Martedì, 03 Dicembre 2019 09:36

Serra, la C&C solutions attacca il Comune: «Illegittima la sanzione per l’area pic-nic di Santa Maria»

Scritto da Redazione
Letto 826 volte

Riceviamo e pubblichiamo:

A nome e conto della C&C Solutions soc. coop. a r.l. con sede in Serra San Bruno, in persona del legale rappresentante pro tempore, con la presente mi riferisco all'articolo pubblicato sul sito on.line di codesta testata giornalistica riferito alla pretesa applicazione da parte del Comune di Serra San Bruno alla predetta mia assistita di una penale in merito a una vicenda che si sarebbe verificata nella scorsa estate nel corso della gestione degli spazi pubblici affidati in gestione a quella Cooperativa, per significare che tutto quanto è stato fin qui contestato dal Comune predetto alla mia assistita non ha il carattere della definitività e quindi è suscettibile di contestazione tanto per quel che attiene la legittimità dei provvedimenti fin qui adottati che per il merito della contesa.

Il riferimento è al fatto che a tutt'oggi il Comune di Serra San Bruno, che si è affrettato a pronunciare la risoluzione della convenzione in essere con la C&C Solutions, non ha mai inteso portare a formale conoscenza della stessa quanto le sarebbe stato contestato e avrebbe determinato la risoluzione medesima con ciò violando bellamente la normativa in materia. Ciò nonostante che il Comune medesimo sia stato in tal senso formalmente richiesto, dato che le note della mia assistita in tal senso sono rimaste inevase, con ciò oltretutto determinando responsabilità amministrative e non solo in capo ai funzionari comunali che avrebbero dovuto dare corso alle legittime richieste di chi si vede contestare inadempimenti contrattuali senza che le sia sia mai stato precisato che si tratta. Si tratta di un dato di evidente rilievo che consente di affermare la illegittimità dell'operato del Comune di Serra San Bruno, illegittimità che la mia assistita intende denunciare all'Autorità giudiziaria competente (che non è quella erroneamente indicata nel primo provvedimento comunale) al fine di conseguirne l'accertamento anche al fine del risarcimento dei danni. A nome e conto della C&C Solutions soc. coop. a r.l., quindi, con la presente chiedo che codesta spett.le testata giornalistica voglia dare seguito a quanto pubblicato nella circostanza su segnalata pubblicando le su esposte difese della mia assistita di cui alla presente nota, avendo cura di dare a quanto sarà pubblicato rilievo analogo a quello riservato all'articolo su contestato. Ringraziando fin d'ora, porgo distinti ossequi.

Avv. Ferdinando Pietropaolo


Nel riportare la replica dell'avvocato della cooperativa ci limitiamo a prendere atto che in essa non si contesta minimamente l'articolo del Vizzarro bensì l'operato del Comune di Serra, che ha portato a conoscenza la cittadinanza attraverso la pubblicazione sull'albo pretorio del provvedimento di sanzione in questione. Per tutto il resto è bene che la cooperativa tuteli la sua immagine e le sue ragioni con la controparte, che è evidentemente il Comune di Serra e non di certo una testata giornalistica che ha semplicemente dato risalto ad una informazione già di dominio pubblico esercitando il sacrosanto diritto di cronaca. Non è superfluo ribadirlo quando gli interessati, di fronte a notizie per loro non favorevoli, pensano di potersi arrogare il diritto di dire a un giornalista e a una testata cosa si debba pubblicare e cosa no.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno