Giovedì, 05 Luglio 2018 17:11

Tutto pronto per la prima edizione del “SerreMarathon Mtb Race”

Scritto da Redazione
Letto 366 volte

«Un’iniziativa sportiva che rappresenta un formidabile traino di promozione turistica». Sono alte le aspettative per quella che sarà la prima edizione della “SerreMarathon Mtb Race”, un evento ciclistico organizzato dall’associazione “Asd Vibobikers Skatenati” con il sostegno delle amministrazioni comunali di Serra San Bruno, Fabrizia, Mongiana, Nardodipace e del Parco delle Serre, in programma per la prossima domenica 15 luglio.

L’intento è quello di «far conoscere i meravigliosi scenari dell’Appennino delle Serre Calabre», grazie a un tracciato da percorrere in mountain bike con partenza da Serra San Bruno, per poi attraversare il circuito di Faggio del Re a Fabrizia, le vette dei boschi di Nardodipace e Mongiana per, infine, fare ritorno a Serra.

Il raduno è fissato per le ore 7:30 della stessa domenica 15 luglio, con partenza programmata per le 9.00. I partecipanti dovranno essere in possesso di regolare tessera per attività ciclistica, valida per l’anno 2018, rilasciata dalla F.C.I. o da un altro ente di promozione sportiva aderente alla Consulta nazionale del ciclismo. Il ritiro dei pettorali e del pacco gara sarà però possibile dalle ore 16:00 alle ore 19:00 del giorno antecedente all’evento, sabato 14 luglio e dalle ore 07:00 alle ore 08:30 del 15 luglio stesso. All’atto del ritiro del pettorale dovrà essere esibita la tessera dell’atleta , documento di identità e copia del bonifico effettuato per il versamento della quota di partecipazione di 25 euro. Gli escursionisti non tesserati dovranno consegnare copia del certificato medico, dichiarazione di responsabilità con allegato documento di identità.

Gli iscritti dovranno inoltre, all’atto del ritiro del pettorale, pagare 2 euro per il noleggio del chip necessario alle registrazioni cronografiche.  La mancata restituzione del Chip a fine gara comporterà l’addebito di 30 euro a carico della società di appartenenza. Le attività di cronometraggio, la gestione delle iscrizioni online e la pubblicazione dei risultati di gara, sono stati affidati alla SpeedPass. Gli organizzatori si riservano la facoltà di chiudere le iscrizioni al raggiungimento di un numero di iscritti massimo, tale da garantire un corretto svolgimento della manifestazione.

Nel dettaglio il percorso ad anello, distinto nelle due versioni Granfondo e Marathon, si snoda all’ombra dei maestosi faggi, castagni, pini neri, ontani e abeti bianchi del Parco Naturale Regionale delle Serre. Salite, discese e single track curatissimi, il tutto da percorrere in totale sicurezza grazie alle numerose staccionate in legno poste a protezione e alle passarelle per superare i ruscelli e i fossi. La partenza è stata dunque programmata dal centralissimo corso Umberto I di Serra San Bruno, da dove si procederà in direzione del bosco di Santa Maria attraversando l’area di pertinenza alla Certosa. Si proseguirà verso la “Salita della Castagnara”, per poi attraversare la provinciale che imbocca verso il “Sentiero della Mongianella”. Giunti alla periferia di Fabrizia si percorre un velocissimo single track di 2 chilometri circa, al termine del quale è previsto il primo check point. Ci si immette nel “Percorso Garompolo” formato da single track e passarelle su sentieri battuti. Concluso uno splendido percorso eccone subito un altro: il circuito del “Faggio del Re”, con le sue aree attrezzate. Qui il primo ristoro, per poi iniziare la salita sul monte Crocco a quota 1273. Una volta scollinati si va in discesa, molto veloce ma non pericolosa, alla fine della quale c’è un altro single track. Giunti a località “Croce dell’Abate”, dove vi è il laghetto artificiale e un’area attrezzata per giochi all’aperto e picnic, verrà effettuato il secondo ristoro. Si attraversa il centro abitato di Fabrizia e si va giù in picchiata alla fiumara dell’Allaro. Qua la separazione con il percorso Granfondo, che prosegue diritto salendo a Mongiana, mentre la Marathon svolta a verso la salita di Nardodipace, la più dura della gara. Sono 450 metri di dislivello da fare in 5 chilometri. Fatto il terzo ristoro e attraversato il centro abitato di Nardodipace si punta verso la Ferdinandea (sede del Re Ferdinando di Borbone), località storica immersa completamente nel verde. Dopo aver fatto il quarto ristoro si sale al “Passo di Pietra Spada” a quota 1.350 metri, quota più alta della gara. Al Gpm sarà effettuato l’ultimo check point. Da qui inizia una discesa lunghissima e velocissima per arrivare a Mongiana dove verrà effettuato l’ultimo ristoro. Il “Sentiero Frassati” accompagnerà i bikers fino a Serra San Bruno dove è posto il traguardo finale. Per ulteriori info: www.serremarathon.com

          PRENOTA E RISPARMIA CON GULLI' BUS                         

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno