mini Tonno-Callipo-tifoseriaLa Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia domani pomeriggio (fischio d’inizio ore 18) sarà impegnata sul campo della matricola lombarda. Dopo la vittoria ottenuta in casa contro il Tuscania, Forni e compagni vanno a caccia del primo brindisi fuori casa per dare continuità sia nelle prestazioni che nei risultati. Il palleggiatore dei giallorossi, Jack Sintini, presenta la gara: "Stiamo lavorando bene. La vittoria contro Tuscania ci ha dato fiducia e maggiore consapevolezza. Siamo sulla strada giusta e carichi per la trasferta di Brescia"

La formazione di coach Fefè De Giorgi a caccia della seconda vittoria consecutiva in campionato dopo il successo ottenuto sul Tuscania. Da una neopromossa all’altra: domani i giallorossi scenderanno sul campo di un’altra, la Centrale Mcdonald’s Brescia. La guida al match:

QUI TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA Dopo la vittoria conquistata in casa contro il Tuscania, i giallorossi di coach Fefè De Giorgi ripartono con rinnovato slancio ed entusiasmo. Ad attendere Forni e compagni un’altra trasferta (la seconda più lunga del campionato) sul campo di un’altra compagine neopromossa, la Centrale Mcdonald’s Brescia. La gara casalinga di domenica scorsa contro la formazione laziale ha messo in mostra una squadra che aveva tanta voglia di cancellare il ko all’esordio di Ortona e di ben figurare per la prima volta davanti al pubblico di casa. Si sono intravisti notevoli passi in avanti sul piano del gioco e della coesione di gruppo in un match che è servito non solo a mettere in cascina i primi tre punti della stagione, ma anche per aumentare l’autostima e il morale all’interno dello spogliatoio. Coach Fefè De Giorgi chiede continuità di prestazioni e di risultati ai suoi ragazzi. Tutti a disposizione del tecnico salentino ad eccezione ancora dell’infortunato Paoli sempre fermo ai box. Jack Sintini traccia la linea da seguire: "Andiamo a Brescia carichi di più positività dopo la bella vittoria qui in casa con Tuscania. Stiamo crescendo, andiamo lì con tanta fiducia decisi a fare bene. Stiamo lavorando molto bene secondo me già da un po’ di tempo, ad Ortona – ha sottolineato il palleggiatore giallorosso - non eravamo riusciti a mettere in campo per tutta la partita il valore reale che abbiamo. La vittoria ci dà morale, consapevolezza e fiducia e ci fa credere nel lavoro che stiamo facendo, che siamo sulla strada giusta". Un campionato che, dopo le prime due giornate, non vede nessuna squadra a punteggio pieno: "All’inizio ci può stare, nessuna squadra ha trovato la quadratura giusta, i valori reali si vedranno più avanti. Penso che per quello che ci riguarda dobbiamo pensare molto a noi stessi e guardare al nostro gioco indipendentemente dall’avversario che ci troveremo di fronte. Occhi puntati sulla partita di Brescia e cerchiamo sempre di migliorare".

QUI CENTRALE MCDONALD’S BRESCIA Una delle peculiarità più interessanti della compagine bresciana è quella relativa all’estrazione geografica dei propri atleti. Su 16 pallavolisti componenti la rosa della formazione lombarda, ben 11 sono nativi del capoluogo di provincia bresciano. Una forte territorialità che permette al sodalizio presieduto da Giuseppe Zambonardi di fare affidamento su un vivaio florido sia sotto il profilo qualitativo che quantitativo. Brescia è ritornata in Serie A dopo 12 anni dall’ultima volta in cui disputò la Serie A2 nella stagione 2001-2002 (all’epoca la squadra era la Gabeca Brescia del presidente Gabana). Oggi il team lombardo si affaccia nuovamente alla grande pallavolo con uno spirito battagliero e con l’obiettivo preciso di riportare saldamente la città di Brescia nell’olimpo della pallavolo italiana. Il ritorno in Serie A è culminato con un esordio in campionato negativo con la sconfitta casalinga rimediata contro l’altra neopromossa Reggio Emilia. Ma già alla seconda giornata, la squadra di coach Roberto Zambonardi ha sfiorato l’exploit in trasferta su un campo ostico come quello di Castellana perdendo la partita solo al quinto set. Mattatore della sfida è stato l’opposto Paoletti, top-scorer del match con 26 punti (39 punti totali per la bocca di fuoco bresciana nelle prime due partite di campionato). Al palleggio c’è Davide Quartarone, regista siciliano con trascorsi in A2 e A1 e che nella stagione 2011-2012 giocò a due passi da Vibo Valentia (in B1 a Pizzo con la Pubbliemme Group Volley Pizzo). In posto 4 giostrano Rodella  e Bellini (anch’egli con trascorsi in A2 a Segrate), mentre al centro troviamo Signorelli e Agnellini. Il libero è Enrico Peli, classe 1985, atleta esperto con tanti campionati di A2 alle spalle tra Bologna e Reggio Emilia.

Dirigeranno l’incontro i signori Roberto Pozzi di Alessandria (in Serie A dal 2010) e Massimo Piubelli di Soave (VR) (in Serie A dal 2008).

 

Pubblicato in SPORT

mini callipovolleyAvvio sottotono per la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia che cade sul campo della formazione abruzzese. Dopo un ottimo primo set con un Gavotto in grande spolvero (9 punti), la formazione di De Giorgi cade sotto i colpi degli avversari e non riesce più a ritrovare la bussola. Ortona, trascinata da Michalovic e Di Meo e da un’ottima prova corale, rimonta e conquista agevolmente una vittoria meritata. Non basta un super Gavotto ai giallorossi. L’opposto chiude la partita con 22 punti (top-scorer del match con il 53% in attacco). Buona prova dei centrali  Forni e Presta in attacco, ma a muro a fine partita i blocks saranno solamente tre (uno a testa per Gavotto, Vedovotto e Sintini)

Brutto avvio di stagione per la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Esordio amaro per i giallorossi in quel di Ortona; la formazione di coach Fefè De Giorgi è stata sconfitta con il punteggio di 3-1 dalla Sieco Service Impavida Ortona. Un passivo pesante per i calabresi capaci di imprimere un buon ritmo in avvio di partita e di imbastire un gioco efficace e letale per l’avversario abruzzese. E nel primo parziale la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, fin dai primi scambi, ha avuto vita facile mostrando il piglio della grande squadra. Ma è stato un passaggio effimero, perché Ortona ha iniziato a macinare gioco e punti sorretta dal suo caloroso pubblico e la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia non ha più ritrovato la bussola nonostante coach Fefè De Giorgi le abbia provate davvero tutte per raddrizzare la barca che affondava. E così, proprio come avvenne sette anni fa alla prima in A2 dopo la retrocessione con la sconfitta casalinga all’esordio contro Spoleto, la Tonno Callipo approccia la nuova realtà del campionato di A2 UnipolSai con una sconfitta.

Le formazioni in campo sono quelle annunciate alla vigilia con coach Nunzio Lanci, tecnico di Ortona, che deve fare a meno dell’ex Cisolla e di Moretti. Gli abruzzesi partono con Andrea Lanci al palleggio, Michalovic opposto, Simoni e Guidone al centro, Di Meo e di Paola gli schiacciatori, Cortina libero. Coach De Giorgi schiera Sintini in regia, Gavotto opposto, Forni e Presta i centrali, Zanuto e Vedovotto in posto 4, Cesarini libero. Nel primo set i giallorossi partono con il piede pigiato sull’acceleratore e si portano subito sull’1-5. Ortona non riesce a dare continuità al suo gioco in attacco e Forni e compagni ne approfittano portandosi avanti sul 6-12. Ortona però ritrova l’abbrivio e si riporta sotto 12-14 costringendo coach De Giorgi a interrompere il gioco e chiamare il suo primo time-out discrezionale. La squadra di coach Lanci si avvicina ulteriormente sul 13-14, ma la Tonno Callipo riesce ad uscire dal pantano e ritrovare nuovamente la fuga giusta che la porta sul 14-18 dopo l’attacco terminato out di Michalovic. Vedovotto firma l’ace del 15-22, la Sieco Service non reagisce più e i giallorossi conquistano il parziale 15-25 dopo il fallo di doppia chiamato al palleggiatore e capitano ortonese Andrea Lanci. Autentico trascinatore dei calabresi nel primo set uno scatenato Gavotto autore di 9 punti. Nel secondo set la fa da padrona l’equilibrio, ma Ortona trova il break con Michalovic (7-5); gli abruzzesi allungano ancora, 9-6, e coach De Giorgi chiama tempo. Vibo ricuce e si riporta sotto 12-11, ma Ortona riallunga 14-11 e costringe il tecnico salentino a stoppare nuovamente il gioco. Aumentano le difficoltà in ricezione e allora ecco in campo Korniienko per Zanuto, ma Ortona allunga ancora e si porta sul 21-16 con Michalovic. Di Meo trova anche il 24-17 e chiude i conti a favore dei suoi, 25-17. Nel terzo set una frastornata Tonno Callipo lascia campo libero agli abruzzesi capaci di timbrare tre volte il cartellino a muro e di andare sul 5-1. Coach De Giorgi tenta la carta della nuova diagonale palleggiatore-opposto con Marchiani e Medic in campo, rispettivamente, per Sintini e Gavotto, ma i giallorossi brancolano nel buio e non trovano più la retta via con Ortona che ha vita facile con Michalovic e Di Meo scatenati. Vibo cade 25-16 lasciando campo libero agli avversari. In avvio di quarto set ritorna l’equilibrio sul parquet, ma è ancora Di Meo a tracciare il primo solco per Ortona che si porta sull’8-5. La Tonno Callipo tenta di colmare il gap riportandosi a -1 sull’11-10, ma è un fuoco di paglia perché i padroni di casa si riportano sul 15-12. Si infortuna Di Meo e al suo posto entra in campo Maiorana (a Vibo in B2 nel 2008-2009). Ortona continua ad attaccare e allunga ancora sul 22-16 con il muro di De Paola su Gavotto.

I giallorossi tentano una timida reazione, ma non c’è più nulla da fare. Ortona chiude i conti 25-18 e conquista meritamente la vittoria da tre punti.

IL TABELLINO

SIECO SERVICE ORTONA-TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-1 (15-25, 25-17, 25-16, 25-18)

SIECO SERVICE ORTONA: Simoni 6, Guidone 5, De Paola 13, Michalovic 20, Di Meo 16, A. Lanci 1, Maiorana, Cortina (L), Toscani (L2). Non entrati: Ceccoli, Matricardi, Orsini. All.: N. Lanci
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Medic 2, Sintini 2, Cesarini (L), Korniienko 1, Marchiani, Forni 7, Vedovotto 12, Zanuto 7, Gavotto22, Korzenevics, Feroleto, Presta 7. Non entrati: Sardanelli (L2) All.: De Giorgi
ARBITRI: Bellini di Foligno (Pg) e Oranelli di Baiano di Spoleto (Pg)
NOTE: durata set 25’, 25’, 25’, 29’. Tot.: 1h e 44’

 

Pubblicato in SPORT

mini consigliosorianoSORIANO CALABRO – Disco verde del consiglio comunale sull'intitolazione di un campo da tennis a Filippo Ceravolo, il giovane ucciso per errore due anni fa sulla strada che collega Pizzoni a Soriano. Accolta, dunque, la richiesta della minoranza, che inizialmente aveva avanzato la proposta di intitolare il campo di calcetto, poi modificata in quanto questo era già intitolato ad una ragazza morta anni fa. "Ci sembra legittimo – avevano dichiarato i componenti dell'opposizione prima della seduta - intitolare un' area frequentata da giovani nel nome di Filippo Ceravolo, affinché questo servi a ricordarlo per come lo conoscevamo tutti, un giovane amante dello sport". Oltre a questo, il consiglio ha dato il via libera anche ad un altro punto, per ricordare la figura di Filippo, ovverosia l'istituzione di una borsa di studio di un valore di 500 euro, le cui modalità verranno concordate nei prossimi giorni con la preside dell'istituto comprensivo. Nonostante tutto, però, non sono mancate le polemiche: prima ancora venisse dichiarata chiusa la seduta, il papà di Filippo, Martino Ceravolo, ha chiesto di intervenire, ma il presidente del Consiglio, Vincenzo Bellissimo, ha replicato dicendo di “aspettare la fine del consiglio, perchè questo prevede la procedura”. Gli animi, quindi, si sono surriscaldati, tanto che è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine. Il sindaco Francesco Bartone ha, dunque, preso la parola, criticando la minoranza, rea a suo dire di “strumentalizzare il tutto e di cavalcare l'onda del disagio”. Critiche, queste, che la minoranza ha subito respinto. Al termine della seduta, Martino Ceravolo è riuscito, comunque, a fare il suo intervento, scagliandosi contro amministrazione e mondo dell'associazionismo, “colpevoli di aver lasciato da sola la mia famiglia nell'organizzazione della fiaccolata che si sarebbe dovuta tenere il 25 ottobre prossimo. Ed, invece – ha proseguito il papà di Filippo – ho deciso che non ci sarà nessuna fiaccolata, soltanto una messa per il secondo anniversario dall'omicidio di mio figlio”.

Omicidio che, come in molti ricorderanno, è avvenuto la sera del 25 ottobre 2012, quando il giovane si trovava in auto in compagnia di Domenico Tassone. Filippo aveva deciso di recarsi a Pizzoni per trovare la ragazza e, al ritorno, aveva chiesto un passaggio proprio a Tassone, vero obiettivo dei sicari. Per una tragica fatalità, il destino ha voluto che a morire fosse proprio Filippo. 

 

Pubblicato in CRONACA

mini logo_lnd_dilettantiMessi da parte gli entusiasmi per il meritato primato in classifica, ieri il Soriano avrebbe dovuto affrontare il Gioiosa Jonica in trasferta in uno degli anticipi della quarta giornata del campionato di Promozione, girone "B". La sfida però, strano ma vero, è stata sospesa dal direttore di gara (il signor Critelli di Catanzaro) proprio allo scadere per impraticabilità del campo. Il terreno di Bovalino, infatti, a causa delle forti piogge che hanno interessato l'incontro, era impraticabile, tanto che anche le linee erano state addirittura cancellate. C'è, però, da chiedersi: perchè continuare a giocare per tutta la seconda frazione e sospendere l'incontro solo al '90, quando il terreno di gioco versava già in condizioni impietose? Non è dato sapere la risposta, ma il Soriano certamente è stato penalizzato da questa decisione, visto che i rossoblu avevano già la vittoria in mano, per un gol messo a segno da Nesci ad inizio ripresa. Adesso bisognerà attendere la decisione del giudice sportivo. 

E' durata, invece, soltanto 25 minuti la sfida tra Bianco e Brancaleone. Anche in questo caso a vincere, purtroppo, è stata la pioggia e l'arbitro Fiumara di Crotone non ha potuto fare altro, viste le condizioni del campo, di rinviare il match a data da destinarsi. 

Vince, invece, l'Aurora Reggio che, così facendo, si porta momentaneamente al secondo posto in compagnia di Deliese (che affronterà oggi pomeriggio la Cittanovese), Locri, che ieri ha pareggiato 1-1 contro la Villese e Soriano. 

Il cartellone della quarta giornata riserva anche la sfida tra Serrese e Polistena, che andrà in scena oggi pomeriggio alle ore 15.30, presso lo stadio "La Quercia" di Serra San Bruno.

Riportiamo di seguito i risultati degli anticipi, il programma di oggi e la classifica

4^ giornata

Gioiosa Jonica-Soriano sospesa
Bianco-Bagnarese sospesa
Aurora Reggio-Calulonia 2-0
Villese-Locri  1-1
Serrese-Polistena oggi pomeriggio
Cittanovese-Deliese ""
Marina di Gioiosa-San Giuseppe ""
Rizziconi-ReggioMediterranea ""

Classifica

Villese  8
Deliese 7*
Soriano 7*
Aurora Reggio 7
Locri 7
Cittanovese 6*
San Giuseppe 5*
Marina di Gioiosa 5*
Bagnarese 4*
Serrese 4*
Gioiosa Jonica 4*
Rizziconi 3*
Caulonia 3
ReggioMediterranea 1*
Polistena 1*
Bianco 0*


*UNA PARTITA IN MENO


Pubblicato in SPORT
mini serrese2015nuovaLa prima partita di campionato casalinga della Serrese si tinge di rosa. Oltre al colore delle casacche della terna, a dirigere il match è una donna, l’arbitro Molinaro di Lamezia.
Sia la squadra di casa che gli ospiti della ReggioMediterranea avevano collezionato un pareggio all’esordio in campionato, l’una contro il San Giuseppe e l’altra affrontando in casa la Villese. L‘atmosfera  allo stadio “La Quercia” comincia a scaldarsi da subito. Al 3’, Soluri – protagonista di un’ottima gara – comincia a dirigere il gioco dei biancazzurri, che con Andreacchi sulla sinistra tentano di passare la difesa avversaria. La squadra ospite reagisce un minuto più tardi con un tiro impreciso di Petilli. Nonostante un po’ di disordine in campo, i tentativi di attacco arrivano da entrambe le parti ma senza esito. Al 9’, la Serrese rischia: Ruga perde palla ma il tiro di Manno viene neutralizzato da un attento Savastano. Subito dopo, dalle fila della Serrese, Soluri e Zaffino si rendono protagonisti portando la Serrese in avanti, che sblocca il risultato al 16’ con un gol dello stesso Zaffino servito in area da Nicolavici.  Al 18’, Zaffino – uno dei migliori in campo – ci riprova a metterla dentro dalla distanza ma il tiro va a lato. I padroni di casa cercano ancora di allungare il risultato con Andreacchi che manda la palla sul fondo.
La partita comincia a farsi più accesa con falli da entrambe le parti. La Serrese è messa meglio in campo anche se i reggini non stanno a guardare, e al 34’ approfittano di un liscio in area di Rosi ma Manno si mangia l’occasione del pareggio. Qualche minuto dopo, Savastano si supera e para una deviazione del poco attento Rosi che rischia l’autogol. Allo scadere, Martino riporta in parità il risultato anche se in pieno recupero la Serrese si riporta in vantaggio con Carchidi.
Al 2’ della ripresa Sapone si procura un rigore ma l’impeccabile Savastano non si fa sorprendere parando il tiro dal dischetto di Manno. Durante il resto della seconda frazione di gioco è la Serrese gestisce il match trascinata dagli ottimi Soluri, Zaffino e Andreacchi. Al 20’ il poco brillante Rosi lascia il campo. Al 29’ viene fischiato un fuorigioco inesistente su Giuggioloni che avrebbe incrementato il vantaggio dei padroni di casa.
La Reggio Mediterranea prova a riportare il risultato in parità sfruttando qualche timido calcio piazzato. Nel frattempo Andreacchi lascia il posto a Barba. Randò entra invece al posto dell’ottimo Soluri che si dirige in panchina tra gli applausi del pubblico, protagonista anch’esso di qualche circoscritto tafferuglio, scatenato dal mediocre arbitraggio della giovane Molinaro che ha fatto continuare la partita abbondantemente dopo la fine dei 5 minuti di recupero, quando Savastano si è reso ancora protagonista parando un calcio di punizione di Manno dal limite.

Per quel che riguarda gli altri incontri che si sono disputati oggi pomeriggio, la Cittanovese si porta da sola al comando grazie al tennistico 6-0 contro il Polistena. Buono anche il pareggio conquistato dal Soriano in trasferta contro l'ostico Marina di Gioiosa. Vince, invece, di misura il Rizziconi, che archivia la pratica Bagnarese con un gol di Ielo. La Deliese, infine, ottiene i suoi primi tre punti di questa stagione, battendo in casa il Locri con il risultato di 2-0. Questi i risultati completi della seconda giornata e la classifica

Risultati 2^ giornata

Aurora Reggio - San Giuseppe 0-0 (giocata ieri)
Gioiosa Jonica - Bianco 3-0 (giocata ieri)
Villese - Caulonia 3-1 (giocata ieri)
Serrese - ReggioMediterranea 2-1
Marina di Gioiosa - Soriano 0-0
Rizziconi - Bagnarese 1-0
Cittanovese - Polistena 6-0
Deliese - Locri 2-0


Classifica

Cittanovese  6
Deliese 4
Marina di Gioiosa 4
Soriano 4
Villese 4
Serrese 4
Gioiosa Jonica 3
Bagnarese 3
Locri 3
Rizziconi 3
San Giuseppe 2
Aurora Reggio 1
ReggioMediterranea 1
Polistena 1
Bianco 0
Caulonia 0


Pubblicato in SPORT

mini curvasanbrunoArchiviata la sconfitta interna in coppa Italia contro la Promosport, adesso l'attenzione in casa Serrese è tutta verso il campionato di Promozione, il cui inizio è fissato per sabato 13 settembre. Esordio tutt'altro che semplice per i biancoblu che, alla prima giornata, andranno a Gallico per affrontare il San Giuseppe. L'altra vibonese presente nel girone "B", il Soriano, affronterà la prima sfida in casa contro il Rizziconi. Il derby tra Serrese e Soriano, invece, è in programma per la penultima giornata. Clicca qui per visualizzare sia il calendario dei gironi "A" e "B". Queste, inoltre, tutte le altre informazioni riguardanti il campionato: 

 
Sosta Feste Natalizie: 28 dicembre 2014 e 4 Gennaio 2015
Fine campionato: 19 Aprile 2015
 
EVENTUALI SPAREGGI
 
Eventuali spareggi promozioni e/o retrocessioni dirette – Mercoledì 22 aprile 2015 (campo neutro)
 
PLAY – OFF e PLAY-OUT
 
Date presunte Play-Off
---> I° turno domenica 26 aprile 2015 (gara unica in casa della migliore classificata)
---> Finale domenica 3 maggio 2015 (gara unica in casa della migliore classificata)
---> Eventuale spareggio tra le vincenti dei Play-Off – domenica 10 maggio 2015 (campo neutro)
 
Date presunte Play-Out
---> I° turno domenica 26 aprile 2015 (gara unica in casa della migliore classificata)
 
(foto di Alessandro Timpano)

Pubblicato in SPORT

 

mini curvasanbrunoL’estate, ormai, è entrata nel vivo e con Ferragosto alle porte, per la Serrese non c’è tempo di pensare alle vacanze. I tempi stringono e, tra meno di un mese, la squadra del presidente Albano si ritroverà da subito in campo per il primo impegno ufficiale della stagione: il Comitato Regionale Calabria della Lega Nazionale Dilettanti ha, infatti, diramato il calendario della coppa Italia ed, i bianco blu, sono stati inseriti nel 6° girone, in compagnia di Promosport e Sersale. La prima partita, che si disputerà domenica 31 agosto, vedrà proprio di fronte le ultime due, mentre la Serrese osserverà il turno di riposo.

Le altre compagini vibonesi, Soriano e Filogaso, sono finite entrambe nel 9° girone, composto anche dal Sersale; mentre la Vibonese è stata inserita nel 10° girone, con Polistena e Rizziconi.

Per quanto riguarda, invece, l'accoppiamento della seconda gara, onde evitare – come si legge nel comunicato – che “l'ultima delle tre gare possa perdere di significato, viene stabilito che la squadra che perde la prima partita deve disputare la seconda gara contro la terza squadra dello  stesso girone, in casa se ha disputato la prima gara in campo esterno, in trasferta se ha disputato la prima gara in casa”. In caso di parità nella prima gara, nel medesimo girone, la seconda partita viene giocata sul campo della squadra che ha riposato nella prima giornata, contro la squadra che ha disputato in casa la prima gara.

Il terzo incontro, invece, è previsto per domenica 7 settembre.

Accederà al turno successivo la migliore classificata di ogni girone. In caso di parità di punteggio fra due o tre squadre per ogni girone, al fine di determinare la squadra da ammettere al turno successivo, si terrà conto nell'ordine :

1. della differenza reti generale;

2. del maggior numero di reti segnate;

3. dei risultati conseguiti negli incontri diretti;

4. del sorteggio;

Le vincenti i 16 gironi si incontreranno tra loro con gare di eliminazione diretta (andata e ritorno) seguendo l'ordine degli accoppiamenti  di cui sotto.

Viene pertanto stabilito che in questo secondo turno la prima partita sarà giocata in casa dalle squadre vincenti i gironi contraddistinti con i numeri dispari, seguendo le indicazioni degli accoppiamenti che scaturiscono dal citato riquadro.

Nei turni successivi, fermi restando gli accoppiamenti del riquadro di cui sotto, giocano in casa le squadre che hanno disputato la prima gara del precedente turno in trasferta, salvo che anche l'altra squadra interessata non abbia giocato pure in trasferta.

In questo caso il Comitato provvederà a designare la squadra di casa mediante sorteggio.

L'operazione di sorteggio verrà effettuata anche nel caso in cui le due squadre interessate abbiano giocato la prima gara del precedente turno in casa.

La finale, poi, verrà disputata in gara unica, domenica 4 gennaio. 

(foto di Alessandro Timpano)

mini tab

mini tab1

 

 

Pubblicato in SPORT

stadio la querciaDoccia fredda, anzi gelata, per i tanti appassionati di calcio e, soprattutto, per le società sportive di Serra San Bruno. Ormai giunti alle porte della stagione calcistica 2014/2015, come un fulmine a ciel sereno, è arrivato qualche giorno fa il parere negativo espresso dal Fiduciario della FGIC Calabria, impegnato a valutare le condizioni di agibilità e sicurezza dell’impianto sportivo comunale “La Quercia”, storico ed unico campo sportivo cittadino, divenuto purtroppo nel tempo vittima dell’incuria e dell'indolenza degli enti locali competenti.

Pubblicato in CRONACA
mini realserra_imm_nuovaVa al Real Serra la sfida playoff della ventitreesima giornata del campionato di Seconda categoria, girone ''F''. I ragazzi di mister Fortebuono, pur con qualche difficoltà, hanno vinto di misura contro il Real Spilinga, mantenendo dunque a debita distanza il Sant'Onofrio, lontano però soltanto di una lunghezza. In vantaggio intorno alla mezz'ora del primo tempo grazie a Carvelli, la squadra del patron Bruno Masciari viene raggiunta nella ripresa da Arena. La rete del successo la sigla Randò quasi allo scadere. Successo a parte, in campo non si è visto il miglior Real Serra della stagione. Nelle ultime partite rimaste, però, ciò che conta maggiormente è fare più punti possibili, in modo tale da conquistare un posto negli spareggi promozione. Il prossimo fine settimana vedrà il Real Serra impegnato in quel di Galatro, terzultima forza del campionato con 17 punti. Vincere, quindi, non sarà un gioco da ragazzi per Bertucci e compagni, visto che il Galatro dovrà fare di tutto per salvarsi e, dunque, proverà a sfruttare il fattore campo. 
 
Rimanendo nei piani alti della classifica, c'è da registrare il pareggio a reti inviolate tra Rombiolese e Mammola, rispettivamente prima e terza forza del girone, mentre il Nicotera (secondo) ha osservato il turno di riposo. In zona playoff, oltre al successo del Real Serra, da segnalare l'affermazione del Sant'Onofrio in casa contro il Galatro, mentre al Grotteria basta un gol di Monteverde nella ripresa per archiviare la pratica Nuova Mileto.
 
Riportiamo di seguito i risultati completi della 23sima giornata e la classifica
 
Real Serra  Real Spilinga 2 - 1
Rombiolese Mammola 0 - 0
Vigor Sant'Onofrio Galatro 3 - 1
Grotteria Nuova Mileto 1 -0
Joppolese Allarese 2 - 2
 
Hanno riposato: Nicotera e Hierax

Classifica

Rombiolese 44
Nicotera 43
Mammola  36
Real Serra 35
Vigor Sant'Onofrio 34
Grotteria 32
Real Spilinga 26
Allarese 21
Hierax 20
Galatro 17
Nuova Mileto 16
Joppolese 5

Pubblicato in SPORT

futsal serra squadraFutsal Serra in grande spolvero quello che sabato pomeriggio ha letteralmente affossato il Free Time nell’incontro valido per la settima giornata di ritorno del campionato di serie D, girone B. La capolista, dunque, mantiene il distacco di sei punti sul Five Falerna, diretta inseguitrice e, sabato prossimo, potrebbe mettere una seria ipoteca sulla vittoria del campionato. Tra una settimana, infatti, ci sarà l’atteso match contro la Silver City, quarta forza del torneo e vincere a Gizzeria significherebbe di fatto chiudere virtualmente il discorso per quel che riguarda la promozione in serie C2.

Di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni, il tecnico di casa Pisani può contare su tutti gli uomini a propria disposizione, ad eccezione del solo Franzè, fuori per influenza.
Il Futsal Serra, dunque, scende in campo con Carrera tra i pali, poi capitan Albano centrale di difesa, coppia laterale formata da Ciconte e Domenico Zaffino, mentre De Padova viene schierato pivot.

Dopo un avvio non certamente entusiasmante dei padroni di casa, con il passare dei minuti la partita si incanala nella giusta direzione: a sbloccare il risultato ci pensa sempre lui, Domenico Zaffino, che negli ultimi tre impegni in campionato (sabato, contro il Futsal Catanzaro e ancor prima contro il Real Monterosso) ha sempre firmato per primo le marcature: tiro di prima intenzione sugli sviluppi di un calcio d’angolo e Futsal Serra meritatamente in vantaggio. I ragazzi di Pisani sono più che mai intenzionati a portare a casa l’intera posta in palio e lo dimostrano poco dopo, creando almeno 3-4 occasioni da gol. Intorno al 10? ecco il meritato raddoppio: ripartenza di De Padova dalle retrovie che intercetta un giocatore avversario, si invola verso la porta e fornisce un assist perfetto a Ciconte che, tutto solo davanti al portiere, sigla la rete del 2 a 0 a porta sguarnita. Futsal Serra padrone assoluto del campo e Free Time che sembra essere giunto a Serra con l’intenzione di limitare il più possibile i danni. Gli ospiti, però, vengono puniti dopo un po’ da una bella azione in area tutta in velocità tra Ciconte, Carchidi e Domenico Zaffino, con quest’ultimo che firma la sua doppietta personale. Per vedere l’unico gol messo a segno dagli ospiti nell’arco di tutti i sessanta minuti di gioco, bisogna attendere la metà della prima frazione: la marcatura dei vibonesi arriva direttamente su un calcio di punizione dal limite. Tiro troppo forte per Carrera, che vede la palla infilarsi all’angolino. Il Free Time accorcia le distanze, ma non dimostra assolutamente di poter mettere in discussione la partita: basti pensare che subito dopo il momentaneo 3 a 1 degli ospiti, Domenico Zaffino tenta il gol con un botta da fuori, ma la palla si stampa sulla traversa. Zaffino che si ripete poco dopo, servito perfettamente da Albano dalle retrovie: cross del capitano biancoverde verso il numero 2 del Futsal Serra, che tenta il gol con una sforbiciata ma il portiere ospite si supera e spedisce la palla in angolo. Il primo tempo termina con la capolista in avanti per 5 a 1. Le altre due marcature sono arrivate grazie a Ciconte, a seguito di un’azione tutta in velocità con De Caria, e a Lucio Zaffino.

Ad inizio secondo tempo, ecco il 6 a 1 sempre ad opera di Lucio Zaffino: angolo di Ciconte e palla per il numero 14 biancoverde al quale non rimane altro che insaccare.  È notte fonda, dunque, per la squadra ospite, che nella ripresa viene punita in altre sei situazioni: prima Ciconte concretizza di tacco un assist di De Caria, dall’altezza della metà campo (7 – 1 ), poi è capitan Albano ad andare in gol dopo una ripartenza da dietro: sul tiro del numero 10 locale c’è però la complicità del portiere ospite (8 – 1). Albano che subito dopo consente a Nardo di firmare il nono gol dell’incontro, a tu per tu con il portiere. Il 10 a 1 lo sigla in neo entrato De Raffele, che subito dopo colpisce anche il palo, nel tentativo di servire Vincenzo Zaffino tutto solo sul secondo palo. Nella schiera di marcatori, non poteva mancare Carrera, che nella sua specialità (punizioni dirette) non sbaglia. Il definitivo 12 a 1, lo sigla il neo entrato Carchidi, che viene schierato negli ultimi 5 minuti e ripaga la fiducia di mister Pisani con un gol: Costa (che ha preso il posto di Carrera tra i pali) vede Carchidi solo a centrocampo, che dopo aver ricevuto palla si disfa di un giocatore avversario e, da posizione defilata, lascia partire un tiro potente sul secondo palo. Il portiere può solo guardare.

Prestazione positiva, dunque, della capolista che, rispetto agli ultimi incontri – dove forse è mancata un po’ di lucidità -, sta dando segnali di ripresa anche sul piano del gioco. Oltre ai titolari, ovviamente, una nota di merito va anche a coloro i quali sono entrati dalla panchina, che non hanno assolutamente deluso le aspettative.

Il Futsal Serra porta a casa, quindi, un successo importante, che consente ai ragazzi di Pisani di affrontare con la giusta attenzione la sfida di sabato prossimo contro la Silver City.

 

RISULTATI 7a giornata di ritorno

Futsal Serra - Free Time                              12 - 1

Five Falerna - Real Monterosso                   8 - 0

Atletic Club Gizzeria - Lamezia Soccer       6 - 1

Cavita - Tegola Canadese                             4 - 0

Futsal Club Filadelfia - Rombiolo C/5        3 - 9

Polisp. Capo Vaticano - Futsal Catanzaro 4 - 7

Riposa: Silver City

CLASSIFICA

52 Futsal Serra

46 Five Falerna

40 Lamezia Soccer

36 Silver City

31 Rombiolo

29 Cavita

26 Tegola Canadese

22 Free Time

21 Futsal Club Filadelfia

19 Atl. Club Gizzeria

15 Futsal Catanzaro

9 Real Monterosso

6 Polisportiva Capo Vaticano

 

Pubblicato in SPORT
Pagina 1 di 6
          PRENOTA E RISPARMIA CON GULLI' BUS                         

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno