mini de_fDaniele De Francesco, ventottenne serrese doc, trasferitosi a Firenze da diversi anni - dove ha studiato Design nella facoltà di Architettura e lavora da freelance industrial designer - ha trionfato nella quarta edizione del concorso “Design your Ciak” promosso dalla Diarpell srl, la nota azienda toscana leader nella produzione di agende, album fotografici, organizer, diari, quaderni, rubriche, classificatori, portabiglietti e personal book. In particolare la Diarpell si è nel tempo imposta ai vertici della distribuzione mondiale grazie all’ormai affermata linea a marchio “Ciak”, diventata uno status symbol nel mondo del block notes tascabile da collezione. E proprio il concorso in cui ha trionfato Daniele De Francesco, prende ogni anno in analisi le migliori “proposte di idee” riguardanti la presentazione di un progetto personalizzato del taccuino.

Il designer serrese è stato incoronato protagonista indiscusso dell’edizione 2013, premiato oltre che dalla giuria ufficiale - che ha definito la sua proposta, il “Ciak Bird”, “un prodotto semplice ma unico, minimale ma originale” - anche dalla giuria popolare. De Francesco infatti ha conquistato anche il primato nella speciale classifica Web, in cui a scegliere il miglior taccuino in gara è stato il popolo di internet.

La proposta di Daniele, rivelatasi quindi vincente sia per la giuria popolare che per quella ufficiale, è caratterizzata dalla chiusura ad elastico orizzontale a forma tubolare in costa di copertina, da un rivestimento morbido in simil pelle nero o grigio, disponibile in tre diverse versioni. Ora il suo progetto verrà realizzato e commercializzato in serie limata dalla stessa azienda promotrice del concorso e come riconoscimento al merito il nome e una biografia dell’autore verranno riportate all’interno del taccuino.

Una vittoria che quindi porta maggiore lustro alla carriera professionale di Daniele De Francesco, già ricca di molte soddisfazioni. Infatti, il giovane designer serrese, nonostante la giovane età vanta un ricco curriculum: laureato a pieni voti in Design presso l’Università degli Studi di Firenze, si è specializzato nella progettazione di oggetti e di interni. Si è già reso autore di collaborazioni di livello, in particolare con le “Officine di architettura” di Marco Paolieri ed è stato impegnato nella ristrutturazione del Cinema comunale “Alfieri”, teatro minore fiorentino riaperto di recente, e di altre importanti opere. Alle fine del 2012 De Francesco aveva già conquistato un altro riconoscimento: una menzione d’onore nel concorso di design a “Ferri Corti” patrocinato dalla Confartigianato e dalla Camera di Commercio di Vibo Valentia.

 

Pubblicato in CULTURA

mini aL'estetica è un bisogno reale e sociale che tutti desiderano ricercare in qualsiasi cosa: l'automobile, i vestiti che si indossano, i diversi oggetti che si possiedono, l'arredo che si sceglie per la propria casa o per il giardino. Ha bisogno di estetica anche la città, attraverso spazi collettivi, strutture, vie di comunicazione e altri elementi che la completino. Elementi che la rendano migliore, la facciano vivere, bella e funzionale, ordinata: l’arredo urbano. Si tratta di un importante elemento di design che ha il compito di attrezzare gli spazi pubblici urbani con diversi manufatti che consentano un utilizzo adeguato degli stessi, che diano un aspetto di omogeneità, coerenza e fruibilità tra le parti della città, dando loro le attrezzature per poter essere vissuti. In diverse situazioni l'arredo urbano diventa parte determinate dell'identità di un luogo, basti pensare alle cabine telefoniche di Londra, ai cartelloni pubblicitari e alle cassette della posta che si trovano negli Stati Uniti o alle entrate della metro a Parigi. Tutti elementi che segnano, identificano un luogo.

Pubblicato in CULTURA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno