Giovedì, 20 Giugno 2013 13:43

Lamezia, arte e lotta per l'acqua bene comune

Scritto da Redazione
Letto 1372 volte

mini fotoRiceviamo e pubblichiamo:

“L’acqua è un bene prezioso, una vita senz’acqua è come un deserto”. Il concetto è travolgente nella sua semplicità. E’ una frase che accompagna uno fra molti bellissimi disegni di bambini di 6-8 anni che ritroviamo esposto in una galleria d’arte molto particolare. E’ quella a cui hanno dato vita 16 artisti chiamati ad esprimere con la loro creatività e la loro arte il concetto di acqua come fonte di vita irrinunciabile, come diritto inalienabile di ciascuno, come bene comune da tutelare e da difendere e per cui è necessario lottare. 

L’evento è inserito nel programma dei festeggiamenti che, a Lamezia come in tutte le principali città di Italia, ricordano il secondo anniversario della straordinaria vittoria referendaria con la quale 26 milioni di italiani scelsero per l'acqua pubblica e la difesa dei servizi pubblici locali e che ha rappresentato il momento conclusivo del percorso verso la ripubblicizzazione del servizio idrico avviato dal Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua.

L’evento è organizzato dal Comitato Lamentino Acqua Pubblica in prima fila come sempre nella battaglia locale per i beni comuni, come testimoniato dal banchetto, posizionato all’ingresso del parco, per la raccolta firme della proposta di legge regionale presentata dal Comitato Bruno Arcuri, che ad un mese esatto dalla fine della campagna ha già superato le 8000 firme e si avvia a chiudere la raccolta tentando di raddoppiare il numero di firme necessarie previste per legge.

Anche il contesto scelto dagli organizzatori è molto particolare e pieno di significati, se vogliamo, simbolici. Siamo in un quartiere popolare nel cuore della Nicastro vecchia. Un cocciuto prato verde circondato da case, alcune molto belle e antiche, sta nuovamente riempiendo gli spazi fino a qualche mese fa invasi dalla spazzatura e dalle erbacce. E’ uno spazio occupato e autogestito che il un Collettivo LSOA Ex Palestra (dal nome con cui gli abitanti ormai decenni fa hanno battezzato il parco) ha restituito alla comunità. Proprio come l’acqua il parco, che l’incuria e spesso il disinteresse e la miopia di chi amministra, avevano fatto diventare un non-luogo, adesso è tornato ad essere un bene di tutti.

Comitato Lametino Acqua Pubblica

 

 

 

Articoli correlati (da tag)

  • Tropea, incontro pubblico del comitato per il No Tropea, incontro pubblico del comitato per il No

    TROPEA Si moltiplicano gli incontri per dire No alla modifica della Carta costituzionale. Mercoledì 16 novembre, a partire  dalle 17, nella sala convegni di Palazzo Santa Chiara (Ex Ospedale) sita in Largo Ruffa a Tropea, si terrà un incontro pubblico incentrato sui temi riguardanti la riforma costituzionale Renzi-Boschi.

  • Acqua potabile, disagi anche a Brognaturo Acqua potabile, disagi anche a Brognaturo

    BROGNATURO - Come di consueto, durante la stagione estiva, il problema della mancanza di acqua nelle abitazioni non si è fatto attendere nemmeno nel comune di Brognaturo.

  • Simbario, ordinanza del sindaco: l'acqua torna potabile Simbario, ordinanza del sindaco: l'acqua torna potabile

    Il primo cittadino di Simbario, Ovidio Romano, con una ordinanza emessa nella giornata odierna, ha disposto la revoca di un'altra ordinanza, del 21 luglio scorso, tramite la quale il sindaco del piccolo centro del Vibonese aveva deciso il divieto dell'uso dell'acqua ai fini del consumo umano. 

  • Mortalità nelle Serre, a On the news si parla dello studio dell'Istituto superiore di sanità Mortalità nelle Serre, a On the news si parla dello studio dell'Istituto superiore di sanità

    On the news cambia veste e dalle amministrative passa al giornalismo di inchiesta affrontando il tema della mortalità nelle Serre, dopo il preoccupante studio dell’Istituto superiore di Sanità diffuso dal Comitato civico Pro Serre. Ospite il giornalista Salvatore Albanese, anche in veste di presidente del Comitato, assieme al sindaco di Fabrizia Antonio Minniti.

  • Acqua sporca a Santa Domenica di Ricadi, parte la petizione popolare Acqua sporca a Santa Domenica di Ricadi, parte la petizione popolare

    Riceviamo e pubblichiamo

    “Un diritto umano essenziale al pieno godimento della vita e di tutti i diritti umani”: era la data del 28 luglio 2010 quando, con queste testuali parole, l’Organizzazione delle Nazioni Unite riconosceva la potabilità dell’acqua come un imprescindibile diritto umano (risoluzione 64/92).

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno