mini real_serra_newTorna in campo il Real Serra che domani tra le mura amiche ospiterà l’asd Hierax di Gerace. Partita alquanto delicata per i ragazzi del presidente Masciari, che devono assolutamente ottenere i tre punti per scalare la classifica, dove attualmente occupano un posto che non ha nulla a che vedere con gli obiettivi e il potenziale della squadra. Dopo un avvio sfortunato caratterizzato da decisioni di gara sbagliate, infortuni e squalifiche, la squadra guidata da Nicola Fortebuono ha dato prova della propria forza nella trasferta di domenica scorsa a Joppolo, battendo la squadra locale con un netto 5 a 0. Dall’altra parte l’ASD Hierax non starà di certo a guardare: con la vittoria tra le mura amiche per 2 a 1 contro la Vigor Sant’Onofrio la squadra di Gerace occupa il quarto posto in classifica a 7 punti con 2 vittorie 1 pareggio e 1 sconfitta. Una vittoria permetterebbe di avvicinarsi alla capolista Rombiolo fermata dal turno di riposo. Dunque ci sono tutti i presupposti per assistere ad un bell’incontro di calcio. Sulla formazione del Real Serra: in linea di massima dovrebbe essere confermata la squadra che ha affrontato domenica la Joppolese. Mister Fortebuono recupera Politi, che ha scontato le 2 giornate di squalifica inflitte nella prima giornata di campionato. Dubbi su Capone,  che potrebbe partire dalla panchina. Ancora fermo ai box Zaffino, dopo l’infortunio subito nella partita contro il Rombiolo. Brutte notizie infine per l’acquisto più importante dell’estate Andrea Maida: i referti medici parlano di 6 -7 mesi di stop. Stagione finita per l’attaccante su cui la società puntava tanto. Il direttore generale Francesco De Caria, concordatosi con il consiglio direttivo dell’associazione, è già sul mercato per cercare una punta di spessore che dia forte peso all’attacco.
 
Le altre partite:
 
5^ Giornata Andata
 
Domenica 10 Novembre 2013 ore 14:30
 
GALATRO MAMMOLA
GROTTERIA CALCIO JOPPOLESE Sabato 09.11.2013
NICOTERA ALLARESE
REAL SERRA HIERAX
REAL SPILINGA NUOVA MILETO Sabato 09.11.2013
VIGOR SANT’ONOFRIO SAN COSTANTINO CAL.
 
Riposa : ROMBIOLESE
Pubblicato in SPORT

mini Bivongi_e_fiumaraGiuseppe Gerace, 30 anni, è stato ucciso in un agguato avvenuto stamattina nelle montagne tra Bivongi e le Serre, al confine tra le province di Reggio, Vibo e Catanzaro. La vittima era alla guida di una jeep su una strada sterrata, quando l'auto è stata raggiunta da diversi colpi di fucile. Insieme a Gerace in auto c'era Giuseppe Geracitano, 19 anni, che è rimasto ferito. Secondo le prime ricostruzioni, pare che i due siano scesi dall'auto e abbiano tentato la fuga: il 30enne non c'è riuscito ed è stato freddato, mentre il 19enne, dopo essere fuggito attraverso un bosco, è stato visto e soccorso da alcuni operai forestali. Geracitano sarà sottoposto ad intervento chirurgico presso l'ospedale di Locri. Pare che a sparare siano stati almeno due sicari. Sull'agguato indagano i carabinieri.

Pubblicato in CRONACA

mini scopelliti_morosiniSull'ultimo attentato subito dalla cooperativa GOEL hanno espresso solidarietà anche il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, e il mons Giuseppe Fiorini Morosini, vescovo della diocesi di Locri-Gerace.

''L'ordigno esploso davanti a un locale di Caulonia, un ristorante multietnico per l'inserimento al lavoro di numerosi immigrati, - dichiara il Governatore Scopelliti - è un fatto da condannare fermamente. Poche settimane fa sono stato a Caulonia ed ho toccato con mano un grande esempio di integrazione tra la popolazione residente e i tanti extracomunitari che ci vivono, a dimostrazione di una comunità che sa tutelare le fasce deboli e lavora all'insegna della solidarietà. Evidentemente il grande impegno del GOEL infastidisce qualcuno ma sono certo che anche dopo questo episodio il Consorzio andrà avanti nella sua azione per il sociale con ancora maggiore forza''. ''Perciò voglio esprimere a questa organizzazione sincera vicinanza e solidarietà, ribadendo che le Istituzioni saranno sempre al fianco di chi opera con dedizione per una Calabria migliore''.

Duro anche l'intervento del vescovo di Locri-Gerace, che dichiara: ''Ancora una volta bisogna intervenire per richiamare la coscienza civile e religiosa di quanti usano il linguaggio delle bombe per lanciare messaggi intimidatori o per compiere atti a dir poco incivili. L'oscuro e vigliacco linguaggio delle bombe appartiene al mondo delle tenebre, che e' l'antivangelo e l'anticivilta''

 

 

Pubblicato in CRONACA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno