Mercoledì, 14 Marzo 2012 12:28

Simbario, Romano: 'Quando l'incapacità diventa pericolosa'

Scritto da Redazione
Letto 1766 volte

mini fotoRiceviamo e pubblichiamo:

Il Sindaco di Simbario non perde occasione per vantare pateticamente e falsamente i vari successi della sua Amministrazione e intanto lascia al freddo i bambini delle scuole. Da diversi giorni ormai le scuole Simbariane vanno avanti con stufette del tutto inadeguate a causa della mancanza di gasolio per riscaldamento e i piccoli alunni rischiano seriamente di ammalarsi tra la totale indifferenza degli organi istituzionali. Sulla falsa riga di un comportamento ormai noto a tutti il politico da strapazzo che guida il governo Comunale decide di non decidere e si tira fuori, con la consueta ipocrisia, da quelle che sono responsabilità peculiari del suo ufficio. Lo fa nel modo più subdolo  adducendo a giustificazione della mancanza di gasolio varie "motivazioni"

tra cui furti inesistenti o tirando fuori guasti continui all'impianto di riscaldamento senza nemmeno riuscire a capire che i guasti, in ogni caso, andrebbero riparati. La verità è ben altra. Il Comune non paga i fornitori e i fornitori non forniscono! Mentre i bambini battono i denti nei loro giubbotti e sciarpe il freddo scalda la protesta delle mamme che mal sopportano l'idea di vedere i figli con tosse continua e altri problemi simili e si preoccupano di segnalare a chi scrive, non trovando altri validi interlocutori, il disagio che soprattutto i bimbi della scuola dell'infanzia stanno ormai vivendo da diversi giorni. E questo non è che l'ultimo episodio di una lunga serie di disservizi che da tempo colpiscono le scuole elementari e materna. Purtroppo conosciamo le dimensioni dell'inettitudine del Sindaco e  non ci resta che sperare che almeno le condizioni atmosferiche si dimostrino più "ragionevoli" ed evitino alle piccole vittime incolpevoli della  mediocrità  del Primo Cittadino qualche malanno di cui farebbero volentieri a meno.

Ovidio Romano

Articoli correlati (da tag)

  • Simbario, l'acqua è di nuovo non potabile Simbario, l'acqua è di nuovo non potabile

    SIMBARIO - Dall’inconveniente tecnico all’ordinanza di limitazione dell’uso di acqua potabile. A distanza di pochi giorni, dopo alcuni guasti registrati sulla rete idrica, il territorio comunale di Simbario torna a vivere il grosso disagio derivante dall’uso dell’acqua potabile. Questa volta però la limitazione non riguarda interventi tecnici di manutenzione bensì «la non conformità ai parametri microbiologici sui campioni di acqua prelevati».

  • Guasto alla rete idrica, Simbario rimarrà senz’acqua dalle 12 alle 20 Guasto alla rete idrica, Simbario rimarrà senz’acqua dalle 12 alle 20

    SIMBARIO - Dopo i disagi subiti durante la stagione estiva, con le ordinanze di non potabilità del luglio scorso e vari interventi tecnici alla rete, il territorio comunale di Simbario sarà sprovvisto di acqua durante la giornata odierna, dalle 12 e alle 20 a causa di «un  guasto alla rete idrica». Lo fa sapere il sindaco Ovidio Romano attraverso un avviso pubblicato sull’albo online. La situazione dunque, dovrebbe ritornare alla normalità nella tarda serata, di seguito agli interventi di manutenzione avviati nella mattinata dall’amministrazione comunale del piccolo centro montano.

  • Simbario, ordinanza del sindaco: l'acqua torna potabile Simbario, ordinanza del sindaco: l'acqua torna potabile

    Il primo cittadino di Simbario, Ovidio Romano, con una ordinanza emessa nella giornata odierna, ha disposto la revoca di un'altra ordinanza, del 21 luglio scorso, tramite la quale il sindaco del piccolo centro del Vibonese aveva deciso il divieto dell'uso dell'acqua ai fini del consumo umano. 

  • A Gerocarne studenti dell'Istituto Industriale e per Geometri impegnati nel progetto alternanza scuola-lavoro A Gerocarne studenti dell'Istituto Industriale e per Geometri impegnati nel progetto alternanza scuola-lavoro

    GEROCARNE Andare a scuola senza penna, matita e quaderni e imbrattarsi le mani di olio meccanico invece che di inchiostro. Per gli studenti dell’Istituto Industriale e per Geometri di Vibo, protagonisti del progetto alternanza scuola-lavoro (previsto dal Miur) è cambiato il modo di vivere la didattica. Di seguito alla nuova riforma, l’alternanza è diventata «un elemento strutturale dell’offerta formativa» che prevede almeno 400 ore da effettuare negli ultimi tre anni degli istituti tecnici e professionali e 200 nei licei.

  • Scuole vibonesi, Nesci scrive a Renzi: 'Garantire a tutti il diritto allo studio' Scuole vibonesi, Nesci scrive a Renzi: 'Garantire a tutti il diritto allo studio'

    «Le scuole devono essere messe nelle condizioni di garantire l’istruzione e la formazione degli studenti». 

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno