Lunedì, 17 Giugno 2019 12:07

Serra, Rosi ribatte alla maggioranza: «Pur di mantenere la poltrona ammettono la loro incompetenza»

Scritto da Redazione
Letto 424 volte

Riceviamo e pubblichiamo:

Nella mattinata di sabato è stato pubblicato un articolo con il quale il circolo cittadino di Fratelli d'Italia faceva una legittima riflessione politica ponendo l'attenzione, forse per la prima volta in maniera “soft”, su alcune azioni che l'amministrazione comunale ha fatto o che, sempre a giudizio del locale circolo di FdI, avrebbe dovuto porre in essere ed attuare per migliorare l'andamento economico-sociale della città.

Bene. L’amministrazione comunale - in evidente difficoltà perché probabilmente l'articolo ha colto nel segno, anziché ribattere punto per punto a quanto evidenziato dal circolo cittadino di FdI - è stata nuovamente colpita dalla solita patologia "torcicollo miogeno aggravato da accentuato strasbismo". Purtroppo si tratta di una patologia che fino ad oggi non ha consentito all'amministrazione comunale di guardare avanti ma l'ha indotta solo a guardare indietro e vede le immagini distorte a causa dello strasbismo; patologia dalla quale sinceramente pensavo che, dopo oltre tre anni di gestione e dopo il rimescolamento delle pedine, fosse finalmente guarita, ma evidentemente mi sbagliavo.

I rilievi mossi in quell'articolo erano molto precisi e circostanziati e, qualora non corrispondenti alla realtà, l'amministrazione comunale avrebbe avuto campo libero per ribattere con dati, cifre e numeri. Niente, solo risposte evasive e un patetico tentativo di sviare l'attenzione tirando in ballo il sottoscritto con termini che denotano molto nervosismo, poco garbo ed una caduta di stile, ma mi rendo conto che il garbo e lo stile non tutti lo possiedono.

In un primo momento volevo sorvolare, ma siccome in quell'articolo l'amministrazione ha testualmente (s)parlato di vergogna da parte del sottoscritto a metterci la faccia, mi sono convinto che era necessaria una risposta chiara e puntuale.

Di una cosa vado fiero: non ho mai avuto il bisogno di nascondermi dietro qualcuno, mi sono sempre assunto la responsabilità delle mie azioni mettendoci la faccia in prima persona, anche quando non mi competeva. Ho amministrato, naturalmente non da solo ma assieme agli altri componenti della mia maggioranza, nel periodo di crisi economico/finanziaria mondiale più grave dal 1929 ad oggi. Eppure, pur commettendo errori, siamo riusciti ad intercettare tanti e tali finanziamenti che se il sindaco e la sua (ex) maggioranza riuscirà a portarli a termine cambieranno veramente il volto di Serra San Bruno. Per cui nessuna remora a riconoscere gli eventuali errori, che solo chi non opera non commette, e grande orgoglio e testa altissima nel rivendicare il lavoro svolto (tanto per rinfrescare la memoria ecco alcuni progetti finanziati lasciati all'attuale amministrazione: ex centro anziani, ex carcere, acqua, palestra, parco giochi, ristrutturazione scuola elementare, intervento sul fiume Ancinale, progetto per l'eliminazione del rischio idrogeologico, depuratore nella frazione Ninfo, ecc.). Riferendosi a chi eredita un patrimonio e non è capace di gestirlo, un detto serrese recita testualmente "lu Signuri nci manda pani a cui non ava dienti" oppure un altro molto simpatico "avaria mu nci lava li pedi e mu si mbiva l'acqua".

Veniamo, invece, a chi, e non sono certamente io, politicamente parlando, dovrebbe provare non poca ma, visto che hanno utilizzato tale termine, tanta vergogna: vergogna, politicamente parlando, dovrebbe provare chi, al momento del suo insediamento, si è trovato un progetto per il quale c'era solo da consegnare i lavori, da ultimare entro 70 (settanta) giorni lavorativi e invece ha fatto passare oltre tre anni e ancora non è finita. È vero che in Italia la burocrazia è lenta, ma far passare oltre tre anni per un lavoro di 70 giorni è veramente scandaloso (roba da Striscia la notizia) sia perché i cittadini di quelle zone che avrebbero potuto usufruire già da tre anni dell'acqua delle nostre sorgenti e sia perché il Comune avrebbe risparmiato circa 600mila euro (è stato il sindaco a parlare a Radio Serra di un risparmio di 200mila euro all'anno); vergogna, politicamente parlando, dovrebbe provare chi, per un anno, ha fatto spendere ai cittadini serresi oltre circa 60mila euro (600 euro per ogni viaggio, 2 a settimana) per il trasporto dell'umido al centro autorizzato (Vazzano?). Normalmente un trasporto da Serra a Lemezia (non a Vazzano?) costa meno di 200 (duecento) euro; vergogna, politicamente parlando, dovrebbe provare chi dopo tre anni dal suo insediamento è stato clamorosamente bocciato e sfiduciato da una parte della sua maggioranza; vergogna, politicamente parlando, dovrebbe provare chi, pur di mantenere la poltrona, è costretto ad ammettere la propria incompetenza politica abdicando (probabilmente la prima volta in Italia da quando c'è l'elezione diretta del sindaco) al proprio ruolo di sindaco a favore di un suo concorrente diretto; vergogna, politicamente parlando, dovrebbe provare chi, pur di mantenere la poltrona, è costretto a farsi dettare l'agenda amministrativa (personalmente dico meno male) da chi ha amministrato assieme al sottoscritto per cinque anni e, magari, fino all'inizio di marzo gli scriveva contro suoi giornali o su Facebook.

Tornando alla sfiducia nei miei confronti, l'amministrazione sorvola su un piccolo dettaglio e cioè che ero perfettamente cosciente di tale reazione avendo io, qualche giorno prima, revocato la giunta comunale, per cui niente di clamoroso o di non previsto. Ogni volta che il sindaco e l'amministrazione sono in difficoltà si nascondono dietro i debiti fuori bilancio che hanno dovuto approvare. Bene, su questo punto sarebbe molto interessante rendere edotti i cittadini sulle responsabilità di questi benedetti debiti, soprattutto quelli scaturiti dalle sentenze Pisani e Timpano o dalle transazioni, sono sicuro che ne vedremmo delle belle.

Caro sindaco e cari amministratori, stiamo andando verso la fine della legislatura. Ormai mancano circa venti mesi, guardate che dal "torcicollo miogeno aggravato da accentuato strasbismo" potrete guarire se prenderete consapevolezza e vi farete curare, anche perché, per fortuna, nella compagine i "medici" non vi mancano. Mi raccomando fate presto perché se continuerete a mentire a voi stessi vi troverete sommersi da una marea di voti, ma di scarto. Con due liste si incomincia a scommettere tra i 1200 ed i 1500, ma forse potrebbero essere di più; con tre liste, se sarete fortunati, arriverete terzi.

Un'ultima riflessione: non ho scheletri nell'armadio, sono una persona libera ed esprimerò sempre la mia opinione; non è attaccandomi personalmente usando parole offensive che qualcuno si possa mettere di traverso lungo la mia strada.

Bruno Rosi


Leggi anche:

Serra, FdI: «Attaccare la maggioranza è come sparare sulla croce rossa»

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno