Giovedì, 24 Maggio 2012 17:26

Stamattina incontro in Prefettura: Scopelliti non riceverà il Comitato Pro Serre

Scritto da Redazione
Letto 1591 volte

mini manifestazione16aQuesta mattina alle ore 11.00 su convocazione di S.E. il Prefetto Michele Di Bari, si è tenuto nella sala riunioni della Prefettura di Vibo Valentia, un incontro a cui hanno preso parte una delegazione del comitato “Pro Serre” ed il sindaco di Serra San Bruno, Bruno Rosi, tra l’altro capofila della conferenza dei primi cittadini del distretto sanitario. L’incontro durato quasi un’ora e mezza ha rappresentato l’occasione concreta per ribadire, a scanso ormai di qualsiasi ultimo equivoco, come il territorio dell’entroterra vibonese sia ormai nei piani istituzionali, politici, sanitari e non solo, abbandonato a se stesso. La prova del nove arriva proprio dalla voce del Prefetto che nell’ambito dell’incontro di questa mattina ha comunicato ufficialmente la ferma intenzione del Presidente Scopelliti, Commissario ad Acta della sanità calabrese, di non voler ricevere il comitato in un ipotetico tavolo in cui evidenziare quella che è la drammatica situazione di crisi sanitaria

che pende sulle Serre come un’acuminata spada di Damocle ed in cui proporre potenziali soluzioni atte ad arginare questo grave stato di decadenza sanitaria, economia e sociale. Un secco rifiuto che il comitato ha incassato con l’ormai risaputa consapevolezza che il popolo delle Serre sia vittima di una politica che continua ad emancipare territori-elettorali con bacini più sostanziosi di quello in cui noi viviamo.

I rappresentanti del comitato hanno ribadito le criticità già note a S.E. il Prefetto ed hanno riferito quale sia lo stato di tensione che si respira attualmente nel comprensorio. Una tensione frutto del fatto che al momento non esiste alcuna struttura clinico-sanitaria capace di dare risposte concrete alle istanze di salute di 38.000 cittadini, lasciati alla mercé del proprio destino.

Anche le ultime evoluzioni, come la soppressione del servizio di puericultura nel consultorio, o l’ulteriore taglio dei posti letto privati nelle strutture convenzionate provinciali, vanno esplicitamente contro un’idea di sviluppo del territorio, anzi sono l’emblema concreto di come ormai anche i referenti istituzionali regionali e provinciali abbiano intrapreso una strada utile solo alla completa desertificazione dell’entroterra vibonese. L’incontro col Prefetto ha toccato altri punti oltre a quello dell’emergenza sanitaria, come il dilemma acqua potabile o lo smantellamento subito da altri enti ed uffici presenti fino a poco tempo fa nelle Serre ed oggi dislocati altrove. In seguito a quest’incontro ci sentiamo di confermare, se mai ce ne fosse il bisogno, che spetta solo ed esclusivamente ai cittadini continuare a ribadire con forza lo sdegno profondo che accomuna gli animi di un territorio abbandonato a se stesso, sul quale ormai da troppi anni si è abbattuto uno sciacallaggio di risorse e servizi emancipato dall’indifferenza dei rappresentati politico-istituzionali, che anche in questi giorni continuano a non proferire alcuna parola sul reiterato smantellamento della sanità delle Serre o sullo scandalo della gestione dell’acqua, scoppiato in seguito alle inchieste brillantemente condotte dai Nas e dalla Forestale sulla diga Alaco o su tutte le altre ingiustizie che stanno conducendo il comprensorio verso una prevedibile implosione.

Comitato civico Pro Serre

Articoli correlati (da tag)

  • Boom dello shopping online nel Vibonese: tra i prodotti più acquistati abbigliamento e libri Boom dello shopping online nel Vibonese: tra i prodotti più acquistati abbigliamento e libri

    Un’arma a doppio taglio quella della sempre più diffusa tendenza ad affidarsi all’e-Commerce per l’acquisto di prodotti di ogni genere. Una pratica che da una parte permette al cliente di avere il prodotto desiderato recapitato direttamente a casa propria in un breve lasso di tempo, ma che da un altro punto di vista sta concorrendo a affossare ulteriormente il mercato locale e le attività commerciali presenti sul territorio.

    Una questione aperta anche per i paesi della provincia di Vibo Valentia che sta via via scalando posizioni nella classifica dei territorio dove si ricorre con maggiore frequenza allo shopping online. A diffondere i dati del fenomeno è stato il gruppo Poste Italiane che ha proprio sottolineato come nella nostra provincia stia letteralmente volando l’e-Commerce nella fascia centrale della Calabria che comprende proprio le province di Vibo e Catanzaro, dove «nei primi nove mesi del 2018 Poste Italiane ha consegnato oltre 365mila pacchi. In pratica, quasi due pacchi a testa per ogni abitante, a dimostrazione dell’abitudine sempre più diffusa allo shopping online in ogni parte d’Italia, anche grazie alla capillarità e alla flessibilità del servizio di Poste Italiane che prevede consegne anche di sera e nel week end».

    Le principali categorie di acquisto riguardano l’abbigliamento (52%), libri e riviste (45%), ma anche cellulari, smartphone e tablet (37%), piccoli elettrodomestici (30%), prodotti per la cura del corpo (30%) o audio /video (30%). Il settore sarebbe dunque in crescita esponenziale, tanto che secondo le stime elaborate dal Politecnico di Milano in collaborazione con il consorzio Netcomm, il giro d’affari complessivo dell’e-commerce italiano raggiungerà a fine 2018 i 27 miliardi di euro, con un aumento del 15% rispetto all’anno precedente. Un trend di crescita che proseguirà nei prossimi anni, visto che il ritardo del nostro Paese nei confronti dei mercati più avanzati non è ancora colmato.

  • Tropea, incontro pubblico del comitato per il No Tropea, incontro pubblico del comitato per il No

    TROPEA Si moltiplicano gli incontri per dire No alla modifica della Carta costituzionale. Mercoledì 16 novembre, a partire  dalle 17, nella sala convegni di Palazzo Santa Chiara (Ex Ospedale) sita in Largo Ruffa a Tropea, si terrà un incontro pubblico incentrato sui temi riguardanti la riforma costituzionale Renzi-Boschi.

  • Meteo Serre, inversione di tendenza: temperature in calo. Previsti temporali nel fine settimana Meteo Serre, inversione di tendenza: temperature in calo. Previsti temporali nel fine settimana

    Sarà un mese d’agosto “ballerino” quello che, dal punto di vista meteorologico, interesserà la zona dell’entroterra vibonese. La cosa certa è che almeno nelle prossime ore e fino al fine settimana, si registrerà una variazione di tendenza che porterà temperature più miti e un brusco stop all’ondata di caldo che ha caratterizzato gli ultimi giorni.

  • Mortalità nelle Serre, a On the news si parla dello studio dell'Istituto superiore di sanità Mortalità nelle Serre, a On the news si parla dello studio dell'Istituto superiore di sanità

    On the news cambia veste e dalle amministrative passa al giornalismo di inchiesta affrontando il tema della mortalità nelle Serre, dopo il preoccupante studio dell’Istituto superiore di Sanità diffuso dal Comitato civico Pro Serre. Ospite il giornalista Salvatore Albanese, anche in veste di presidente del Comitato, assieme al sindaco di Fabrizia Antonio Minniti.

  • Playoff serie D | Rammarico Vibonese, rossoblu sconfitti in pieno recupero a Frattamaggiore Playoff serie D | Rammarico Vibonese, rossoblu sconfitti in pieno recupero a Frattamaggiore

    Si è conclusa in semifinale l'avventura della Vibonese negli spareggi promozione di serie D, girone “I”.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno