Mercoledì, 31 Ottobre 2012 17:14

Serra, dal 5 novembre parte la nuova differenziata

Scritto da Salvatore Albanese
Letto 1964 volte

mini 546822_515654525112103_739852088_nSERRA SAN BRUNO - Esordirà il prossimo 5 novembre il progetto “differenziAmo Serra San Bruno” che introdurrà, partendo dal centro storico per arrivare successivamente fino alle contrade ed ai quartieri periferici, la nuova raccolta differenziata con il sistema del porta a porta. L’innovazione più saliente è rappresentata dalla presenza dei circa 2.700 codici a barre corrispondenti ognuno ad un nucleo familiare serrese. Grazie al sistema dei codici a barre personalizzati da incollare alle buste dei rifiuti, il Comune potrà conoscere, mediante la scansione effettuata con un lettore ottico, quanto e cosa riciclano le famiglie serresi. In funzione di questi dati si dovrebbe di conseguenza apportare oltre che un miglioramento al servizio stesso, anche una precisa valutazione dell’operato dei cittadini e di conseguenza provvedere ad eventuali azioni di premialità

, per chi ricicla tanto e bene, o sanzioni per i casi di negligenza. I controlli e le eventuali ammende nei casi più estremi saranno, già dalle prossime settimane, affidati agli agenti della polizia municipale.

Sarà attivato anche un numero verde a disposizione dei cittadini che vorranno acquisire maggiori delucidazioni sul servizio. Anche se già proprio dal 5 novembre tutte le famiglie serresi riceveranno direttamente a casa propria, oltre che il kit con buste e codici a barre, una brochure, una lettera informativa ed il relativo calendario per facilitare l’organizzazione domestica mirata alla raccolta porta a porta dei rifiuti. Un preciso vedemecum a cui tutti i serresi dovranno nel tempo adeguarsi.

Si tratta comunque di un progetto che partirà in via sperimentale, anche perché al momento non esiste un regolamento comunale che disciplini la materia. Il sistema mira quindi a superare di gran lunga le percentuali raggiunte dalla differenziata avviata nel 2010 dall’ex amministrazione Lo Iacono, che secondo l’attuale assessore Cosimo Polito ed il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe De Raffaele, che hanno relazionato nel corso della conferenza stampa coadiuvati dalla presenza del delegato alla Comunicazione, Cesare Staropoli, non avrebbe raggiunto dei risultati soddisfacenti: “Poco più dell’8% in un anno”.

Diverso è invece il discorso che interessa le attività commerciali per le quali si sta pensando di adoperare un servizio “su richiesta”, modellato sulle diverse esigenze degli esercenti.

Il progetto mira inoltre a coinvolgere anche le scuole per cui si sta pensando di attuare un processo inedito che coinvolgerebbe direttamente gli studenti, disciplinandoli per tanto anche all’interno della scuola ad una raccolta differenziata utile, oltre che dal punto di vista ecologico-ambientale, anche alla formazione civica del cittadino di domani. Al tal fine saranno organizzate delle giornate informative. Mentre sempre in via ipotetica, l’amministrazione sta pensando di dotare direttamente i supermercati delle buste colorate pensate per il servizio, in modo che proprio le attività commerciali diventino indirettamente un punto di smistamento dei sacchetti per i rifiuti. Gli stessi sacchetti sono distinguibili in 5 colori diversi a cui corrisponde una diversa tipologia di differenziato: giallo per la carta, nero per l’umido, verde per il vetro, grigio per l’indifferenziata, azzurro per plastica ed alluminio. Ogni tipologia di rifiuto dovrà essere quindi depositata nelle rispettive buste su cui applicare i codici a barre, secondo il calendario previsto, che verranno ritirate esclusivamente dalle ore 7 alle ore 9 del mattino. Le buste prive di codice a barre non saranno prelevate dagli operatori assegnati alla raccolta porta a porta. Il punto strategico del servizio rimane l’ex isola ecologica, considerata dall’amministrazione attuale in realtà “un semplice punto di raccolta comunale”. Per il riciclo delle diverse tipologie dei rifiuti sono state confermate le convenzioni già attive con aziende operanti nei diversi settori del riciclaggio della plastica, del cartone, del vetro e dell’alluminio.

Articoli correlati (da tag)

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno