mini ags_logo_nuovoIl crowdfunding è oggi uno degli strumenti maggiormente adottati per la raccolta fondi al fine della realizzazione di eventi o progetti di natura culturale, che purtroppo non trovano nelle istituzioni linfa economica per l'attuazione.

Tecnicamente «il crowdfunding (dall'inglese crowd, folla e funding, finanziamento) o finanziamento collettivo in italiano, è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di micro finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse».
 
In Calabria, sono tante le iniziative culturali che per darsi hanno fatto ricorso a questo particolare finanziamento. Da quest'anno, tutti gli appassionati del calcio dilettantistico, grazie alla risorsa del finanziamento collettivo, avranno la possibilità di seguire in diretta streaming il campionato di Calcio (partite casalinghe) della società sportiva Ags Soriano, che milita nella Promozione.
 
L'iniziativa, è nata da un'idea del gerocarnese Francesco Catania – titolare della SW&HW solution con sede a Soriano Calabro – il quale, grazie a un link satellitare (internet attraverso la parabola) ha pensato di regalare al pubblico degli appassionati di sport le partite dell’Ags Soriano.
 
Un evento, quello della diretta streaming, sperimentato già in altre occasioni. Catania, per la festa degli emigrati tenutasi a Gerocarne il 19 agosto scorso, ha organizzato una sua postazione per la diretta, partecipata sul web da circa 300 utenti in contemporanea. Ma, degna di nota, soprattutto dopo gli ultimi fatti di cronaca, è stata la diretta, il 24 agosto scorso, della processione gerocarnese in onore di San Rocco, che ha registrato la partecipazione in diretta di ben 500 utenti collegati all'evento.
 
Il passo successivo, dunque, vedrà come protagonista lo sport. Da qualche giorno, dati i costi da sostenere per la realizzazione delle dirette, è partita la campagna di finanziamento collettivo al quale tutti gli interessati potranno partecipare, anche con una donazione simbolica, al fine di rendere possibile la realizzazione dell'interessante progetto. Chi volesse dare il proprio contributo troverà le informazioni al seguente link clicca qui
 
Di seguito la descrizione del progetto sul sito crowdfunding-italia.com:
 
«Per la stagione 2014-15, gli appassionati di Calcio avranno l’opportunità di seguire le partite casalinghe di Promozione della società sportiva Ags Soriano in diretta streaming sul web. Vogliamo dare la possibilità a tutti – anche agli emigrati che volessero rivedere i propri figli, nipoti, parenti o paesani – e ai tifosi, di seguire i propri idoli locali attraverso la diretta sul web. Nonostante la forte voglia di promuovere questo lungimirante progetto, sono notevoli gli sforzi – anche in termini economici – per realizzare una diretta streaming, fruibile da ogni parte del mondo. Pertanto, date le continue richieste di questo genere di servizio, chiediamo ai supporter della squadra – ma anche a tutti coloro che ritenessero importante la nostra iniziativa – di contribuire con una piccola donazione, affinché la diretta delle partite divenga realtà. L’appello è rivolto anche agli imprenditori che volessero sostenere il nostro progetto, poiché sul canale per le dirette streaming sarà possibile anche coprire degli intermezzi pubblicitari».
 
 
 
 
 
Pubblicato in SPORT

telefonistiQuello che fino a qualche anno addietro era il più ambito fra i call center – parrebbe per fisso orario e serietà nei pagamenti – starebbe costringendo i dipendenti a scelte poco ortodosse in ambito aziendale. Come ha fatto notare il collettivo AltraLamezia, schieratosi dalla parte dei lavoratori, l'Infocontact – con sede centrale per la Calabria a Lamezia Terme – starebbe conducendo una cattiva gestione fatta passare sotto il falso nome della crisi economica, che negli ultimi anni, molto spesso, viene adottata come giustificazione ai tagli. Migliaia i lavoratori a rischio, se si considerano oltre alle grandi sedi di Lamezia Terme e Rende quelle dislocate un po' in tutta la regione, ossia nei comuni di Marzi, Filadelfia, Maida, Marano Principato, Mileto, San Pietro a Maida, Soriano Calabro, Stefanaconi e Serra San Bruno.

«Forti di un potere conquistato con il ricatto occupazionale – si legge nella nota stampa – nascondendosi dietro una diminuzione delle commesse di cui i dirigenti e il debito da loro creato sono gli unici responsabili, hanno offerto ai lavoratori due sole alternative: l’esodo volontario con il conseguente assegno di disoccupazione o il contratto di solidarietà che prevede una diminuzione dell’orario lavorativo e la conseguente diminuzione salariale». Chi ha accettato di lasciare, stando alle improrogabili decisioni dell'azienda, non avrebbe ancora usufruito del Tfr maturato né dell'assegno di disoccupazione per la presenza di vizi inaspettati nel licenziamento. Infatti, se l'azienda avesse costretto un ignaro dipendente a licenziarsi, piuttosto che licenziarlo, lo stesso avrebbe di conseguenza perso la possibilità di usufruire dell'indennità di disoccupazione ordinaria. «Questa preoccupante situazione – fanno ancora sapere i membri del collettivo – è occasione ghiotta di sciacallaggio per politici e rappresentanti istituzionali che, per l’ennesima volta, fingono un interessamento sterile incapace di produrre, per mancanza di volontà, risultati concreti».


Pubblicato in CRONACA

mini no_rigassificatore"A 14 giorni di distanza dalla prima manifestazione contro il rigassificatore di Gioia Tauro, che culminò con il rinvio del Comitato Portuale che avrebbe dovuto dare le autorizzazioni finali alla LNG Medgas, torniamo a manifestare. Il 6 marzo il Comitato Portuale fu rimandato, non per permettere la legittima consultazione democratica della popolazione, che fino a quel momento non era avvenuta, ma per motivi di ordine pubblico. Adesso torneremo a farci sentire per far capire ai 30 votanti che il territorio il rigassificatore non lo vuole, e per comunicare alla società investitrice che QUI NON LA VOGLIAMO!". E' su questi presupposti, di certo non campati in aria, che il Comitato contro il rigassificatore di Gioia Tauro tornerà a dare voce al dissenso del territorio

Pubblicato in CRONACA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno