Sabato, 21 Giugno 2014 13:34

Il Canzonato/9

mini ilcurioso

di Francesco Tiron Petrarca
 
XIX
 
Occhi vaganti, minaccian conflitto
nel bel viso che nasconde sconforti
tra i militanti della destra assorti
Ferro, Galati, Santelli, Occhiuto e Fitto.
 
Visibili sembrano i loro pensieri…
Seppur amoroso cammin li conduce
il gruppo non gode di grande salute
e forte è il disprezzo che spesso li induce
 
a far degli incontri psuedo-sinceri
per mostrar agli altri la loro virtute
celandosi odiose e violente battute.
 
Ma l’ore del pianto, che son già vicine
riservan per loro una penosa fine.
Bandier tricolori tornate in soffitto!!
 
XX
 
La colpa? È sempre del nano gradasso
che di abbandonar non ne vuole sapere
continuando a prendervi per il sedere
perché del suo mazzo vuol essere l’Asso
 
Ma cosa più grave è il popolo stesso
intento a tifare per l’ex cavaliere
che non vuole proprio ammainar le bandiere
per facilitarne il normale trapasso
 
Li chiaman gli azzurri facinorosi
che arrivan  pian piano senz’essere visti
convinti a difender il loro “Signur”
 
E noi che ascoltiamo quei toni furiosi
chiediamo a voi tutti fedeli forzisti
Ma quale “oltre le divisioni tour….!!!???” 
 
 
Nella foto: "I curiosi", opera del pittore olandese Leonard Bramer
 
 
 
 
Pubblicato in LO STORTO
mini Carabinieri-sorianelloI carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno, guidati dal capitano Stefano Esposito Vangone, hanno effettuato nella giornata di ieri un arresto per violazione degli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, nei confronti di Giuseppe Scarmozzino, 44enne residente ad Acquaro. 
I militari dell’aliquota radiomobile, hanno colto l’uomo in flagranza di reato, mentre si trovava all’interno di un bar sito nella stessa cittadina di Acquaro. Nella circostanza Scarmozzino è stato sorpreso mentre era intento a dialogare con alcuni pregiudicati del luogo, in totale violazione degli obblighi di legge a lui imposti. Scarmozzino, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto, dunquem al regime degli arresti domiciliari, in attesa del giudizio per direttissima.
 
Pubblicato in CRONACA

mini tribunale-catanzaro002Secondo i pm di Salerno avrebbero rivelato segreti d'ufficio, in alcuni casi con l'intento di agevolare i Mancuso di Limbadi. E' l'ipotesi d'accusa a carico di tre magistrati in servizio a Catanzaro, i pm Giampaolo Boninsegna e Paolo Petrolo e il giudice Giancarlo Bianchi. Ad aprire l'inchiesta è stata la Dda di Salerno, competente per le indagini a carico della magistratura catanzarese. Il Gip ha respinto la richiesta di applicazione della misura interdittiva nei confronti dei tre magistrati, avendo ritenuto prive di fondamento le accuse di rivelazione di segreti d’ufficio, aggravate dal presunto intento di agevolare la cosca di Limbadi

Pubblicato in CRONACA

mini primo-piano-mirabello“Rimetto il mio mandato nelle mani del Commissario regionale D’Attorre e del Presidente De Nisi, sperando che questo mio gesto sia correttamente interpretato e che da ciò scaturisca una discussione che possa portare rapidamente il Partito a scelte unitarie, ad una gestione condivisa e ad una nuova fase di rilancio politico”. Con queste parole Michele Mirabello, Assessore Provinciale al Lavoro, rassegna le proprie dimissioni. Il tutto accade durante l’Assemblea Provinciale dei circoli del partito democratico, tenutasi in data 12 aprile u.s. alla presenza del commissario regionale Alfredo D’Attorre. Come lo stesso Mirabello ha spiegato, il gesto non ha alcun intento polemico ma spera possa servire come stimolo e spunto di riflessione sull'intricata vicenda del PD a livello provinciale. Nel suo articolato intervento, l'ex assessore sottolinea l'importanza di rilanciare l'azione politica del partito,in modo da arrivare al congresso provinciale il più coesi possibile.

 

Pubblicato in POLITICA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno