Lunedì, 15 Dicembre 2014 18:01

Ghost, un nuovo arresto per espiazione pena

112Nella mattinata odierna, i carabinieri della stazione di Soriano, diretti dal maresciallo Barbaro Sciacca, e guidati dal capitano della Compagnia di Serra San Bruno, Stefano Esposito Vangone, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione per espiazione di pena detentiva, nei confronti di Francesco Ida’, 35enne, pregiudicato, nato a Gerocarne. L’uomo, arrestato per scontare una pena di 4 anni e 5 mesi di reclusione, è stato condannato per il reato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento di arresto, emesso dalla procura generale di Catanzaro, è stato posto in essere in merito a quanto emerse a conclusione dell’operazione “Ghost” effettuata dalla Polizia di Stato all’inizio del 2009, con la quale è stata fatto luce su un giro di droga che avrebbe interessato nello specifico il territorio compreso tra i comuni di Pizzo, Soriano, Sorianello e Gerocarne.

Ida’è stato accompagnato presso la casa circondariale di Vibo Valentia, dove venerdì scorso erano già stati condotti altri tre condannati - Giuseppe Capomolla, residente a Soriano; Pietro Nardo di Sorianello e Bruno Sabatino, residente invece a Gerocarne – interessati dalla stessa operazione antidroga.

Pubblicato in CRONACA

mini futsalserravirtusCi si attendeva il riscatto da un Futsal Serra ferito dopo le tre sconfitte rimediate contro Bova, Cittanova e Laganadi. Invece, i biancoverdi hanno rimediato l’ennesimo ko, facendo salire dunque a sei i passi falsi dall’inizio della stagione ad oggi. Al palatenda i ragazzi del presidente Mangiardi hanno affrontato la Virtus Calcio a 5 che, prima della sfida di oggi, occupava la penultima posizione. E alla fine i reggini sono riusciti nell’intento di andare via da Serra San Bruno con l’intera posta in palio, sollevando la propria classifica ma complicando, però, le cose per Albano e compagni che, adesso, si ritrovano a dover lottare per mantenere la categoria. Avvio di partita discreto per il Futsal Serra, che sblocca il risultato dopo appena cinque minuti con Gregorio De Caria, abile a ribattere in rete una deviazione corta del portiere ospite dopo una conclusione di Domenico Zaffino. La gioia del gol, però, dura poco più di due minuti, giusto il tempo di consentire a Commisso di ristabilire la parità. Al 13? sempre De Caria riporta i suoi in vantaggio con una conclusione da fuori che non lascia scampo all’estremo difensore della Virtus. De Caria che oggi sembra essere in giornata di grazia, visto che si ripete poco dopo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nei quindici minuti che mancano alla fine del primo tempo, però, la Virtus riesce a mettere tutto in discussione portandosi sul 3-3 grazie ad una doppietta di Amato.

Ad inizio ripresa, dopo una buona occasione capitata suio piedi di Francesco De Caria, ci pensa il fratello Gregorio a riportare il Futsal Serra in vantaggio di un gol. Ma come accaduto già nel primo tempo, anche in questo caso sempre Commisso spegne le speranze dei biancoverdi di portare a casa i tre punti. Si, perchè dopo la rete del 4-4 siglata dal numero 11 della Virtus, prima Amato e poi Cannizzaro consentono agli ospiti di prendere il largo e di andare sul 4-6. Nei minuti finali, Francesco De Caria accorcia le distanze, ma è sui piedi di Domenico Zaffino che, forse, capita l’occasione più importante per i biancoverdi di agguantare il pari. L’arbitro, infatti, fischia un calcio di rigore alla squadra di Pisani, sulla battuta si porta Zaffino che, purtroppo, si fa respingere la conclusione dal portiere ospite. In pieno recupero, Cannizzaro chiude i conti per il definitivo 5-7.

Mantiene la vetta l'Edilferr Cittanova, che è andato a vincere in trasferta contro la Ludos. Dietro, tiene il passo l'Andrè, mentre si proietta soprendentemente in zona playoff il Laganadi. 

Questi i risultati completi della 10^giornata e la classifica

Futsal Serra-Virtus C5 5-7
Ludos V.M.-Edilferr Cittanova  3-7
Andrè-Bova Marina 8-2
Fantastic Five Siderno-Laganadi 1-4
Roccella-Bulldog 2-3
Polistena C5-Sensation 4-7
RIPOSA: ELETTROMEGA POLISTENA

 

CLASSIFICA

Ed. Cittanova 25
Andrè 23
Laganadi 20
Elettromega Polistena 17
Fantastic Five Siderno 17
Sensation Profumerie 13
Ludos V.M 10
Futsal Serra 10
Bulldog 10
Virtus C5 9
Bova Marina 8
Roccella 6
Polistena C5 4

 

Pubblicato in SPORT

giganti raccoNella serata di domani sfileranno lungo Corso Umberto I, a Serra San Bruno, i celebri “Giganti” ad annunciare l’inizio della consueta “Festa della Capra”, la serata di chiusura della stagione estiva “Cu resta la cunta 2014”, realizzata dall’Associazione Culturale Il Brigante.

La “Festa della Capra”, come ogni anno, arriva dunque a conclusione di un fitto calendario di eventi allestito dal sodalizio serrese per tutto il corso dell’estate. Per l’occasione, oltre al gioioso ballo di Mata e Grifone, seguiti dal frastuono della “Banda Pilusa”, la festa sarà allietata soprattutto dallo spettacolo teatrale inscenato del cantastorie Nino Racco. L’autore, che da oltre quindici anni, si occupa del recupero e della riproposizione della classica figura cantastoriale, si esibirà in un'evoluzione di carattere teatrale e, parallelamente, “storiografica” ripartendo, appunto, da dove i vecchi cantastorie della celebre scuola siciliana l'avevano lasciata.

Lo spettacolo è un montaggio improvviso, deciso volta per volta, a seconda del contesto e dell’occasione, nel quale Nino Racco mette assieme stralci brevi o lunghi del suo tradizionale repertorio (la storia di Salvatore Giuliano; La Baronessa di Carini; Cola Pesce; la Canzone del Pesce Spada di Modugno, ecc.) per passare poi a “cantastoriate” più attuali che toccano temi quali i sequestri di persona in Calabria (Bubalina) e finanche il suicidio del poeta e cantante Luigi Tenco.

A conclusione della serata l’imprescindibile riffa, con l’estrazione in piazza.

Pubblicato in CULTURA

a3L'Anas ha reso noto che dalle 22.00 di questa sera, venerdì 16 maggio, fino alle ore 6.00 di sabato 17, il tratto dell'autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria, compreso tra gli svincoli di Vibo Valentia/Sant'Onofrio e Rosarno, sarà chiuso in entrambe le direzioni. Nelle ore di chiusura i veicoli diretti a sud saranno quindi costretti ad uscire allo svincolo di Sant'Onofrio, proseguire lungo la strada statale 18, per rientrare poi in autostrada allo svincolo di Rosarno. Percorso identico, ma in senso inverso, per i veicoli diretti a nord.

Il provvedimento sarà causato dai lavori di completamento della nuova “carreggiata nord”, riaperta al traffico proprio alla conclusione delle attività in configurazione provvisoria di cantiere. Secondo le scadenze fissate, entro il prossimo esodo estivo la nuova carreggiata dovrà essere disponibile. Fino ad allora - nello stesso tratto - verrà istituito un doppio senso di circolazione, in modo da permettere proprio la conclusione dei lavori.

 

Pubblicato in CRONACA

LOGO COMITATO ORiceviamo e pubblichiamo

Con non poca preoccupazione abbiamo atteso per quasi due anni, dal 17 maggio del 2012, la conclusione della fase inquisitoria dell’inchiesta “Acqua Sporca”. Oggi, nonostante le accuse reiterate, gli attacchi gratuiti, i continui e vani tentativi di delegittimazione, finalmente si sta lentamente completando quel puzzle giudiziario utile a dare la giusta rilevanza ai nostri timori sull’annosa condizione dell’invaso Alaco. Non era allarmismo, non erano strumentalizzazioni pseudo-politiche. L’emergenza fatta scattare ormai diversi anni fa dal Comitato Civico Pro Serre - riguardo al veleno che quotidianamente la Sorical e le istituzioni compiacenti fanno scorrere direttamente dai rubinetti delle nostre case - è cosa concreta e fondata. Proprio ieri la conclusione delle indagini coordinate dal Procuratore di Vibo Valentia Mario Spagnuolo ha - tra le altre cose - evidenziato come le acque del bacino Alaco non rientrino affatto tra le categorie di acque potabilizzabili, neanche se trattate con un processo “spinto”. Siamo certi che continueranno a emergere elementi ulteriori sugli “spettri” che fanno di quest’acqua - erogata a migliaia di cittadini calabresi - un liquido altamente nocivo per la salute umana.

Il Comitato Civico pro Serre, soddisfatto ma allo stesso tempo ancora più preoccupato per quanto emerso dal provvedimento di conclusione indagini, a carico di 36 persone, che conferma il sequestro dell’invaso, continuerà la sua battaglia “No Alaco”, per giungere concretamente e il prima possibile alla chiusura definitiva di questo bacino avvelenato. Con la consapevolezza che la strada sarà lunga e compatibilmente ai tempi stessi dell’iter processuale, il Comitato Civico pro Serre si costituirà parte civile – assieme a tutti i cittadini che lo vorranno – per tutelare il diritto alla salute e all’acqua del nostro comprensorio, chiedendo un giusto risarcimento per quanto subìto. Fin da subito ci attiveremo sui territori dei comuni serviti dall’Alaco per chiedere l’interruzione del pagamento delle bollette inviate ai cittadini, che da anni pagano per avere acqua potabile, e per progettare nel più breve tempo possibile l’alternativa al “sistema Alaco”, recuperando le sorgenti e i pozzi comunali presenti sul territorio e predisponendo un piano alternativo di ripubblicizzazione totale delle risorse idriche in modo da concretizzare, finalmente, la linea politica contenuta nella proposta di legge regionale di iniziativa popolare “Acqua Bene Comune Calabria - Tutela, governo e gestione pubblica del ciclo integrato dell’acqua” già sottoscritta da decine di migliaia di cittadini calabresi. La lotta continua.

Comitato Civico pro Serre


Pubblicato in CRONACA
Lunedì, 24 Marzo 2014 09:36

Serrese in paradiso: è Promozione!

mini serrese_festaBastava un punto alla Serrese per vincere in campionato e conquistare, così, la meritata Promozione. I biancoblu di mister Amoroso, però, non si sono accontentati e, di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni, hanno ottenuto il diciassettesimo successo stagionale, battendo di misura il Piscopio, dando così inizio ai festeggiamenti, che sono proseguiti durante tutto il pomeriggio.

Pubblicato in SPORT

lamezia futs5Futsal Serra – Aurora Gallico    4 – 5

Quintetto iniziale Futsal Serra: Costa, Albano, De Padova, Ciconte, Franzè

A disposizione: Domenico Zaffino, De Raffele, Vincenzo Zaffino, Carchidi, De Caria, Nardo. All.: Gerardo Pisani

Dopo tre-quattro partite giocate al di sotto delle aspettative ma, soprattutto, al di sotto di quelle che sono le proprie potenzialità, il Futsal Serra incappa nel secondo ko stagionale. La squadra di mister Pisani viene sconfitta per 5 a 4 dall’Aurora Gallico nell’andata delle semifinali di coppa Calabria ”Memorial Stefano Gallo” e al ritorno servirà sicuramente una prestazione totalmente differente rispetto a quella di oggi pomeriggio.

Quella vista in coppa, francamente, non è la squadra che ha iniziato questo cammino. Negli ultimi incontri, pur vincendo, i ragazzi di mister Pisani non hanno fatto vedere un buon gioco. O, quantomeno, hanno giocato bene soltanto a sprazzi. E come si dice in questi casi: ”tanto tuonò che piovve…”. Dopo questa serie di prestazioni non convincenti, insomma, arriva il ko. Frutto forse della stanchezza di qualcuno. Ma anche, per altri versi, delle condizioni non ottimali di chi, al contrario, dovrebbe (e potrebbe) fare man bassa degli avversari.

I biancoverdi, però, dovranno da subito mettere da parte questo inaspettato passo falso e pensare piuttosto alla delicata sfida di sabato prossimo in campionato a Sorbo San Basile, contro la Tegola Canadese.

Il tecnico di casa deve fare a meno di Carrera e Lucio Zaffino, entrambi fermi per squalifica.
Pisani, dunque, si affida al portiere in seconda, Costa, ad Albano nel solito ruolo di centrale in difesa, De Padova e Ciconte i due laterali, mentre Franzè viene schierato pivot.

Meglio i padroni di casa nei primi minuti. Al 4? è capitan Albano a rendersi pericoloso con un tiro da fuori all’incrocio: la conclusione del numero 10 biancoverde termina però di poco a lato. Passa giusto un giro di lancetta: angolo di Ciconte, palla per De Padova che, di testa, spedisce alto. Il Futsal Serra è consapevole del fatto che bisogna fare gol per dare una scossa all’incontro e subito dopo una bella azione tutta in velocità tra De Padova e Franzè, il numero 6 del Futsal Serra si fa respingere la conclusione in angolo. Nel momento migliore dei padroni di casa, l’Aurora Gallico passa in vantaggio: Gangemi avanza tutto solo sulla fascia (lasciato inspiegabilmente solo da De Padova), riceve palla e con un diagonale batte Costa per il momentaneo 0 – 1. Il portiere di casa, poi, si dimostra reattivo in altre due situazioni. Al 15? arriva il pareggio: Domenico Zaffino dalla fascia destra mette la palla in mezzo dove si presenta De Padova, che viene anticipato da un giocatore reggino, il quale però deposita la palla nella propria porta. Prima del ventesimo è Ciconte a cercare la via del gol con un’azione tutta in solitaria: il suo tiro, però, termina di poco a lato. Poi è Carchidi ad avere tra i piedi la palla buona per il sorpasso, ma la conclusione termina abbondantemente a lato. Al 20? ecco il gol del 2 a 1 e a siglarlo ci pensa Ciconte. I ragazzi del presidente Mangiardi creano più di qualche occasione con Ciconte, Carchidi e Domenico Zaffino, senza però concretizzare. Ne approfitta, dunque, il Gallico che sigla il 2 a 2 con Fiumanò sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nei minuti finali del primo tempo nuovo vantaggio Futsal Serra con Domenico Zaffino e, sul 3 a 2, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

La ripresa inizia malissimo per il Futsal Serra che dopo appena un minuto recrimina per un intervento dubbio in area di rigore su De Caria ed al 6? Megali realizza il 3 a 3. Nel frattempo Franzè ci prova in qualche modo ma il tiro del numero 3 si spegne di poco a lato. Intorno al 12? ecco il vantaggio del Gallico con Branca sugli sviluppi di una ripartenza e al 20? arriva il 3 – 5 degli ospiti con Ianno. Proprio nel finale, Ciconte accorcia le distanze portando il Futsal Serra sul 4 – 5 ed in pieno recupero si contano almeno quattro occasioni da gol per la squadra di casa: due con Ciconte, una con Carchidi ed un’altra con Domenico Zaffino. Alla fine, però, vince l’Aurora Gallico.

Non una buona prestazione, dunque, per i ragazzi di Pisani, che in alcune situazioni hanno consentito all’Aurora Gallico di sfruttare le ripartenze, portandosi addirittura a tu per tu con Costa, mentre in altre il solo Albano ha cercato di fare il possibile per limitare i danni. Solo la mancata precisione dei reggini ha evitato un passivo più pesante per il Futsal Serra.

La qualificazione si deciderà, comunque, al ritorno, il 19 marzo alle 15.

 

Pubblicato in SPORT

mini dia_antimafiaBeni mobili e immobili, per il valore di due milioni di euro, sono stati confiscati dalla Dia di Catanzaro nell'ambito di tre distinte operazioni portate a termine oggi. I beni in questione sono riconducibili a Giovanni Franzé, di 50 anni, di Stefanaconi, già arrestato per usura aggravata dal metodo mafioso, Francesco Pugliese, 53 anni di Nicotera, e Domenico Campisi, ucciso nel 2011, di San Calogero, entrambi condannati in via definitiva per traffico internazionale di droga a conclusione del processo scaturito dall'inchiesta "Decollo", condotta dalla Dda di Catanzaro. I beni confiscati consistono in 18 immobili, cinque rapporti finanziari, due aziende, sette autoveicoli e 20 oggetti preziosi che erano custoditi a Roma in una cassetta di sicurezza di un istituto di credito. 

Pubblicato in CRONACA
Sabato, 07 Luglio 2012 14:40

Serra: se ne va anche il Giudice di Pace

mini giudicedipaceNella mattinata di venerdì, il CDM ha ripreso i lavori sulla ‘spending review’, prendendo in analisi la possibilità del taglio degli uffici giudiziari. Il verdetto, come d’altronde era facilmente ipotizzabile, anche questa volta per la Calabria risulta amarissimo: saranno infatti ben 4 i Tribunali da tagliare (Castrovillari, Lamezia Terme, Paola e Rossano). La chiusura non sarà comunque immediata. La riforma che prevede una profonda razionalizzazione all’impianto del sistema giudiziario, coinvolgerà circa 300 uffici. Infatti oltre ai 37 tribunali saranno intaccate anche le posizioni di 38 procure e ben 220 sezioni distaccate sparse in tutta Italia. Per la Calabria le sezioni distaccate che giungono alla conclusione della loro attività sono Acri, Chiaravalle C.le, Cinquefrondi, Melito Porto Salvo, San Marco, Scalea, Siderno, Strongoli e Tropea. Il risparmio previsto, dal 2012 al 2014, è di 50 milioni di euro. Magistrati e personale amministrativo non saranno comunque ridotti, ma saranno piuttosto progressivamente assorbiti ed assunti negli uffici accorpati da riorganizzare in un tempo massimo di 5 anni.

Saranno riorganizzate anche le sedi degli uffici dei Giudici di Pace. Ne sono già state individuate ben 674 da sopprimere fra le quali risulta anche quella di Serra San Bruno.

Pubblicato in POLITICA

mini tropea3Erano ineleggibili perchè avevano debiti verso il comune, per tasse non pagate, per alcune migliaia di euro. E quando sono stati eletti nel consiglio comunale di Tropea avrebbero dichiarato il falso. Così sette consiglieri comunali, di cui quattro assessori, hanno ricevuto l'avviso di conclusione delle indagini e sono accusati di false attestazioni a pubblico ufficiale. Una tegola pesantissima per l'amministrazione guidata da Gaetano Vallone, in carica dall'agosto scorso dopo che il Consiglio di Stato ha ribaltato l'esito delle elezioni del 2010 che avevano sancito la sconfitta dell'attuale sindaco per soli tre voti. Dalle indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Vibo e' emerso che gli indagati erano debitori da piu' anni verso il comune.

Pubblicato in CRONACA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno