Martedì, 05 Febbraio 2013 18:15

Cosche del Soveratese, le richieste del pm

mini SoveratoMano pesante del pubblico ministero Vincenzo Capomolla contro i presunti appartenenti della cosca Sia-Procopio-Tripodi, operante nel Soveratese. Il pm - nell'ambito dell'operazione ''Showdown'' - ha chiesto al giudice per le udienze preliminari, Assunta Maiore, condanne con pene variabili dai 3 ai 14 anni di reclusione. Tra le persone coinvolte c'è anche il brigadiere dei carabinieri, Vincenzo Alcaro, per il quale sono stati richiesti 10 anni di carcere, in quanto accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Le altre condanne riguardano Daniela Iozzo (4 anni), Bruno Procopio (3 anni e 8 mesi), Pietro Aversa (6 anni), Vincenzo Bertucci e Patrick Vitale (12 anni), Francesco Vitale (4 anni), Vincenzo e Giuseppina Mirarchi e Pietro Danieli e Vincenzo Todaro (3 anni), Angelo e Giuseppe Santo Procopio (10 anni) e Vincenzo Ranieri (8 anni).
Pubblicato in CRONACA

 

mini franco-violaVIBO VALENTIA – Ultimo impegno dell’anno per la Vibonese del duo Ferrante – Viola che domani pomeriggio, al “Bisceglia” di Aversa, affronterà i ragazzi del presidente Spazzaferri. Quella contro i campani è un’ occasione da non perdere per Corapi e compagni, sempre più determinati a chiudere in bellezza il girone di andata dove, fino ad oggi, i rossoblu hanno ottenuto cinque vittorie, sei pareggi e otto sconfitte. Il tecnico della Vibonese, Franco Viola (foto), è categorico nel commentare l’impegno di domani:  «Dobbiamo e vogliamo chiudere il girone di andata con un risultato positivo». Il componente dello staff tecnico rossoblu, nel presentare la sfida in territorio campano, parte dal rendimento interno tenuto dagli avversari e arriva alle ultime sfortunate prove della Vibonese: «L’Aversa Normanna – Viola – è una squadra che fra le mura amiche ha una marcia in più. Non a caso ha conquistato ben 20 punti, perdendo una sola volta. Questi numeri testimoniano pertanto il grado di difficoltà della sfida di domani. Allo stesso tempo noi veniamo da tre uscite esterne negative, nelle quali abbiamo raccolto meno di quanto meritato, per cui da parte nostra c’è una gran voglia di far bene e di non commettere gli errori del recente passato». Non è da escludere, inoltre, che anche ad Aversa saranno tanto i giovani schierati dal duo Ferrante - Viola. Contro l’Isola Liri, infatti, i tecnici della Vibonese hanno utilizzato, fin dal primo minuto, ben 5 ragazzi del ’91 e due del ’90. «E’ da inizio anno che schieriamo tanti giovani – conclude Viola – e siamo contenti per il modo in cui stanno giocando e per come stanno crescendo. Ne mandiamo in campo diversi e tutti godono di grande attenzione e considerazione. Siamo fra le squadre che impiegano più under e d’altra parte queste sono state, fin dall’inizio, le indicazioni della società, che per mantenersi a lungo in questa categoria ha bisogno di puntare fortemente sulla linea verde».  Lo staff medico diretto dal dottore Cino Bilotta, intanto, ha recuperato il centrocampista Giuseppe Benincasa che questo pomeriggio è regolarmente partito per la Campania. Non convocati, invece, il capitano Caridi, infortunato, e l’esterno Amendola, che non ha smaltito i postumi dell’influenza. Questa la lista dei convocati  per il match di domani
Portieri: De Filippis, Saraò.
Difensori: Cosentino, D’Agostino, Di Berardino, Oliva, Salvatori
Centrocampisti: Benincasa, Borghetto, Corapi, Cosenza, Mazzetto, Mercuri, Petrucci, Vitale
Attaccanti: Caraccio, De Francesco, Doukara, Puntoriere, Saturno

 

Pubblicato in SPORT

 

mini CORAPIVIBO VALENTIA - Allenamento odierno per l’undici del duo Ferrante – Viola in vista dell’impegno di domenica prossima contro i campani dell’ Aversa Normanna. Il ben noto problema della mancanza di strutture cittadine obbliga la squadra e lo staff tecnico rossoblù a continui pellegrinaggi e impone la società ad effettuare una continua ricerca di campi disponibili dove poter far allenare la squadra. Nel corso della seduta, tutti i componenti l’organico rossoblù hanno preso parte al test contro la formazione Berretti, ad eccezione di Caridi, fermo per via di uno stiramento al flessore, e di Benincasa, che per via di un problema al flessore si è allenato a parte, anche se per domenica dovrebbe recuperare (lo staff medico è comunque già all’opera per rimetterlo in sesto). Il fantasista rossoblu, Corapi, ha commentato così la vittoria di una settimana fa contro l’ Isola Liri: «Ci tenevamo troppo a vincere quella gara – ha detto il centrocampista – anche perché venivamo da due brucianti ko. E siamo stati bravi a non andare in tilt riuscendo per ben due volte a recuperare lo svantaggio ed a ribaltare il punteggio, dopo un primo tempo nel quale non abbiamo giocato per come sappiamo, forse frenati dalla paura di sbagliare. Ci abbiamo creduto fino all’ultimo e questo testimonia ancor di più la forza del gruppo. Nella ripresa non c’è stata storia. Loro hanno finito in sofferenza sul piano atletico, mentre noi ne avevamo ancora tanta in corpo». L’ultimo pensiero di Corapi è per il prossimo avversario: «L’Aversa Normanna è una squadra che in casa concede pochissimo e fra le mura amiche ha una marcia in più. Da parte nostra c’è la ferma intenzione di chiudere l’anno con un risultato positivo, anche perché la classifica in basso rimane sempre corta. Dovremo giocare con massima attenzione e senza commettere sbagli. Nelle ultime gare giocate in trasferta abbiamo raccolto molto meno di quanto meritato ma ciò è avvenuto soprattutto per colpa nostra. Ecco perché è necessario ridurre al minimo gli errori e tenere elevata la concentrazione per tutto il match».

Pubblicato in SPORT
Giovedì, 15 Dicembre 2011 11:39

Faida del Soveratese, 18 fermi

Soverato18 provvedimenti di fermo emessi dalla Dda di Catanzaro, di cui 14 eseguiti stamattina dai carabinieri del Comando provinciale del capoluogo e della Compagnia di Soverato. L'operazione di stamane punta a fare luce sulla faida che ha interessato una vasta area compresa tra le province di Catanzaro, Reggio Calabria e Vibo Valentia. I fermati farebbero parte, secondo gli inquirenti, delle presunte cosche Sia-Procopio-Tripodi che sarebbero attive sul territorio di Soverato, Davoli, San Sostene, Montepaone e Montauro. L'accusa a vario titolo, per tutti i fermati, è di associazione per delinquere di tipo mafioso, omicidio, sequestro di persona, estorsione, rapina e ricettazione. Nel corso della stessa operazione gli uomini del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Catanzaro hanno sequestrato beni mobili ed immobili per un valore di 30 milioni di euro. Le persone fermate sono: Pietro Aversa (56 anni); Vincenzo Bertucci (28); Pasqualino Greco (50); Antonio Gullà (44); Michele Lentini (40); Giovanni Ativo (28); Giuseppe Pilieci (39); Angelo, Manuel, Fiorito e Francesco Procopio (25, 30, 58, 22); Giandomenico Ratta' (29), Mario Franco Sica (57) e Francesco Vitale (25).

 

 

 

Pubblicato in CRONACA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno