mini onthenews_rifiutiQuello dei rifiuti rappresenta un settore molto complesso che, se gestito in maniera non regolare, può portare a gravi conseguenze, come insegnano la terra dei fuochi in Campania e quella presunta in Calabria e forse anche nel nostro comprensorio, oppure all’emergenza infinita che sconta la nostra regione ormai dal lontano 1999. Tuttavia se gestiti correttamente possono produrre benefici non solo ambientali ma anche economici, poiché si può allungare il ciclo di vita ed estrarre nuove materie per il mercato nonché energia. Di tutto questo e di altri aspetti che riguardano la gestione dei rifiuti se ne discuterà negli studi di RS98, durante la trasmissione On the news, condotta da Antonio Zaffino e Francesca Onda, sabato 28 giugno dalle 10,30 con Nicola Tucci, esperto della materia. 

Per seguire la puntata in streaming, basta collegarsi al seguente indirizzo: http://tunein.com/radio/Radio-Serra-RS-980-s3103/

 

Pubblicato in CULTURA
mini furto_energiaSORIANO CALABRO - Nella giornata di ieri, i militari della dipendente Stazione Carabinieri, nel corso di un predisposto servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato Elisa De Masi, nata a Soriano Calabro (VV) il 21.10.1985, ivi residente in via Giardinieri, nubile, commerciante, poiché responsabile del reato di furto aggravato di energia elettrica. Nel corso del controllo, i militari operanti - coadiuvati da personale della società Enel, a seguito di perquisizione presso l’attività commerciale della predetta - hanno accertato che la stessa aveva manomesso il proprio contatore, collegandosi abusivamente alla linea elettrica, per alimentare la propria attività di autolavaggio, nonché la propria privata abitazione.
 
Nel medesimo contesto, venivano altresì deferiti a piede libero D. M. V., nato Sorianello (VV) il 04.05.1954 operaio; G. A. M., nata Soriano Calabro (VV) il 26.11.1960 casalinga; D. M. G., nato Vibo Valentia (VV) il 21.04.1982 operaio, sorvegliato speciale di p.s.; A. M. R. nata Soriano Calabro (VV) il 02.01.1990 casalinga; M. V. I, nato Romania il 22.03.1979 operaio e M. A. E., nata Romania il 21.12.1984 casalinga. Tutti soggetti beneficiari, a vario titolo, del provento del reato.
 
L’arrestata, espletate le formalità di rito, veniva tradotta presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, così come disposto dall’autorità giudiziaria. Arresto che, successivamente, è stato convalidato in sede di giudizio per direttissima. 
 
 
Pubblicato in CRONACA

mini VALENTI_MARCELLONella giornata di ieri, i Carabinieri dell' aliquota radiomobile, alle dipendenze del maresciallo ordinario Rosario Scala - nel corso di un predisposto servizio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati contro il patrimonio - hanno tratto in arresto in flagranza di reati Marcello Valenti, nato a Badolato ma residente a Simbario, giostraio con precedenti di polizia, in quanto ritenuto responsabile di furto aggravato di energia elettrica. Nel corso del controllo, i militari - coadiuvati dal personale dell'Enel - a seguito di una perquisizione presso l'attività commerciale di Valenti, hanno accertato che lo stesso aveva manomesso il proprio contatore, collegandosi abusivamente alla linea elettrica per alimentare i propri macchinari. L'arrestato, espletate le modalità di rito, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in attesa del giudizio per direttissima, così come disposto dall'autorità giudiziaria. 

 

Pubblicato in CRONACA

energia elettricaSi è tenuto nella mattinata di oggi il processo per direttissima nei confronti di C.C., 53enne allevatore di Serra San Bruno, arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri della locale Compagnia, guidati dal capitano Stefano Esposito Vangone, con l'accusa di furto di energia elettrica. Il giudice, la dottoressa Rombolà, ha convalidato l'arresto e ha disposto nei confronti di C.C. - difeso dall'avvocato Michele Ciconte - l'obbligo di firma. L'uomo avrebbe, in sostanza, rotto il sigillo a monte del contatore Enel, allacciandosi dunque abusivamente, in modo tale da illuminare il piazzale antistante il terreno agricolo. Il contratto che prevedeva la fornitura di energia elettrica era stato chiuso nel lontano '97. 

 

Pubblicato in CRONACA

 

mini Carabinieri-sorianelloI carabinieri della locale Compagnia, guidati dal capitano Stefano Esposito Vangone, hanno tratto in arresto nella giornata odierna C.C., 53enne allevatore di Serra San Bruno, con l'accusa di furto di energia elettrica. In base a quanto sarebbe emerso, l'uomo avrebbe rotto il sigillo a monte del contatore Enel, allacciandosi dunque abusivamente, in modo tale da illuminare il piazzale antistante. Il contratto che prevedeva la fornitura di energia elettrica era stato chiuso nel lontano '97. Nei confronti di C.C. è stata dunque disposta la misura degli arresti domiciliari, in attesa del processo per direttissima che si terrà nella giornata di domani.

Pubblicato in CRONACA
Domenica, 09 Settembre 2012 13:16

Serra, pericolosa bravata al circo acquatico

 


mini Serra_San_Bruno_centro_storicoSERRA SAN BRUNO - Hanno approfittato del fatto che, ancora, fosse in corso lo spettacolo per entrare in azione. E ci sono riusciti. Nella tarda serata di ieri, ignoti - senza uno scopo ben preciso - hanno staccato i cavi elettrici del gruppo elettrogeno di proprietà dell' Enel, utilizzato, in questi giorni, dal circo acquatico in piazza Nicola Calipari. Unica conseguenza, la mancanza di energia elettrica ed una breve interruzione dello spettacolo. Gli addetti ai lavori, infatti, si sono adoperati per far riparare il tutto entro poche ore.

Pubblicato in CRONACA

mini manifesto_mangiardiBROGNATURO - « Non chiedere al tuo Paese cosa può fare per te, ma chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese». Si apre con la celebre frase di John Fitzgerald Kennedy il programma della lista elettorale “Rinnovamento e crescita” guidata da Maria Carmela Mangiardi. Sotto il simbolo di «sette stelle che sovrastano tre cime montuose con sotto due mani che si stringono», la candidata, che contenderà a Pino Iennarella lo scettro di primo cittadino, si propone di conquistare le chiavi dell’amministrazione cittadina per mettere in cantiere uno strumento programmatico che, in virtù della «fase storica poco brillante», si basa «principalmente sui principi del buonsenso e della responsabilità». Per tale ragione, si punta sulla promozione di « forme di democrazia partecipativa» destinate a diventare la «regola permanente di governo, al fine di gestire la spesa individuando le priorità di intervento sulla base delle reali esigenze». Più che un programma, quello redatto dai componenti di “Rinnovamento e crescita”, si propone di essere un «progetto aperto» che non « non rappresenti, l'ennesimo e scontato "libro dei sogni"». Alla luce della limitatezza delle risorse finanziare disponibili, il raggruppamento di Mangiardi intende seguire «un disegno progettuale che distingue e, tuttavia, tiene assieme, due dimensioni dell'azione di governo: da una parte quella impegnata sul versante del quotidiano, del futuro immediato, della manutenzione, della messa in sicurezza, della valorizzazione delle risorse esistenti; dall'altra quello dello sguardo ambizioso sul futuro più lontano, della progettazione che inaugura nuovi scenari, dell'agire strategico». Un percorso ambizioso, quindi, che mira ad ottenere risultati immediati, anche, attraverso l’individuazione delle risorse disponibile. Si punta, quindi, alla «produzione di energia da fonti rinnovabili (biomasse, acqua e impianti fotovoltaici). Si cercherà di operare, naturalmente, scelte strategiche che comprendono principalmente l'uso delle biomasse per la produzione di energia termica con ricadute sulla occupazione locale». Ruolo centrale viene assegnato, poi, alla valorizzazione del patrimonio boschivo attraverso «una nuova gestione che ne sappia esaltare le multifunzionalità, rilanciare una selvicoltura moderna e al passo delle mutate condizioni di mercato, dell'esigenza della collettività nella previsione del miglioramento del bosco esistente e del suo incremento» anche attraverso «l’assunzione di manodopera specializzata nel settore». Al fine di offrire sbocchi occupazionali, attraverso un uso sostenibile delle risorse ambientali, la squadra di Mangiardi «si occuperà anche della ricerca, sviluppo e controllo di risorse idriche per lo sfruttamento di acque minerali e produzioni di energie pulite». Per raggiungere «nuovi obiettivi» si punta, inoltre, all’«ottimizzazione del personale comunale», anche, attraverso la valorizzazione « dei lavoratori di Lpu ed Lsu, escludendo categoricamente qualsivoglia forma di mobilità, di trasferimento o di indebolimento di queste figure necessarie allo sviluppo del sistema organizzativo comunale». L’istituzione di «un ufficio per gli obiettivi strategici» sarà, invece, funzionale «all'individuazione di misure e linee di finanziamento nell'ottica dei quadri strategici comunitari, nazionali e regionali». Nei quindici punti enunciati in calce al programma si evidenzia, inoltre, la necessità di «diminuire le tasse»; incrementare «la raccolta differenziata dei rifiuti»; « approvare un nuovo regolamento cimiteriale ed avviare i lavori per la realizzazione del cimitero comunale»; redigere « il Piano strutturale comunale con la costruzione e d il completamento di nuove strade»; completare ed avviare « la casa albergo per anziani con l'immediato inserimento di unità lavorative e professionalità locali»; redigere « un progetto per la riqualificazione dell'abitato e la realizzazione del paese albergo»; creare «un ufficio relazioni con il pubblico che curi i rapporti e la comunicazione istituzionale a livello nazionale ed internazionale». Nel campo della cultura e dello spettacolo, in caso di successo, «l’amministrazione si preoccuperà – infine - di sottoporre la pianificazione degli eventi culturali presso la Regione Calabria e la Provincia».

Pubblicato in POLITICA
Mercoledì, 08 Febbraio 2012 10:01

Manca l'elettricità all'Alaco: Serra senza acqua

mini camion_soricalSERRA SAN BRUNO - Gran parte dell'abitato serrese è senza acqua da ieri pomeriggio. La causa è l'interruzione di energia elettrica che le forti nevicate delle ultime ore hanno causato all'impianto di potabilizzazione dell'Alaco, in località Lacina, dove si trova l'invaso di cui Sorical si serve per fornire di acqua "potabile" moltissimi comuni del vibonese e della ionica catanzarese. La cittadina bruniana, che dipende quasi totalmente dall'Alaco, è quindi rimasta a secco del tutto, fatta eccezione per alcune abitazioni servite da serbatoi comunali. Per ridare energia elettrica all'Alaco sono arrivati tre enormi gruppi elettrogeni caricati su altrettanti tir, che però non riescono ad arrivare a destinazione. Poco fa uno dei tre camion è riuscito a raggiungere l'Alaco, mentre gli altri si stanno attrezzando di catene. Tra qualche ora, quindi, si spera che il problema sia risolto, anche perchè molte abitazioni e intere vie dell'abitato di Serra sono ancora bloccate. Tanta gente, tanti anziani, per poter uscire di casa aspettano da due giorni invano il passaggio dei mezzi comunali, che però sembrano ignorare totalmente alcune vie del paese.

Pubblicato in CRONACA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno