don ferdinando fodaroDopo le numerose manifestazioni di dissenso sollevate ieri dai fedeli della Congrega dell’Assunta di Spinetto di Serra San Bruno, allertati dal paventato ed inatteso trasferimento del sacerdote don Ferdinando Fodaro verso Chiaravalle C.le, il prete stesso ha voluto fare chiarezza sui fatti attraverso una lettera indirizzata alla cittadinanza che, nell’esatta forma in cui ci è pervenuta, giriamo, di seguito, ai lettori.

Pubblicato in CRONACA

mini 208407_151409121678456_847100382_nSabato 26 Gennaio partirà ufficialmente il Campionato Allievi della provincia di Vibo Valentia. Ai nastri di partenza ben 19 squadre suddivise in 3 diversi gironi, fra cui il Real Serra di mister Vincenzo Albano. Accederanno, a fine stagione, alle fasi finali le vincenti di ogni raggruppamento.

Il girone A, che vede impegnati i giovani del ASD Real Serra, è costituito anche dall’Allarese, dall’Ancinale, dal Soriano 2010, dalla Vazzanese e dal Promo Arena.

La partita d’esordio, lunedì 28 gennaio dalle 15.00, vedrà impegnata la compagine serrese fra le mura domestiche del “Comunale La Quercia”, dove ospiterà l’ostico Soriano 2010. Gli Allievi del Real Serra rappresentano un valore aggiunto alla prima squadra, impegnata nel Campionato di 3a Categoria, ecco perché fin da subito l’intero organico societario si è adoperato al massimo per valorizzazione dei ragazzi, tutti serresi, considerandoli una vera e propria risorsa calcistica, sportiva e non solo, per la nostra comunità e confermando, inoltre, l’intenzione di guardare allo sport come mondo di aggregazione e crescita: una vera e propria scuola di vita.

Anche la squadra degli Allievi è composta totalmente da ragazzi di Serra San Bruno. Alcuni di loro hanno maturato precedenti esperienze calcistiche nella scuola-calcio Ancinale, guidata da mister Franco Gagliardi, o nella vecchia scuola calcio Serra San Bruno. Nel gruppo degli Allievi spiccano il portiere Costa Giuseppe (classe ‘97) e l’attaccante Pasquale Andreacchi (classe ‘96), che hanno già fatto apprezzare le loro buone qualità nella prima squadra, e sono stati richiesti entrambi, nella recente sessione di calciomercato, da diverse società avversarie.

La preparazione per gli Allievi dell’ASD Real Serra è iniziata già dal mese di ottobre, sotto l’occhio esperto di un vecchio “leone” del calcio serrese, Albano Vincenzo alias Mella, da sempre impegnato oltre che nel coltivare la passione per il calcio (ha militato per diversi anni nell’A.C. Serrese disputando molti campionati di Prima Categoria), anche nel mondo dell’associazionismo e volontariato serrese. Lo stesso mister Albano alla vigilia dell’esordio in campionato ha dichiarato: “Sono molto contento di poter guidare questi ragazzi. È già ora una bella esperienza. Per me il calcio è un’importante mezzo di crescita umana e sociale, utile per lo sviluppo di valori educativi improntati alla lealtà, alla correttezza e al rispetto degli altri, sia nell’ambito sportivo sia nel ruolo di cittadino inserito nel contesto della società civile”. Anche lo stesso Presidente Bruno Masciari si è dimostrato entusiasta per l’avventura che da qui a poco interesserà i giovani allievi del Real: “Sono molto soddisfatto. L’associazione si propone anche quale centro di aggregazione e, soprattutto, come alternativa sportiva all’esperienza di strada”.

Di seguito i gironi del campionato Allievi 2013 della provincia di Vibo

GIRONE A
Allarese
Ancinale
Real Serra
Soriano 2010
Vazzanese
Promo Arena

GIRONE B
Città di Briatico
Rombiolese
Pizzo
Nuova Mileto Calcio
Real Vibo
Cessaniti
Real Jonadi Giovani

GIRONE C
Capo Vaticano
Nicotera
Marina di Nicotera
Real Spilinga
Zungrese
Junior Tropea

Pubblicato in SPORT

 

mini brognaturo_municipioBROGNATURO - Una serie di comportamenti che 'fanno sorgere seri dubbi' e 'lasciano intravedere una malcelata volontà di pilotare le decisioni per arrivare ad un risultato che sembra già scontato, al fine di agevolare “i soliti ignoti”'. È quanto affermano i consiglieri comunali di opposizione Bruno Papa e Maria Carmela Mangiardi, i quali denunciano una prassi, 'attuata dall' amministrazione comunale', che ritengono 'lesiva dei diritti sia di consiglieri comunali che di privati cittadini. In data 28/29 - 12 -2012, ci è pervenuta convocazione del consiglio comunale per il 31 dicembre, con una serie di punti all’ordine del giorno' ed, in particolare, l' 'approvazione dello schema di convenzione per la gestione associata con i Comuni di Spadola e Simbario della funzione “catasto, ad eccezione delle funzioni mantenute allo Stato dalla normativa vigente”; di quella relativa alle 'attività, in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi'; alle 'attività, in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi' e, per ultimo, quelle relative all' 'edilizia scolastica (per la parte non attribuita alla competenza delle provincie) organizzazione e gestione dei servizi scolastici. Tale convocazione - proseguono i rappresentanti del gruppo ''Rinnovamento e crescita'' – ci è stata recapitata nella tarda mattinata di venerdì 28 dicembre, al consigliere Mangiardi,ed il 29 al collega Bruno Papa'. Considerato, dunque, che gli uffici comunali sono 'chiusi dalle ore 14.00 di venerdì, i sottoscritti hanno potuto richiedere la documentazione solo lunedì 31 dicembre'. Data l’importanza degli argomenti, 'riteniamo sia doveroso contestare un fatto di assoluta gravità, in quanto la convocazione viene comunicata il venerdì (in orari che gli uffici comunali sono chiusi) al fine di contrastare l’esercizio del diritto di accesso agli atti. Nostro malgrado, ci siamo dovuti astenere dalla votazione non avendo potuto approfondire gli argomenti trattati nel corso della seduta. Gli interventi legislativi di cui alla Legge n. 135 del 2012, comportano forti e radicali cambiamenti negli attuali assetti territoriali e nei servizi rivolti ai cittadini, non trascurando la forte rimodellazione organizzativa del Comune. Le scelte che gli organi di governo adopereranno dovranno essere improntate verso la condivisione generale nell’ottica di una visione globale che metta in risalto la voce e le idee dei cittadini. Ufficiosamente, - aggiungono - siamo venuti a conoscenza di numerose riunioni dei sindaci dei Comuni di Spadola, Simbario e Brognaturo, a cui hanno partecipato anche i responsabili dell’area tecnica ed amministrativa di qualche ente avanzando proposte di unione e/o aggregazione e/o convenzioni finalizzate al raggiungimento di obiettivi personalistici. Vigileremo al fine di non permettere a nessuno di allargare i propri confini territoriali. Il nostro impegno - concludono Mangiardi e Papa - proseguirà per contribuire alla crescita civile, culturale e sociale delle comunità, portando a conoscenza dell’opinione pubblica tutti i fatti ed i misfatti che verranno congegnati'.

 

(articolo pubblicato su Calabria Ora)

Pubblicato in POLITICA

 

mini brognaturo_municipio

BROGNATURO - I piccoli Comuni sono al centro di un importante riforma che prevede, nell'ambito degli organi elettivi, la presenza dei soli consiglieri comunali, annullando di fatto la giunta ed i relativi assessori. A Brognaturo, però, è alquanto «sintomatica la nomina del vice sindaco per l’esercizio delle indefettibili funzioni sostitutive che l’art. 53 del D.Lgs. n. 267/2000 assegna a tale figura». A denunciarlo sono Maria Carmela Mangiardi e Bruno Papa, rappresentanti del gruppo di minoranza "Rinnovamento e crescita", e Adriano Renda, responsabile organizzativo provinciale di Sinistra e Libertà. «La riforma, in particolare, - proseguono gli esponenti politici - si pone in continuità con la previsione di cui all’art. 2 comma 186, lettera c, della legge 23 dicembre 2009, n.191, come modificato dal d.l. 25 gennaio 2010, n.2 convertito in legge 26 marzo 2010, n. 42, che contempla la “…possibilità di delega da parte del sindaco dell’esercizio di proprie funzioni a non più di due consiglieri, in alternativa alla nomina degli assessori…». Il decreto legge 95 del 2012 «modifica» ed «integra» la precedente legislazione, comportando obbligatoriamente «forti e radicali cambiamenti» negli attuali assetti territoriali e nei servizi rivolti ai cittadini, non trascurando la  «forte ri-modellazione organizzativa dell’ente comunale. Le scelte che gli organi di governo adopereranno dovranno essere improntate verso la condivisione generale nell’ottica di una visione globale che mette in risalto la voce e le idee dei cittadini». Di recente, però, «si è appreso che gli amministratori comunali di Brognaturo avanzano ai comuni limitrofi proposte di unione, aggregazione o convenzioni, disattendendo la concertazione pubblica-privata, sia del privato sociale, associazioni, cittadini etc, sia della realtà imprenditoriale e commerciale, sia dei partiti politici esistenti sul territorio in questione. Ci pare che i nostri amministratori stiano andando verso la deriva politica-amministrativa», assumendo un atteggiamento «egoistico» e di «emarginazione» nei confronti di chi risiede nel territorio comunale. «Poniamo una certa attenzione a queste dinamiche che da qui a poco dovranno essere obbligatoriamente per legge realizzate. Nel contempo, però - aggiungono i rappresentanti politici - vigileremo al fine di non permettere a nessun amministratore di allargare i propri confini territoriali al fine di elevare presumibili speculazioni nella convenzione dei servizi confondendo tale attività con quella di “ governo verosimilmente insolito nella gestione dell’Ente comunale “ a vantaggio di chi oggi in alternativa non può comodamente esercitare appieno il proprio potere in un territorio ristretto e che nulla ha a che fare con la gestione della cosa pubblica. A nulla è valsa la nostra presenza in qualità di consiglieri comunali e quella di alcuni funzionari di partiti politici per essere semplicemente considerati e consultati nelle scelte da intraprendere al fine di contribuire alla crescita civile, culturale e sociale della nostra e contigue comunità». Da qui, dunque, l'invito rivolto al prefetto di Vibo, Michele Di Bari, affinchè «quanto sopra esposto possa trovare risposte certe da parte degli enti locali».

(Articolo pubblicato su Calabria Ora)

Pubblicato in POLITICA

 

mini d88132f3bd6b096b77841e70e22811031Riceviamo e pubblichiamo:

Era il 1121 quando il Pontefice Callisto II, si trovò ad attraversare l'antico Borgo di Spadola. Pare che per uno scherzo del destino, fu costretto a una breve sosta proprio nel piccolo abitato di Spadola. L'evento eccezionale fece accorrere gli abitanti del borgo che, come da consuetudine si protendevano a baciare il piede dell'illustre passeggero. qualcuno della folla, ebbe l’idea di sottrarre furtivamente dal piede del pontefice, una delle due pantofole di seta rossa con la croce d'oro ricamata sulla tomaia. Il Papa adirato per l’insano gesto, lancia anatemi e maledizioni per la scomunica dell'intera popolazione. L'antica memoria popolare racconta che il Santo Padre, abbia malaugurato la crescita della popolazione. Molti secoli dopo, la comunità di Spadola, volle riconciliarsi con lo stato pontificio e, nell’occasione della visita di Giovanni Paolo II, avvenuta il 5 Ottobre 1984, restituirono simbolicamente la pianella che i loro antenati avrebbero sottratto a Callisto II. E così con la benedizione apostolica arrivò la bramata riconciliazione col successore di Pietro e la popolazione di Spadola è ripresa a crescere tant'è che oggi conta 870 unità, così come dimostra anche il dato demografico ISTAT. Pare che la maledizione però, da allora si sia trasferita nel vicino borgo di Brognaturo che non cresce più e sfiora il suo minimo storico, di poco più di 670 anime nel 2011 . Il memorabile dato è quanto mai allarmante e spiega che più che di una maledizione, nel caso di specie, si tratta di mala amministrazione, difatti la curva demografica lunga 140 anni, tracciata nel grafico dell’Istituto Nazionale di Statistica, inizia a flettere incontrovertibilmente negli anni ottanta e ad oggi ancora la rotta non si inverte. Nel medesimo periodo storico il paese è guidato dalla stessa compagine, che piuttosto di redigere, in questi lunghi anni, un piano di fabbricazione per creare l’opportunità di costruire nuovi e moderni spazi abitativi, per migliorare la qualità della vita e per incentivare le giovani coppie a rimanere, ha ben pensato invece, di urbanizzare la Lacina con inutili colate di cemento su un polmone verde nel cuore della montagna. Come per un desiderio inconscio e recondito di scalare l’albero genealogico e risalire sino al porcaro suonatore di brogna, che pare ci abbia dato origini. E ancora oggi non se ne parla, pare che siano impegnati ad assecondare le frivolezze della clientela, piuttosto che il bene del paese che rischia di implodere in un cumulo di macerie.

Francesco Tassone

mini 22754b6117d4050fc91a32f6728eef041 mini SPADOLA mini BROGNATURO

Pubblicato in LO STORTO
Mercoledì, 23 Maggio 2012 12:24

Sabato a Sorianello la Giornata dello Sport

mini giornata_sport-2012Sabato 26 Maggio dalle ore 15:30 presso il campo sportivo di Sorianello in località Savini, si svolgerà la Giornata dello Sport. Occasione unica ed ideale per avvicinare grandi e piccini all'attività sportiva e allo spirito di crescere e migliorarsi nel rispetto reciproco. Questo è il significato e allo stesso tempo l'obbiettivo della Giornata dello sport a Sorianello, riscoprire la genuinità dello spirito sportivo di gruppo ed individuale, educare i giovani al sano principio della competitività nello sport e dell'agonismo, sempre nel pieno rispetto di compagni e avversari.

A darne notizia è il consigliere Bruno Ciconte: “La manifestazione - ha affermato Ciconte - vuole promuovere la crescita della cultura sportiva tra i giovani attraverso una competizione sportiva-educativa, fondata sul rispetto dei principi del fair play, dello spirito formativo, dalla disciplina e dall’amicizia”. L'iniziativa è organizzata dall'amministrazione Comunale di Sorianello, dalla Polisportiva Sorianese ASD e dal Coni (Comitato Provinciale Vibo Valentia).

Pubblicato in SPORT

 

mini scopelliti-manciniSi svolgera' domani a Vibo Valentia, nell'Hotel 501, l'evento annuale ''Fse 2011: costruire insieme il futuro della Calabria''. Durante la giornata saranno illustrati ai cittadini calabresi, alla Commissione Europea e alle amministrazioni centrali, le iniziative promosse e i risultati conseguiti nel corso dell'anno 2011 attraverso la gestione del Programma Operativo Regionale 2007-2013 ed il conseguente utilizzo delle risorse del Fondo Sociale Europeo. Nel corso dell'evento, prosegue la nota, verranno trattate le tematiche piu' importanti per la crescita della Calabria, quali l'occupazione giovanile, la riqualificazione e la crescita delle competenze nella Pubblica amministrazione, gli strumenti di ingegneria finanziaria, le misure anticrisi e l'inclusione sociale. All'incontro interverra' il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti e saranno presenti, tra gli altri, oltre all'Autorita' di gestione del Por Calabria Fse 2007-2013 Bruno Calvetta, gli assessori regionali Mancini, Stillitani e Caligiuri; il dirigente generale del dipartimento Programmazione nazionale e comunitaria della Regione Anna Tavano; il dirigente divisione VII del ministero del Lavoro Alessandra Tomai; il capo unita' Occupazione e Dg della Commissione Europea Michel Laine; Maurizio Pulcianese, Desk Regione Calabria e Dg Occupazione della Commisione Europea; i senatori Antonio Gentile e Gaetano Quagliarello.

Pubblicato in POLITICA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno