fulmineBrusco principio d’autunno per il nostro territorio: si è registrato, solo in Sicilia e Calabria, oltre il 23% delle precipitazioni in più rispetto alla media del Sud Italia. A fornire le cifre dell’analisi inerente all’ondata di maltempo che si è abbattuta sulle due regioni nel weekend appena trascorso è stata questa mattina la Coldiretti, sulla base dei dati Ucea, che ha realizzato il monitoraggio dei danni provocati dai nubifragi.

Se in Sicilia a pagare dazio sono state, in particolare, le zone care al commissario Montalbano, personaggio ideato dallo scrittore Andrea Camilleri, di certo non può sorridere in Calabria il territorio afferente alla provincia di Vibo Valentia, dove si sono registrati diversi casi di allagamenti e smottamenti di terreno.

Proprio la Coldiretti si è attivata, fin dalle prime ore di oggi, contestualmente al consorzio di bonifica, per il ripristino dei territori colpiti e, soprattutto, per prevenire danni peggiori nel caso in cui le condizioni di maltempo dovessero persistere. Il grosso dell’ondata determinata dalle copiose precipatazioni, caratterizzata da lampi e qualche tromba d’aria, si è registrato nel pomeriggio di ieri, attorno alle ore 17. Alla fine il bilancio parla di danni ingenti per numerosi allagamenti, crolli di alberi spazzati via dal vento a dalla pioggia, tombini scoperchiati dai grossi flussi di acqua piovana, in particolare nella zona del capoluogo, ma anche nella frazione Piscopio, mentre a Vibo Marina un albero ha ostruito la circolazione del traffico della Statale 18.

Altri danni si sono verificati nei comuni di Mileto, Ionadi e San Costantino. In particolare sulla fascia costiera numerosi sono stati gli interventi dei vigili del fuoco a fronte di decine di richieste di soccorso. Per fortuna, in definitiva, non pare si possano contare danni a persone, ma di certo i disagi idrogeologici presenti su tutto il territorio provinciale non fanno presagire nulla di buono per la stagione invernale alle porte.

Pubblicato in CRONACA

mini vdfNotte di fuoco nella frazione Sant'Angelo di Gerocarne dove, intorno a mezzanotte e mezzo, è stata data alle fiamme una Fiat 500 vecchio modello, di proprietà di V.G., 70enne del luogo, parcheggiata in via San Domenico. L'autovettura è andata completamente distrutta. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri della Stazione di Soriano Calabro, guidati dal maresciallo Barbaro Sciacca e diretti dal capitano della Compagnia di Serra, Stefano Esposito Vangone, i quali hanno avviato subito le indagini per cercare di risalire agli autori del gesto. Certa l'origine dolosa del rogo. 

 

Pubblicato in CRONACA
mini carabinieri_124Nella giornata di ieri si è registrato un nuovo preoccupante episodio intimidatorio a danno di Raffaele Montagnese, imprenditore edile, residente ad Acquaro. Davanti all’abitazione dello stesso Montagnose - che, appunto, già di recente era stato oggetto di minacce da parte di ignoti - è stata ritrovata una bottiglia contenente un liquido infiammabile, probabilmente benzina, con accanto un bossolo di fucile.
 
Sul fatto stanno indagando, sotto le direttive del capitano Stefano Esposito Vangone, i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno. Una della pista seguite dagli inquirenti è legata all’ipotesi che possa trattarsi di un’intimidazione perpetrata all’indirizzo dell’imprenditore in seguito all’avvio di un cantiere edile, attivato di recente nella frazione “Limpidi”, ricadente proprio nel Comune di Acquaro. 
 
L’importo dei lavori aggiudicati a favore della ditta guidata da Montagnese, afferenti alla costruzione di un muro di protezione e probabilmente contesi da altri soggetti, risulterebbe essere di poco inferiore ai 40mila euro. 
 
 
Pubblicato in CRONACA

mini serresefesta1È una stagione, quella appena trascorsa, che la Serrese ricorderà a lungo. Dopo aver vinto meritatamente il campionato di Prima categoria, approdando così in Promozione, la squadra di mister Amoroso batte l'Uria 2000 sul campo neutro di Lamezia Terme e conquista la coppa Calabria.

Nella prima mezz'ora di gioco il risultato è stato fermo sullo 0 a 0, ma a dieci minuti dalla fine del primo tempo Valente porta in vantaggio la Serrese con un gran tiro da trenta metri che si insacca all'incrocio dei pali e non lascia scampo all'estremo difensore dell'Uria 2000. 

Pubblicato in SPORT

arena blocchi di contenimentoDal 2 febbraio, domenica contraddistinta dalle forti raffiche di vento e dalle ingenti piogge che hanno per ore tenuto in ostaggio la Calabria, i cittadini di Arena residenti nella popolosa frazione di ‘Cerasara’, si erano visti isolati per via di una frana che inaspettatamente aveva sbarrato l’unica via possibile di collegamento fra le loro abitazioni ed il resto del centro urbano.

A nove giorni di distanza, nel pomeriggio di ieri, sono stati finalmente completati i lavori per liberare definitivamente la strada dai detriti. La frana si era originata in seguito all’ondata di maltempo che aveva irrimediabilmente finito per interessare un costone di contenimento, causando quindi un crollo che aveva invaso proprio la carreggiata del tratto stradale che conduce fino, appunto, alla frazione di 'Cerasara'. Con l'intervento di ieri, almeno in quella parte del territorio cittadino, sembra si sia finalmente tornati alla normalità, tanto che sul tratto di strada interessato dalla frana - previa ordinanza comunale - si è dato nuovamente il via libera al traffico in modo da permettere ai cittadini, ed in particolar modo agli studenti, di tornare a percorrerla senza mettere a rischio la propria incolumità.

Altra sorte invece per la frana verificatisi sulla Strada Provinciale (foto) dove si è provveduto semplicemente a posizionare dei blocchi di cemento per arginare il crollo che aveva interessato un promontorio su cui, tra l’altro, sono collocati sia i ruderi del Castello normanno, sia una chiesa medievale, entrambi appartenenti al patrimonio storico-culturale della cittadina. La stessa chiesa nei giorni precedenti era stata completamente svuotata di tutti gli oggetti contenuti all’interno dagli uomini dei vigili del fuoco, giunti al piccolo edificio sacro grazie all’ausilio di alcune motopale. Contestualmente le forze dell’ordine avevano deciso lo sgombero immediato di due nuclei familiari, residenti in strutture in stretta adiacenza del crollo, per evitare il serio pericolo che le abitazioni fossero coinvolte da ulteriori smottamenti.

Foto Valerio Colaci

Pubblicato in CRONACA
Lunedì, 23 Settembre 2013 14:18

Prima categoria, sei squadre a punteggio pieno

 

mini serrese2104La prima giornata del campionato di Prima categoria, girone 'C', è andata in archivio. Sei, al momento, le squadre a punteggio pieno (Serrese, Marina di Nicotera, Terina, Gasperina, Badolato e Stilese A Tassone), quattro invece, sono quelle ferme ad un punto (Zungrese, Campora, Piscopio e Real Pianopoli), così come sei sono le formazioni a secco (BivongiPazzano, Chiaravalle, San Calogero, Atletico Maida, Scommettiamo Fronti e Raffaele Nicastro). 
 
Uno dei risultati più sorprendenti è stato senza dubbio il successo della matricola Terina sul campo del BivongiPazzano. Gli ospiti non impiegano tanto a passare in vantaggio: al 10' della prima frazione è Vasta a portare in avanti i suoi con un calcio di punizione. Il risultato rimane invariato fino al 36' della ripresa, quando il Terina va nuovamente in gol, questa volta con Trunzo. A tempo quasi scaduto, prima Molinaro firma il 3 a 0 e, subito dopo, arriva la rete del BivongiPazzano ad opera di Taverniti. 
 
Successo per la Serrese del neo tecnico Amoroso, nell' attesissimo derby contro un Chiaravalle apparso non nella sua migliore condizione fisica. I biancoblu prima passano in vantaggio grazie a Corsi, poi raddoppiano con Fiorenza (proveniente dal Badolato) e, a circa quindici minuti dal termine, chiudono i conti con Ramondino. 
 
In vetta alla classifica, anche la Stilese, fresca dei primi tre punti stagionali, ottenuti in quel di San Calogero. Dopo un primo tempo conclusosi in parità, gli ospiti nella seconda frazione di gioco siglano il sorpasso con Marulla, che condanna dunque i ragazzi di mister Romano al primo ko stagionale.
 
Vittoria di misura per il Marina di Nicotera, al quale basta un gol di Godano nel primo tempo, per archiviare la pratica Fronti. 
 
Tre punti sofferti quelli ottenuti dal Gasperina contro il Maida. I locali si sono imposti con il risultato finale di 3 a 2, ma gli ospiti non hanno demeritato per quanto fatto vedere in campo.
 
Pari a reti inviolate tra Piscopio e Campora, così come tra R. Pianopoli e Zungrese. 
 
Nell'anticipo di sabato, risultato tennistico tra R. Nicastro e Badolato, con gli ospiti che hanno avuto la meglio per 4 reti a 3. 

 

Pubblicato in SPORT

 

mini cassariRiceviamo e pubblichiamo

 Nella giornata di venerdì nella frazione Cassari di Nardodipace come negli altri paesi delle Serre, si è abbattuta una bufera di neve che ha raggiunto oltre quota 50 cm, ed è da venerdì che la frazione Cassari è isolata. I cittadini rammentano la totale assenza delle istituzioni, un ritorno a trenta anni fa, quando ai cittadini del nostro piccolo centro venivano portati i viveri con l’elicottero, ma visto come siamo messi, all’epoca dobbiamo dire che le cose funzionavano meglio. Oggi i cittadini di questa frazione vengono riconosciuti solo per le tasse e tra le vie del paese già si sentono tante lamentele e c'è chi già sta pensando a disertare le urne per le prossime elezioni. Non vogliamo pensare a qualche emergenza, perché altrimenti dovremmo già rivolgerci al creatore. Eppure la frazione Cassari è la più popolata con un alto numero di bambini e di anziani. Siamo al primo assaggio dell’inverno e ci troviamo così, tra qualche giorno visto che il bollettino meteorologico porta un aggravamento delle temperature a chi ci rivolgeremo?

Pubblicato in CRONACA
Mercoledì, 07 Novembre 2012 10:26

Terza categoria: Real Serra, vittoria e primato

 

mini Real_Serra_-_MaieratoSERRA SAN BRUNO - Esordio casalingo col botto per il Real Serra che con una prova superlativa si disfa della pratica Maierato e vola solitaria in testa alla classifica del girone “G” di Terza Categoria. In uno stadio quasi gremito, una grande festa voluta dalla società – per la prima gara in assoluto nella storia dei ragazzi di mister Battaglia fra le mura amiche – ha fatto da cornice alla seconda vittoria, vedendo la partecipazione di numerosi associazioni presenti sul territorio, rappresentanti di diversi enti e, per una politica di integrazione, anche dei ragazzi egiziani che da qualche settimana si trovano a Serra San Bruno col progetto “Pitagora Mundus”. Prima del fischio d'inizio, si è voluta ricordare la tragica scomparsa di Filippo Ceravolo, giovane vittima innocente della criminalità organizzata, con un minuto di raccoglimento. Dal punto di vista tecnico, mister Battaglia riconferma la formazione di sette giorni fa, con l’unica variazione di Carchidi che prende il posto dell’infortunato De Raffele. La prevalenza della squadra locale è netta sin dalle prime battute di gioco con le azioni ospiti che vanno ad impattarsi sul centrocampo a quattro schierato da mister Battaglia. Il risultato non tarda a sbloccarsi e bastano appena 10 minuti ai locali per annotare il momentaneo 1 – 0 con un Zaffino S. che insaccasa di testa un ottimo cross in area di Capone S. Al 20’pt l’urlo del raddoppio si ferma sul palo scheggiato da Carchidi a conclusione di uno scambio con Stingi. Il 2-0 che chiude la prima frazione di gioco, porta ancora il sigllo di Zaffino S. che sfruttando un errore difensivo ospite manda tutti negli spogliatoio con il risultato un po’ più al sicuro. Nella seconda frazione di gioco, si da il via al valzer delle sostituzioni su entrambe le panchine, ma la musica non cambia, e gli attacchi del Real Serra non si fermano, riuscendo a fruttare anche un rigore che battuto da De Caria chiude definitivamente i conti sul 3-0. Alla fine dei 90 minuti, tanta la soddisfazione per la vetta della classifica guadagnata anche grazie alla magnifica prova deei più giovani della rosa serrese, come Andreacchi (’96), Capone S. (’95) e Zaffino M. (’94), che hanno ricevuto anche i complimenti degli avversari, per la loro capacità tecnica e la tenacia dimostrata per tutta la gara, dimostrando già di essere pronti per una categoria superiore. Ulteriore ingrediente per la splendida giornata sportiva è stato dato dal comportamento e dalla sportività avuti dalla squadra della Polisportiva Dilettantistica Maierato, che nonostante la sconfitta, a fine gara si è fermata tutta – dai dirigenti ai giocatori – a brindare insieme a tutti i componenti del Real Serra a festeggiare questo nuovo progetto calcistico di Serra San Bruno.

Pubblicato in SPORT

 

mini asd_serreseSERRA SAN BRUNO - Bastano poco meno di quarantacinque minuti alla Serrese per regolare senza grossi problemi il Real Pianopoli. I biancoblu di mister Rolando Megna, dunque, riscattano il pari esterno di una settimana fa e lanciano un messaggio chiaro alle dirette concorrenti per la vittoria del campionato. Per la cronaca, nei primi minuti le squadre si limitano a controllare il pallino del gioco cercando di capire le intenzioni dell' avversario. Per vedere un' occasione degna di nota bisogna attendere il 24', quando Ascone non ci pensa due volte a tirare da fuori area. Il pallone, però, esce di poco alla sinistra del portiere. Al 36' occasione per De Siena che, sempre da fuori area, centra in pieno la traversa. A tre minuti dal termine della prima frazione, gli ospiti vanno in tilt: prima Crudo apre le marcature tutto solo davanti ad Aiello; due minuti più tardi è Greco a raddoppiare il vantaggio. Ed il numero 7 biancoblu si ripete dopo appena sessanta secondi, chiudendo la prima frazione sul risultato di 3 a 0. Nella ripresa, la Serrese si limita a controllare l'incontro, ma alla prima occasione arriva addiritttura il 4 a 0 con Megna. Al 30' st, invece, Mazzitelli ha tutto il tempo per controllare il pallone e fissare il risultato finale sul cinque a zero.

SERRESE - R. PIANOPOLI        5 - 0

SERRESE: Piccolo, Iorfida, Miletta, Zaffino (9' st Inzillo), Raffa, Carchedi, Greco, Di Siena (9' st Vellone), Ascone, Megna, Crudo (15' st Mazzitelli). In panchina: Costa, Albano, Idà, Carbone. All.: Megna
R. PIANOPOLI: Aiello, Nicotera, Arcuri, Capoluso, Scerbo, Torcasio, Notaro (20' st Dell' Aquila A.), Scardamaglia (22' st Cavalieri II), Gaetano (20' st Roca), Garieri, Cavalieri I. In panchina: Mascaro, Morelli, Fiorentino, Dell' Aquila F.. All.: Messina
ARBITRO: Rotella di Catanzaro
MARCATORI: 42' pt Crudo, 44' pt e 45' pt Greco, 5'st Megna, 30' st Mazzitelli

Pubblicato in SPORT
Sabato, 04 Febbraio 2012 20:56

Calcio a 5, Serra: passivo pesante a Rossano

 

mini ciconteSERRA SAN BRUNO – Partiamo da un assunto: viste le assenze per squalifica (Gregorio De Caria, Fabio Tino e Angelo Carrera), infortunio (Francesco De Caria) e indisponibili (Luciano Albano), non si poteva aspettare chissà cosa dalla difficilissima trasferta di Rossano. Il quintetto vibonese, infatti, subisce un passivo pesantissimo (15 a 5) al cospetto di una squadra che si contenderà la promozione in serie B, assieme al Calabria Ora. Partita a senso unico, il cui risultato finale non è mai stato messo in dubbio. Odissea che, trascinata dalle 4 reti di Apprezzo e Labonia e dalla tripletta di Gil, non ha lasciato scampo agli ospiti, mettendo in cassaforte il risultato già al termine della prima frazione, conclusasi sull' 8 a 2. Ripresa che, per larghi tratti, ha rappresentato il monologo della prima frazione. Anzi, l' Odissea va a segno in altre sette occasioni e mentiene la scia della capolista Calabria Ora, vincente nel match contro la Catanzarese. Per il Serra, invece, sono andati a segno Ciconte B. (2), Ciconte D., Franzè e Squillacioti.

Pubblicato in SPORT
Pagina 1 di 2

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno