Stampa questa pagina
Venerdì, 14 Giugno 2013 13:41

Il Comitato Pro-Serre al commissario dell'Asp: 'Una seconda ambulanza al 'San Bruno', subito!'

Scritto da Redazione
Letto 1697 volte

mini LOGO_COMITATO_ORiceviamo e pubblichiamo:

 

Il comprensorio delle Serre Calabre vive ormai da anni una crisi sanitaria aggravata ulteriormente dal corposo ridimensionamento del P.O. “San Bruno” deciso dal Decreto 18/2010 che lo ha di fatto ridotto ad un ex ospedale con soli circa 25 posti letto del Reparto di Medicina-Lungodegenza ed una sola autoambulanza per le esigenze clinico-sanitarie e per il primo soccorso di ben 39.600 cittadini utenti del Distretto Sanitario di Serra San Bruno costituito da 19 Comuni montani.

Negli ultimi mesi la situazione è diventata catastrofica, tanto che si stanno registrando numerosi decessi aggravati dalla costante mancanza di mezzi di primo soccorso. 

Nella fattispecie risulta emblematico l’ultimo caso di decesso avvenuto a soli 100 metri di distanza dall’ospedale, con i primi soccorsi giunti sul posto dopo più di 40 minuti, visto che l’unica autoambulanza in dotazione al P.O. “San Bruno” era nel frattempo impegnata nel trasporto di un paziente verso un’altra struttura sanitaria.

Il Comitato Civico Pro Serre, da sempre impegnato nella tutela dei diritti dei cittadini del comprensorio, chiede pertanto alla S.V. di provvedere immediatamente ad assegnare all’ospedale “San Bruno” una seconda autoambulanza predisposta di adeguata strumentazione e personale. Un atto del genere, oltre ad alleviare la crisi sanitaria che assilla il territorio delle Serre, sarebbe utile ad infrangere il silenzio e l’indifferenza della classe politico-amministrativa che quotidianamente, con continue promesse puntualmente disattese, contribuisce ad affossare ulteriormente un territorio già abbandonato a se stesso.  Siamo pronti - per ottenere il riconoscimento del nostro sacrosanto diritto a servizi sanitari che possano garantire almeno i livelli essenziali di assistenza e un’adeguata gestione delle emergenze - anche a mettere in atto forme di protesta estreme.

Siamo altresì disponibili ad un eventuale incontro tra la S.V. ed una nostra delegazione, con tempi e modi da concordare, per discutere delle nostre richieste. Rimaniamo in attesa di un Suo riscontro.

(al Commissario straordinario dell'Asp di Vibo Valentia)

Comitato civico Pro - Serre

Articoli correlati (da tag)