Martedì, 08 Maggio 2012 13:28

Spadola: Plebiscito per Barbara rieletto con 411 voti

Scritto da Mirko Tassone
Letto 1572 volte

mini giuseppe-barbaraSPADOLA – Nulla di nuovo sotto il sole. Con 411 voti, Giuseppe Barbara, più che la riconferma conquista un vero e proprio trionfo. Un risultato scontato, ma clamoroso, per l’entità. La lista “avversaria”, “Il Campanile”, guidata da Nicola Tassone ha conquistato, infatti, solamente ventisette preferenze. I numeri sono perfettamente in linea con una tornate elettorale in cui non c’è stato alcun rapporto competitivo tra le forze in campo. Quella appena conclusa, passerà, infatti, alla storia del borgo della Minerva come la prima elezione cittadina priva di un’autentica contrapposizioni politica. Con due liste, sostanzialmente espressione, della medesima colazione l’esito non poteva essere diverso. Quella spadolese, quindi, più che un’elezione è stato un vero e proprio plebiscito sia nella forma, che nella sostanza.

Privo di avversari diretti, Barbara, ha, infatti, dovuto allestire una lista amica per aggirare l’ostacolo rappresentato dal raggiungimento del quorum. Tuttavia, il dato che emerge, in maniera inequivocabile, anche alla luce delle pochissime schede bianche (14) e nulle (8), è l’elevato numero dei consensi ottenuti dalla lista di Barbara che, nel turno di ballottaggio, di due anni fa aveva conquistato 316 preferenze. Viene quindi da chiedersi che fine abbiano fatto gli elettori di quello che è stato il raggruppamento di “Spatule nel cuore della gente” che due anni fa aveva ottenuto 276 suffragi. Con tutta evidenza, una parte consistente degli elettori non ha dato ascolto alle sirene del non voto. Dei seicento votanti che hanno preso parte all’ultima tornata elettorale oggi ne mancano all’appello circa cento cinquanta. In altri termini più di cento elettori che due anni fa avevano votato per Michela Tassone si sono recati alle urne ed hanno espresso la loro preferenza a favore Giuseppe Barbara Barbara. Il nuovo consiglio sarà così composto: Giuseppe Barbara (Sindaco), Angela Valente, Domenico Ionadi, Cosimo Damiano Piromalli, Nicola Valelà,  Nicola Tassone, Cosmo Tassone.

Articoli correlati (da tag)

  • La campagna elettorale tra social e realtà: chi teme il confronto e chi maschera il fallimento La campagna elettorale tra social e realtà: chi teme il confronto e chi maschera il fallimento

    SERRA SAN BRUNO - Si sa che ogni campagna elettorale, con le sue liturgie e i suoi ministri del culto propagandistico, è una storia a sé e, dunque, quella che porterà Serra al voto amministrativo del prossimo 5 giugno è ancora tutta da scrivere. Però ci sono già alcuni elementi, soprattutto per ciò che riguarda le forme di comunicazione usate dai vari protagonisti in campo, che restituiscono un quadro fin qui inedito della paesana prassi della caccia al voto.

  • Serra verso le Comunali | Centrodestra, Rosi è già un ricordo lontano. Spunta l’ipotesi Tassone Serra verso le Comunali | Centrodestra, Rosi è già un ricordo lontano. Spunta l’ipotesi Tassone

    SERRA SAN BRUNO - In vista delle Comunali del prossimo giugno avrebbe un “asso nella manica”, già bello e pronto da giocare, il consigliere regionale Nazzareno Salerno, leader della locale coalizione di centrodestra, convinto ormai a dare definitivamente un “calcio al passato” e ad affrontare l’imminente campagna elettorale con una lista improntata al “rinnovamento”. 

  • Ancora furti nel Vibonese. L’auto degli ‘incappucciati’ di Fabrizia avvistata anche a Vazzano Ancora furti nel Vibonese. L’auto degli ‘incappucciati’ di Fabrizia avvistata anche a Vazzano

    Il 2015, ormai giunto agli sgoccioli, non sarà di certo ricordato come uno dei migliori anni per quel che concerne la questione sicurezza, legata in particolar modo alla lista lunghissima di furti e rapine registratesi sia all’indirizzo di abitazioni private che di diverse attività commerciali e istituti di servizi. 

  • Ghost, un nuovo arresto per espiazione pena Ghost, un nuovo arresto per espiazione pena

    112Nella mattinata odierna, i carabinieri della stazione di Soriano, diretti dal maresciallo Barbaro Sciacca, e guidati dal capitano della Compagnia di Serra San Bruno, Stefano Esposito Vangone, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione per espiazione di pena detentiva, nei confronti di Francesco Ida’, 35enne, pregiudicato, nato a Gerocarne. L’uomo, arrestato per scontare una pena di 4 anni e 5 mesi di reclusione, è stato condannato per il reato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

    Il provvedimento di arresto, emesso dalla procura generale di Catanzaro, è stato posto in essere in merito a quanto emerse a conclusione dell’operazione “Ghost” effettuata dalla Polizia di Stato all’inizio del 2009, con la quale è stata fatto luce su un giro di droga che avrebbe interessato nello specifico il territorio compreso tra i comuni di Pizzo, Soriano, Sorianello e Gerocarne.

    Ida’è stato accompagnato presso la casa circondariale di Vibo Valentia, dove venerdì scorso erano già stati condotti altri tre condannati - Giuseppe Capomolla, residente a Soriano; Pietro Nardo di Sorianello e Bruno Sabatino, residente invece a Gerocarne – interessati dalla stessa operazione antidroga.

  • Vibo, rapina ad un distributore: fermato Giuseppe Lo Bianco Vibo, rapina ad un distributore: fermato Giuseppe Lo Bianco

    mini Carabinieri-sorianelloVIBO VALENTIA - Sarebbe uno degli autori di una rapina ai danni di un distributore di carburanti che avrebbe fruttato nel complesso 15mila euro. Con questa accusa, i carabinieri hanno fermato nella giornata di ieri Giuseppe Lo Bianco, classe '72, pluripregiudicato appartenente all'ominimo clan operante nella città capoluogo. Il fatto risale intorno alle 18 di ieri, quando due persone con il volto coperto e armate di pistola, hanno fatto irruzione in un distributore situato nella centralissima viale Affaccio, intimando il titolare facendosi consegnare la somma in contanti che ammontava a 15mila euro. Subito dopo i malviventi si sarebbero dati alla fuga a bordo di un'autovettura, guidata da un altro complice. Scattato l'allarme, i carabinieri nel giro di pochi minuti sono riusciti a rintracciare la macchina in località Ottocanalli. Alla guida c'era lo stesso Lo Bianco che è stato immediatamente bloccato. Dalla perquisizione eseguita all'interno dell'autovettura, inoltre, i militari hanno rinvenuto un passamontagna nascosto sotto i sedili che sarebbe lo stesso utilizzato dai malviventi per compiere la rapina. Il 42enne, posto in stato di fermo e tradotto in carcere, è già noto alle forze in quanto rimasto coinvolto nell'operazione “Cash”, scattata nel luglio del 2011. Nei suoi confronti, infine, viene contestata anche un'altra rapina, messa a segno ad ottobre in un supermercato di Vibo.


     

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno