrice Vertigo con il libro “Antar” (2018) fino a “La scatola dei ricordi” presentato al premio letterario “Formebrevi” che ha firmato anche la pubblicazione della raccolta di racconti, ultimo lavoro di Eliana Iorfida (in libreria già da qualche giorno).

«Quando si partecipa a un premio letterario – ha dichiarato sul suo profilo Facebook l’archeologa/scrittrice serrese – la cosa più bella per uno scrittore è sapere che il premio consiste nella pubblicazione dell'opera in concorso. Così è stato per "Sette paia di scarpe" (Rai Eri, 2014) e così […] in quel di Caltanissetta, dove riceverò (27 ottobre scorso ndr) il Premio Letterario Formebrevi e presenterò la mia prima raccolta di racconti, "La scatola dei ricordi", edita proprio da Formebrevi».

Non più la storia tribolata della Siria – scenario che ha forgiato in Eliana Iorfida quella predisposizione dell’anima alla scrittura – ma la sua Calabria che si disvela attraverso il racconto (cuntu). Racconti che ad orecchie poco avvezze ad ascoltare le storie della tradizione orale potrebbero sembrare frutto di pura invenzione «tanto incredibili da sembrare inventati, quanto densi di ricordi e sentimenti da riconoscerne la pura realtà».

Così dalla maturità raggiunta lavorando in terre lontane, Eliana Iorfida ritorna alla leggerezza di quando era bambina, a Serra San Bruno, magari seduta sugli scalini dei nonni ad ascoltare storie nei pressi del rione “Zaccanu”, dove ancora oggi trasuda la poesia di Mastro Bruno Pelaggi.  

DA FORMEBREVI EDIZIONI La scatola dei ricordi è una raccolta di racconti che invita il lettore a immergersi nella dimensione delle storie di una volta, di quelle che portano addosso il potere della parola di veicolare personaggi e significati e divenire racconto, cuntu: luoghi e incontri che scandiscono lo svolgersi del tempo, dialoghi e intrecci che l’autrice informa in una scrittura lineare, arricchita da espressioni dialettali che richiamano il legame con la terra. Così la scatola dei ricordi si apre alle cose nel loro rivelarsi, alla necessità del dire di farsi parola e uscire dal silenzio, fuori dal corpo nel quale ha trovato riparo, per viaggiare in altri corpi, altre parole, luoghi e non-luoghi dove ognuno ripone un frammento d’esistenza, strappato all’ordinarietà del tempo per farne amuleto di memoria, restituito alle cose che perdurano come le pietre, o quel vento “che a furia di mulinare scompiglia i capelli pure alle donne dipinte”.

I sei racconti:

- Sui binari del tempo
- Fiume e Fiumefreddo
- Donna Lisetta
- Il venditore di ricotte
- La casa delle parole
- Il campo dei musicisti

Altro in questa categoria:

Succ. >>

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno