mini gallicoserraServiva una prova d’orgoglio e di carattere a Gallico contro l’Aurora per ribaltare il ko rimediato in casa e consentire, così, al Futsal Serra di accedere in finale e accarezzare il sogno di alzare la coppa. La prova d’orgoglio dei ragazzi di Pisani c’è stata, che hanno dato tutto in campo, in una gara condizionata anche dal caldo. Ma questo non è bastato. La fortuna, purtroppo, non è stata dalla parte di Albano e compagni che devono, così, dire addio alla competizione.Sconfitta a parte, ieri la squadra del patron Domenico Mangiardi è stata padrona indiscussa del campo, soprattutto nella ripresa, quando l’Aurora si è resa pericolosa soltanto negli ultimi 6 -7 minuti, in due occasioni. E, destino ha voluto, che in quelle due occasioni i reggini andassero in rete. È un ko amaro, dunque, per il Futsal Serra. Ai biancoverdi rimane soltanto la consapevolezza di aver disputato una grande partita.

Mister Pisani decide di affidarsi al quintetto iniziale formato da Carrera, Albano, Domenico Zaffino, Ciconte e De Padova.La prima frazione si è conclusa con i padroni di casa in vantaggio per 2 a 1: dopo l’iniziale vantaggio di Ciconte intorno al 2? a seguito di uno schema su calcio di punizione, i reggini ribaltano la situazione: prima il Gallico al 5? agguanta il pari e a dieci minuti dal termine arriva il gol del sorpasso. In entrambe le situazioni, però, i padroni di casa sono stati baciati dalla fortuna. Anche nel primo tempo, il Futsal Serra non ha assolutamente demeritato. Le squadre, dunque, vanno a riposo sul risultato di 2 a 1.

La ripresa, praticamente, è un monologo degli ospiti che nell’arco della mezzora hanno creato almeno otto occasioni utili per ribaltare la situazione. Con una reazione da grande squadra, il Futsal Serra riesce a portarsi sul 3 a 2, grazie al gol di Domenico Zaffino, che lascia sul posto un avversario e firma il momentaneo pareggio ed al capolavoro di capitan Albano che riceve palla da Ciconte e, di prima intenzione, scarica un tiro che si insacca all’incrocio dei pali. Purtroppo, nel finale (quando il Futsal Serra ha praticamente chiuso il Gallico nella propria metà campo) arriva la beffa del capitano reggino, che spegne le speranze dei biancoverdi, dopo che gli ospiti hanno sprecato altre 3-4 occasioni. Pisani, alla fine, decide di schierare il portiere di movimento, ma la scelta si rivelerà fatale: il 4 a 3, infatti, lo firma direttamente il portiere del Gallico dalla propria area di rigore.

La finale vedrà, quindi, di fronte Lamezia Soccer e Aurora Gallico.

Oggi la squadra osserverà una giornata di riposo. Domani sera, però, riprenderanno gli allenamenti, in vista della trasferta di domenica mattina in campionato contro il Futsal Catanzaro.

 

Pubblicato in SPORT

lamezia futs5Futsal Serra – Aurora Gallico    4 – 5

Quintetto iniziale Futsal Serra: Costa, Albano, De Padova, Ciconte, Franzè

A disposizione: Domenico Zaffino, De Raffele, Vincenzo Zaffino, Carchidi, De Caria, Nardo. All.: Gerardo Pisani

Dopo tre-quattro partite giocate al di sotto delle aspettative ma, soprattutto, al di sotto di quelle che sono le proprie potenzialità, il Futsal Serra incappa nel secondo ko stagionale. La squadra di mister Pisani viene sconfitta per 5 a 4 dall’Aurora Gallico nell’andata delle semifinali di coppa Calabria ”Memorial Stefano Gallo” e al ritorno servirà sicuramente una prestazione totalmente differente rispetto a quella di oggi pomeriggio.

Quella vista in coppa, francamente, non è la squadra che ha iniziato questo cammino. Negli ultimi incontri, pur vincendo, i ragazzi di mister Pisani non hanno fatto vedere un buon gioco. O, quantomeno, hanno giocato bene soltanto a sprazzi. E come si dice in questi casi: ”tanto tuonò che piovve…”. Dopo questa serie di prestazioni non convincenti, insomma, arriva il ko. Frutto forse della stanchezza di qualcuno. Ma anche, per altri versi, delle condizioni non ottimali di chi, al contrario, dovrebbe (e potrebbe) fare man bassa degli avversari.

I biancoverdi, però, dovranno da subito mettere da parte questo inaspettato passo falso e pensare piuttosto alla delicata sfida di sabato prossimo in campionato a Sorbo San Basile, contro la Tegola Canadese.

Il tecnico di casa deve fare a meno di Carrera e Lucio Zaffino, entrambi fermi per squalifica.
Pisani, dunque, si affida al portiere in seconda, Costa, ad Albano nel solito ruolo di centrale in difesa, De Padova e Ciconte i due laterali, mentre Franzè viene schierato pivot.

Meglio i padroni di casa nei primi minuti. Al 4? è capitan Albano a rendersi pericoloso con un tiro da fuori all’incrocio: la conclusione del numero 10 biancoverde termina però di poco a lato. Passa giusto un giro di lancetta: angolo di Ciconte, palla per De Padova che, di testa, spedisce alto. Il Futsal Serra è consapevole del fatto che bisogna fare gol per dare una scossa all’incontro e subito dopo una bella azione tutta in velocità tra De Padova e Franzè, il numero 6 del Futsal Serra si fa respingere la conclusione in angolo. Nel momento migliore dei padroni di casa, l’Aurora Gallico passa in vantaggio: Gangemi avanza tutto solo sulla fascia (lasciato inspiegabilmente solo da De Padova), riceve palla e con un diagonale batte Costa per il momentaneo 0 – 1. Il portiere di casa, poi, si dimostra reattivo in altre due situazioni. Al 15? arriva il pareggio: Domenico Zaffino dalla fascia destra mette la palla in mezzo dove si presenta De Padova, che viene anticipato da un giocatore reggino, il quale però deposita la palla nella propria porta. Prima del ventesimo è Ciconte a cercare la via del gol con un’azione tutta in solitaria: il suo tiro, però, termina di poco a lato. Poi è Carchidi ad avere tra i piedi la palla buona per il sorpasso, ma la conclusione termina abbondantemente a lato. Al 20? ecco il gol del 2 a 1 e a siglarlo ci pensa Ciconte. I ragazzi del presidente Mangiardi creano più di qualche occasione con Ciconte, Carchidi e Domenico Zaffino, senza però concretizzare. Ne approfitta, dunque, il Gallico che sigla il 2 a 2 con Fiumanò sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nei minuti finali del primo tempo nuovo vantaggio Futsal Serra con Domenico Zaffino e, sul 3 a 2, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

La ripresa inizia malissimo per il Futsal Serra che dopo appena un minuto recrimina per un intervento dubbio in area di rigore su De Caria ed al 6? Megali realizza il 3 a 3. Nel frattempo Franzè ci prova in qualche modo ma il tiro del numero 3 si spegne di poco a lato. Intorno al 12? ecco il vantaggio del Gallico con Branca sugli sviluppi di una ripartenza e al 20? arriva il 3 – 5 degli ospiti con Ianno. Proprio nel finale, Ciconte accorcia le distanze portando il Futsal Serra sul 4 – 5 ed in pieno recupero si contano almeno quattro occasioni da gol per la squadra di casa: due con Ciconte, una con Carchidi ed un’altra con Domenico Zaffino. Alla fine, però, vince l’Aurora Gallico.

Non una buona prestazione, dunque, per i ragazzi di Pisani, che in alcune situazioni hanno consentito all’Aurora Gallico di sfruttare le ripartenze, portandosi addirittura a tu per tu con Costa, mentre in altre il solo Albano ha cercato di fare il possibile per limitare i danni. Solo la mancata precisione dei reggini ha evitato un passivo più pesante per il Futsal Serra.

La qualificazione si deciderà, comunque, al ritorno, il 19 marzo alle 15.

 

Pubblicato in SPORT

mini carmelo_gallicoLa Polizia ha arrestato in Spagna il boss della 'ndrangheta Carmelo Gallico, di 48 anni, capo dell'omonima cosca di Palmi. Gallico si nascondeva in un'abitazione nel centro di Barcellona. L'arresto e' stato eseguito dalla Squadra mobile di Reggio Calabria e dai Mossos d'Esquadra di Barcellona, con il supporto del Servizio centrale operativo e del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia. Carmelo Gallico era latitante dal 30 novembre scorso, giorno in cui la Dda di Reggio Calabria aveva emesso un provvedimento di fermo a suo carico. Analoghi provvedimenti erano stati emessi anche a carico di altri tre affiliati alla 'ndrangheta, Gesuele Misale, Alfonso Rinaldi e Domenico Nasso, e di un avvocato del Foro di Palmi, Vincenzo Minasi, difensore di Carmelo Gallico. Nei confronti dell'avvocato Minasi, inoltre, era stata eseguita anche un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Milano su richiesta della Dda nell'ambito dell'inchiesta sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in Lombardia. Nel contesto della stessa inchiesta della Dda di Reggio Calabria erano stati perquisiti gli studi degli avvocati Francesco Cardone, del Foro di Palmi, e Giovanni Marafioti, del Foro di Vibo Valentia.

Negli anni in cui era detenuto nel supercarcere di Fossombrone, Gallico fu al centro dell'attenzione delle cronache, questa volta letterarie però, poichè, allora 39enne, si appassionò allo studio della filosofia e della letteratura e una sua recensione vinse un premio che gli valse una menzione sul Corriere della Sera. Appassionato poeta e scrittore, Gallico firmava i suoi scritti in carcere con lo pseudonimo "Erasmus".  

Pubblicato in CRONACA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno