Mercoledì, 18 Aprile 2012 18:55

Via Sharo Gambino: la memoria calpestata

mini via_sharo_gambinoOnestamente avevo una certa vergogna ad affrontare quest’argomento, anche se, da tempo, avrei voluto farlo. Parliamo di Via Sharo Gambino in Serra San Bruno. Già all’intitolazione della strada ebbi pubblicamente a che dire con l’allora Sindaco, perché a mio giudizio fatta in modo un poco superficiale. Ciò, a rigor di cronaca, non prescinde dalla grande stima reciproca che vi era tra mio Padre e Raffaele Lo Iacono; quest’ultimo in tutte le occasioni ha sempre valorizzato la figura intellettuale di Gambino dimostrando sempre grande interesse per il lavoro dello scrittore. Secondo me una cerimonia commemorativa poteva starci, solo questo. Ma andiamo avanti. Viene messa comunque questa benedetta segnalazione (che vedete nella foto) e in una manovra un camion la calpesta. Era il periodo di commissariamento. Quella targa rimane miseramente attaccata al palo che vedete “accartocciato” per qualche giorno, poi se ne accorge Franco Gambino fratello prediletto di mio Padre che la raccoglie e la porta in Comune. Dopo qualche tempo la stessa targa calpestata, viene attaccata alla segnalazione di stop.

Pubblicato in CULTURA

mini serra_san_bruno_2SERRA SAN BRUNO - Tra i tanti problemi che affliggono la cittadina bruniana quello del randagismo, con il passare del tempo, sta prendendo contorni sempre più preoccupanti. Gli animali randagi che si aggirano indisturbati per le vie del paese sono sempre più numerosi e vari. Si va da quelli selvatici come volpi e cinghiali che, da quando è stato costituito l'ente parco, sono cresciuti di numero in maniera incontrollata e ormai si spingono in pieno centro abitato, a quelli più comuni come cani e gatti. Mentre gli animali selvatici, almeno fino ad oggi, hanno procurato danni relativamente piccoli a qualche campo coltivato, a qualche recinzione delle case costruite più ai margini del paese o al massimo a qualche pollaio, senza però mai arrivare a costituire una seria minaccia per i cittadini serresi, il discorso diventa ben più grave quando si parla di gatti e soprattutto di cani. Proprio oggi, infatti, l'ultimo episodio in ordine di tempo ha visto protagonista, suo  malgrado, una bambina del luogo di 13 anni, R.C., che è stata attaccata da un cane in pieno centro e per di più in un ora di punta. Secondo quanto raccontatoci dalla stessa bambina, all'uscita dalla messa domenicale a cui, come tutte le domeniche, aveva preso parte, la stessa è stata attaccata improvvisamente da un cane di grossa taglia. "Stavo facendo una passeggiata sul corso insieme ad una mia amica quando, d'un tratto e senza motivo, un enorme cane marrone mi è saltato addosso e mi ha morso prima ad una gamba e poi ad un braccio, strappandomi il giubbotto che indossavo. Ero spaventatissima e non sapevo cosa fare. Per fortuna è subito arrivato un uomo che è riuscito a spaventare il cane e a portarmi di corsa in chiesa, dove mi sono rifugiata."

Pubblicato in CRONACA
          PRENOTA E RISPARMIA CON GULLI' BUS                         

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno