Stampa questa pagina
Lunedì, 24 Marzo 2014 09:36

Serrese in paradiso: è Promozione!

Letto 2018 volte

mini serrese_festaBastava un punto alla Serrese per vincere in campionato e conquistare, così, la meritata Promozione. I biancoblu di mister Amoroso, però, non si sono accontentati e, di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni, hanno ottenuto il diciassettesimo successo stagionale, battendo di misura il Piscopio, dando così inizio ai festeggiamenti, che sono proseguiti durante tutto il pomeriggio.

Dicevamo, una cavalcata trionfale, quella della Serrese, al termine di una stagione che ha visto Piccolo e compagni giocare un ruolo di protagonisti in questo campionato, vinto con ben cinque giornate di anticipo. Le inseguitrici, loro malgrado, non sono riuscite a tenere il passo della capolista. Troppo forte, quindi, questa Serrese, che dopo tanti anni torna ad occupare palcoscenici ben più importanti.

Non la migliore prestazione quella di ieri della neo promossa, che forse ha risentito dei postumi della partita di mercoledì a Rosarno in coppa Calabria.

Per quel che riguarda l'incontro, il tecnico di casa Amoroso deve rinunciare a tre assenze importanti, vale a dire Corsi, Fiorenza e Andreacchi.

L'undici iniziale era, dunque, composto da Piccolo, Romeo, Raffa, Ibrahim, Antonelli, Carchedi, Baroni, Zaffino, Valente, Di Siena, Crudo. A disposizione: Zaffino, Vellone, Inzillo e Albano.

Risponde il Piscopio con Michienzi, Musso, Barba, Cerra, Lo Bianco, Frija, Mondello, Montauro, Vasta, De Pascali, Ciardulli. A disposizione: Simonetti, D'Angelo, Muscaglione, Tomaino, Tamburro, Coscarella e Casuscelli.

Nella prima frazione le squadre si studiano, cercando di capire le intenzioni dell'avversario. È la Serrese però a portarsi in vantaggio per prima ed a chiudere i primi quarantacinque minuti in avanti, grazie ad una rete del solito Crudo intorno alla mezzora.

La ripresa non cambia più di tanto: da segnalare, tra le tante cose, una ghiotta occasione di Valente che, praticamente a tu per tu con il portiere spedisce la palla alta sopra la traversa ed una conclusione di Mondello sulla quale c'è stato l'intervento provvidenziale di Piccolo. In questa occasione, ci sono stati anche attimi di paura per il numero uno della Serrese, che nel respingere la conclusione a rete del giocatore giallorosso, è andato a sbattere con la testa contro il palo. Fortunatamente, però, il capitano si è ripreso poco dopo. 

L'incontro termina di fatto qui ed a fine partita sono iniziati i festeggiamenti, proseguiti anche dopo per le vie del paese. 

Archiviato il campionato, il 23 aprile la Serrese in quel di Lamezia Terme disputerà la finale di coppa Calabria contro l'Uria 2000, mentre a fine stagione – presumibilmente a giugno – ci sarà la Supercoppa tra le vincenti dei quattro gironi.

(foto di Domink Gallè)


 

Articoli correlati (da tag)