mini ccG.C., 63 anni, impiegato dell'ufficio ticket di Nicotera, avrebbe sottratto sistematicamente, per mesi e mesi, parte dei soldi che gli utenti versavano per il pagamento della tassa sulle prestazioni sanitarie pubbliche. Per questo motivo l'uomo è stato denunciato per peculato dai carabinieri della Compagni di Vibo Valentia, che hanno accertato le anomalie nei conti dell'ufficio dopo aver sequestrato e contrallato numerosi bollettari di pagamento. L'impiegato versava alle casse dell'Azienda sanitaria provinciale solo parte delle somme che venivano corrisposte dagli utenti per la prenotazione e il pagamento delle visite specialistiche presso gli ambulatori pubblici, mentre il resto se lo intascava tranquillamente. A far scattare i controlli è stata proprio una segnalazione dei vertici dell'Azienda agli uomini dell'Arma. La dirigenza si è infatti accorta che qualcosa non tornava a Nicotera confrontando l'elevato numero delle prestazioni effettuate e gli scarsi introiti che ne derivavano. La truffa ai danni dell'ente sarebbe andata avanti per tutto il 2010 e per buona parte del 2011.

Pubblicato in CRONACA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno