Giovedì, 24 Marzo 2016 12:19

Serra, al Comune bollette della luce per contratti mai sottoscritti. Rosi va dai carabinieri

Scritto da Redazione
Letto 1527 volte

SERRA SAN BRUNO - Si annuncia turbolenta, come d’altronde è stato per il resto dei cinque anni precedenti, la coda del mandato amministrativo del primo cittadino di Serra, Bruno Rosi. Proprio il sindaco della città della Certosa – secondo quanto riportato oggi dalla Gazzetta del Sud – si è visto costretto a sporgere denuncia presso la locale Compagnia dei carabinieri.

Una contestazione che mira, in particolare, a fare chiarezza rispetto alla questione inerente ad alcune fatture per l’erogazione di energia elettrica e gas. Una vicenda che, a Serra San Bruno, pare essersi trasformata in un enigma di complicata risoluzione.

Nello specifico, al momento, è diventato letteralmente impossibile riuscire a definire in maniera precisa il numero di utenze intestate allo stesso ente di piazza Tucci, presenti in uffici e in altri immobili o strutture di proprietà comunale, dislocati su tutto il territorio cittadino. Nell’arco dei mesi precedenti, si sarebbe tentato, attraverso dei dipendenti comunali, di effettuare una ricognizione e la contestuale mappatura di tutti i contatori per l’erogazione dell’energia elettrica o del gas registrati a nome del Comune. Ma dopo pochi giorni di lavoro ci si era accorti che l’operazione si stava dimostrando davvero complicata da portare a termine. Tant’è che proprio all’indirizzo del Comune sarebbero continuate a giungere nel tempo fatture, per consumi di energia elettrica, inviate prima dal gestore Enel energia e poi anche da Edison Energia. Società con le quali i vertici dell’amministrazione comunale, così come gli uffici competenti, sostengono di non aver mai siglato dei contratti di fornitura.

Proprio Rosi avrebbe allora fatto richiesta di una copia dell’accordo eventualmente stipulato tra le parti, al fine di verificarne l’esistenza prima che la validità. Ma dalle due società non sarebbe pervenuta alcuna risposta se non, appunto, le continue richieste di saldo per pagamenti arretrati. Meccanismo che, gioco forza, ha innescato l’avvio di sempre più numerosi contenziosi. Tanto che le due società fornitrici avrebbero dato mandato a terzi di riscuotere i crediti.

Il passaggio dal Comune alla caserma dei carabinieri si è dimostrato allora scontato, e Rosi ha dunque depositato una denuncia per rendere nota la situazione alle autorità competenti che potrebbero, adesso, decidere di avviare un’indagine utile a far venire la verità a galla. Alla base delle ragioni dell’amministrazione in carica il fatto che, fino ad ora, il Comune avrebbe sottoscritto contratti per fornitura di energia elettrica esclusivamente con il gestore Enel servizio elettrico e non, piuttosto, con le altre due società che ritengono di vantare questi ingenti crediti. Gli stessi, almeno al momento, non sono però stati ufficialmente quantificati.

L’ultima notizia in merito fa riferimento al gennaio 2015, quando all’indirizzo del Comune di Serra San Bruno era arrivato un decreto ingiuntivo di 315.230,56 euro imputabili proprio ai consumi di gas ed energia elettrica non corrisposti. La somma, reclamata all’epoca dalla società Enel Spa, era emersa in fase di approvazione del Bilancio 2014 da parte del consiglio comunale, ma non risultava tra l’altro inclusa tra i debiti fuori bilancio. Poi, a distanza di quasi tre mesi dalla discussione, la Banca Sistema aveva notificato presso gli uffici municipali – in qualità di cessionaria di Enel Spa – un decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale di Roma (n. 23753/14 registrazione 28974/14), volto ad esigere il pagamento del debito ammontante a poco più di 315mila euro, credito rispetto al quale l’organo giudiziario aveva verificato la certezza, la liquidità e l’esigibilità. Alla somma, già di per sé vertiginosa, nel tempo probabilmente si sono aggiunti ulteriori procedimenti, riferiti però in tal caso alle utenze di energia elettrica intestate con la società Edison Spa. Ora, dunque, spetterà alle autorità competenti fare luce sui fatti.  

Ti potrebbe interessare anche:

Serra, 315mila euro di bollette non pagate dal Comune. Decreto ingiuntivo da parte di Enel

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno