mini masciari_real_serraPronostici della vigilia ampiamente rispettati. Con il successo odierno in casa contro la Folgore Cortale, il Real Serra del presidente Bruno Masciari è la seconda squadra che ottiene la promozione in Seconda categoria, dopo quella della capolista New San Pietro. Nella finalissima dei playoff, i giallorossi superano per 3 a 1 la squadra allenata da mister Catalano e danno così inizio ai festeggiamenti. Una vittoria ampiamente meritata per Barreca e compagni, considerate le occasioni create, soprattutto nella prima frazione di gioco, quando i locali si rendono prima pericolosi in due circostanze (prima con Michele Zaffino e, subito dopo, con Carchidi). Al 10‘, però, arriva la rete ed a firmarla ci pensa proprio lo stesso Zaffino, che concretizza al meglio un passaggio da fuori area e batte l’incolpevole Sparacino con un tiro rasoterra. Due minuti più tardi ed il Real Serra colpisce la traversa sempre con il numero 10. Poco prima del ventesimo, arriva il 2 a 0 con Carchidi che porta i serresi in vantaggio di due gol. Soltanto due, invece, i pericoli in area per il Real Serra. Nella ripresa, invece, sono poche le occasioni degne di nota. Al 25‘, però, De Caria chiude i conti concretizzando un tiro dagli undici metri per un fallo di mano di un difensore ospite. La rete della bandiera per il Cortale arriva dopo una deviazione di Barreca che insacca nella porta sbagliata. A fine partita, il via ai festeggiamenti prima nel terreno di gioco e, successivamente, per le strade del paese con i tradizionali caroselli d'auto. Da sottolineare, durante l'incontro, gli striscioni affissi in ricordo di Pasquale Andreacchi, il giovane ucciso barbaramente poco più di tre anni fa.

Pubblicato in SPORT

 

mini realserraSERRA SAN BRUNO - Novanta minuti che valgono una stagione. Gli ultimi per il Real Serra che, domani, dovrà fare il possibile per superare il Cortale e dare, così, inizio ai festeggiamenti per la promozione in Seconda categoria. C’è bisogno dell’impegno di tutti per coronare un sogno. Non sono ammesse distrazioni. Anche perchè, al primo errore, si rischierebbe seriamente di compromettere una stagione iniziata bene. Poi, ad un certo punto, c’è stata una crisi di risultati, il cambio in panchina e l’arrivo di mister Gerardo Pisani che ha, un po’, risollevato gli animi. Alla fine, però, è arrivato un secondo posto che ha consentito ai giallorossi di poter giocarsi il tutto per tutto nella lotteria dei playoff. Per l’organico a disposizione, i serresi avrebbero dovuto vincere con largo anticipo il campionato. Senza nulla togliere alle altre squadre, ovviamente. Una serie di passi falsi nel girone d’andata, però, hanno contribuito in maniera notevole a costringere il Real Serra ad accontentarsi del secondo posto. Nell’incontro valido per la semifinale degli spareggi promozione di domenica scorsa, intanto, i vibonesi hanno superato senza grossi problemi il Jacurso. L’ incontro è stato dominato dalla squadra di casa che, per avendo concluso il match con sole due reti di scarto, ha creato più di qualche occasione da rete, dimostrando di potersela giocare con chiunque. Dopo il vantaggio, arrivato al 15‘ della ripresa grazie ad un calcio di rigore ben trasformato da De Caria, i locali sigillano il risultato a soli quindici minuti dal termine con un gran gol di Salvatore Zaffino.  A questo punto, per i ragazzi di mister Pisani basta soltanto vincere contro la Folgore Cortale, per poter festeggiare così la promozione in Seconda categoria. I vibonesi, però, dovranno fare attenzione, perchè la squadra di mister Catalano, oltre ad aver concluso la stagione ad un solo punto di distacco dal Real Serra, ha superato in semifinale il Don Bosco Jacurso. La compagine vibonese, invece, è reduce appunto dalla vittoria, ampiamente meritata, per due a zero contro il Jacurso. Domani, quindi, alle ore 16 si deciderà chi, tra il Real Serra e la Folgore Cortale, otterrà il pass per la promozione in Seconda categoria. La dirigenza, con a capo il presidente Masciari, per l’occasione invita i tifosi ad essere presenti in massa per l’ultimo appuntamento di questa annata calcistica, sostenendo la squadra nella gara che ha un sapore particolare tanto per i vibonesi, quanto per la compagine ospite.

 

(articolo pubblicato su Il Quotidiano della Calabria)

Pubblicato in SPORT

mini pallonecalcioFinisce con il risultato di 2 a 0 l’incontro disputatosi al comunale “La Quercia” di Serra S. Bruno tra Real Serra ed il Don Bosco Jacurso: una delle dirette concorrenti in zona play off. 3 punti fondamentali, dunque, per l’undici di mister Gerardo Pisani che permettono di raggiungere in classifica il Folgore Cortale (5 a 1 sul Vallelonga) a quota 33 punti, ma con una partita in meno, da recuperare mercoledì 20 marzo a Maierato contro lo Sport Club del Corso. Il Don Bosco Jacurso resta invece a quota 29 punti in quarta posizione allontanandosi dal Real e dal Cortale.
Sulle tribune circa 200 tifosi del Real Serra e 40 del Don Bosco Jacurso. In porta va Carmine Franzè, con Giuseppe Costa (Classe 97) risparmiato in panchina per essere utilizzato al meglio nel campionato allievi provinciale (dove i ragazzi del Real Serra sono in lizza per la vittoria finale). Per il reparto difensivo (anche oggi zero gol subiti e poche azioni pericolose concesse agli avversari), confermata la difesa schierata sette giorni prima con il San Nicola: Simone Capone (classe 95) e Emanuele Politi sulle fasce, al centro il duo Bruno Bertucci – Filippo Barreca . Sulla linea mediana Simone Stingi (classe 93) e Vincenzo Carchidi (classe 95) sugli esterni, Giuseppe Capone e Gregorio De Caria a gestire il cuore del centrocampo. In attacco Andrea Pisani e il capocannoniere del torneo Michele Zaffino.
Già dai primi minuti di gioco, la squadra locale assume un atteggiamento aggressivo e determinato con Zaffino che sfiora il gol ripetutamente ed è al 15’ che il Real Serra passa in vantaggio grazie al colpo di testa in tuffo del baby Carchidi. La squadra ospite cerca di reagire, ma De Caria, ancora una volta uno dei migliori in campo, rompe tutte le azioni del Don Bosco Jacurso. Al 35’ è un altro baby a mettere il sigillo e lo fa nel migliore dei modi: Simone Capone realizza un eurogol dai 35 metri con uno stupendo tiro al volo che si incassa nel sette. Il primo tempo si chiude sul 2 a 0. Nel secondo tempo spazio per Bruno Ciconte (al rientro dopo l’infortunio) al posto di Vincenzo Carchidi affaticato, ma la trama della partita non cambia: è ancora la squadra di casa ad avere in mano le chiavi del gioco. Ciconte sciupa l’opportunità del terzo gol, e la difesa ospite non sa più come fermare il capocannoniere Zaffino. Entrano Andreacchi (classe 96) che sostituisce Pisani e Bruno Vallelunga al posto di Zaffino salutato dagli applausi scroscianti del pubblico.
La partita si chiude sul 2 a 0 con il portiere Franzè, anche oggi S.V., chiamato quasi mai in causa dagli avversari, forte della protezione di una difesa di certo da categoria superiore.
Soddisfazione quindi per il Real che compie un passo in avanti nella corsa per il salto di categoria. Ma la nota più importante della giornata è il fatto che ad essere stati decisivi sono due ragazzi classe 95, Carchidi e S. Capone, tra i tanti giovanissimi su cui la società ha voluto puntare fin dal principio. Per il prossimo incontro in calendario, la squadra del presidente Masciari è attesa a Filogaso. Una gara che verrà affrontata con l’intento di aumentare il distacco dal Folgore Cortale e dalla quinta classificata (quota 24 punti) per passare in maniera diretta alla fase finale dei play off, che vedrà impegnati il 2° in classifica contro il 5° e il 3° contro il 4°. Anche se la formula prevede delle eccezioni: se il Real riuscirà a classificarsi secondo con 10 punti di vantaggio sulla quinta, la prima fase dei play off non sarà affatto disputata e si passerà direttamente alla sfida contro la vincitrice della sfida tra terzo e quarto classificato. 

Pubblicato in SPORT
 

mini realserra

Grande prestazione del Real Serra che liquida con un netto 5 a 1 gli avversari del Folgore Cortale. Vittoria appagante soprattutto per la classifica, dove il Real occupa ancora la quarta posizione, ma con una partita da recuperare. Proprio un ulteriore vittoria sul Jacurso (partita sospesa per neve due settimane fa) potrebbe valere per gli uomini di mister Gerardo Pisani addirittura la secondo posizione. 
Nella giornata di ieri, con un “Comunale La Quercia” semigremito (150 spettatori circa), il Real scende in campo confermando lo stesso undici di partenza che ha surclassato il Vallelonga nella scorsa giornata di campionato. Eccezion fatta per il “baby” portiere Giuseppe Costa (classe ‘97), questa volta titolare dal primo minuto. Davanti a lui Bruno Bertucci ed il capitano Filippo Barreca (anche oggi tra i migliori in campo), terzini, a sinistra Bruno Franzè, a destra Emanuele Politi. A centrocampo la regia è affidata ancora una volta a Giuseppe Capone e Gregorio De Caria, mentre sugli esterni il giovanissimo Simone Stingi (classe ‘93, autore di ben 2 gol nella partita d’andata) ed il capocannoniere del torneo Michele Zaffino (classe ‘94). In attacco Salvatore Zaffino e Raffaele Pisani. 
Partono bene i padroni di casa che già dopo 4 minuti passano in vantaggio grazie a Salvatore Zaffino che conclude in porta dopo uno splendido scambio con il compagno di reparto Pisani. Il Cortale non sta a guardare e al 15’ sfiora il gol con la palla che va sopra la traversa. Partita molto combattuta tra le due compagini, soprattutto a centrocampo. Al 25’ l’arbitro vede un fallo di mano in area di rigore e concede un penalty al Real Serra. Sul dischetto si presenta Capone che trasforma magistralmente angolando il pallone alle spalle del portiere. Sul 2 a 0 i ragazzi del Cortale si spingono in avanti accennando una timida reazione, ma Costa si fa trovare ben attento a sventare tutte le minacce. Al 40’ gran tiro di De Caria dai 40 metri che si chiude a pochi centimetri dalla traversa. È l’anticamera del terzo gol che arriva 5 minuti più tardi. Salvatore Zaffino ricambia il favore precedente con un assist al bacio: Pisani non perdona e mette la palla all’angolo destro del portiere per il 3 a 0 che manda le squadre negli spogliatoi. 
Si ritorna in campo, per la seconda frazione di gioco, con Bruno Ciconte schierato al posto dell’attaccante Zaffino, acciaccato dopo un duro colpo subito in uno scontro. Al 48’ minuto, a conclusione di un’azione convulsa del Real, è Stingi a colpire il palo da posizione defilata. Il Cortale inizia a spingere e arriva al gol della bandiera al 51’ grazie ad un meraviglioso tiro dai 35 metri che sorprende l’incolpevole Costa. Il Cortale, sulle ali dell’entusiasmo per il gol messo a segno, prova a riaprire la gara, ma la solida difesa del Real riesce a sventare al meglio le incursioni avversarie. Al 65’ si infortuna Stingi. Al suo posto entra il giovane Capone Simone (classe ‘95). Dieci minuti dopo, Ciconte, abile a dribblare il mediano avversario, chiude i conti insaccando il goal che vale il 4 a 1. In campo anche Vincenzo Carchidi (classe ‘95). La partita è chiusa ma non per il bomber Michele Zaffino, che da centrocampo parte palla al piede e semina, con una splendida serpentina, il panico nell’aria del Cortale superando ben cinque avversarsi e beffando il portiere. Zaffino consolida la prima posizione nella classifica dei cannonieri del campionato, forte dei suoi 17 goal in sole 12 partite disputate. 
Il triplice fischio dell’arbitro suggella un’ottima prestazione per gli uomini del Presidente Bruno Masciari, ora sempre più autorizzati a sognare davvero in grande.
 
Risultati 1^ giornata ritorno
 
N. San Pietro  N. Acconia            2 - 1
Filogasese Vallelonga              0 - 1
Real Serra  F. Cortale               5 - 1
Don Bosco As Jacurso            1 - 2
S.P. Lamet.  Maierato                0 - 0
Sport Club San Nicola da C.   3 - 1
 
Pubblicato in SPORT
Domenica, 28 Ottobre 2012 17:34

Terza categoria: Real Serra, esordio col botto

 

mini calcioSERRA SAN BRUNO - Primo sigillo stagionale per il Real Serra, che nella trasferta di Cortale inaugura col botto l' esordio assoluto nel campionato di Terza categoria. Nonostante il 3 a 1 finale, l'undici di mister Battaglia ha dovuto fare i conti con un avversario duro da contrastare, sia per l' impostazione tattica che per l'ottima tecnica espressa da alcuni giocatori catanzaresi. Dopo pochi secondi dal fischio d'inizio, gli ospiti  vanno vicini al gol, con un pallonetto di Salvatore Zaffino che, però, si stampa sulla traversa. Anche il Cortale prova a rendersi pericoloso dalle parti di Carrera. L'estremo difensore serrese, però, salva il risultato in ben due occasioni. A firmare il vantaggio dei vibonesi ci pensa Simone Stingi che non un rapido guizzo lascia sul posto il difensore locale, siglando così il vantaggio, chiudendo la prima frazione di gioco. Nella ripresa, il Real Serra prova in tutti i modi a raddoppiare le marcature. Un incornata di Barreca porta gli ospiti sul momentaneo 2 a 0. Il Cortale, poi, accorcia le distanze con un tiro dagli undici metri ben trasformato da Catalano.  A circa quindi minuti dal fischio finale, però, il Real Serra realizza la rete del definitivo 3 a 1 con una magia di Stingi, che insacca sul secondo palo un tiro rasoterra dall’angolino sinistro dell’area di rigore. Successo, alla fine, meritato per gli ospiti - frutto dei sacrifici fatti negli ultimi mesi - bravi e coraggiosi a credere sui giovani locali come Carchidi (’95), Andreacchi (’96), Pisani G. (’93) e Costa (’97). La prima vittoria serrese arriva al termine di una giornata vissuta all’insegna dei veri principi sportivi, di lealtà e rispetto verso gli avversari. Tutti principi scesi in campo grazie anche all’accoglienza che la Folgore Cortale ha riservato ai colleghi del Real serra facendo vivere a tutti i presenti, sia in campo che in tribuna, un pomeriggio di sano e divertente momento di aggregazione sportiva.

Pubblicato in SPORT

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno