mini teatro_impero“Me soggira si voli fari zita” sarà la prossima rappresentazione che verrà allestita al teatro Impero di Chiaravalle per il prosieguo della stagione teatrale. Domani, alle ore 21, il gruppo di attori dell’Associazione Culturale “Luna Gialla” di Pellaro (RC) interpreterà la suddetta commedia brillante diretta da Bruno Latella. Tra gli interpreti Santo Nicito, Maria Latella, Emanuela Borrello, Caterina Bani, Angelo Latella, Sofia Marasco e Stefano Morabito.
 
Uno dei temi centrali della rappresentazione, come si può spesso notare nelle commedie, sarà una curiosa diatriba familiare tra Marianna Pasqua – vedova arzilla e piena di vita – e la figlia Patrizia, sposata con Filippo Scolaro, che assume nei confronti della madre un atteggiamento pregiudiziale ma, più che altro, teme che la sua eredità possa finire in mano altrui, magari in un potenziale e nuovo compagno dell’estroversa madre.
 
Come ogni rappresentazione teatrale che si rispetti, il messaggio principe della stessa è di matrice prettamente sociale, soprattutto se le scelte bizzarre di una “anziana” signora vengono ponderate in contesti familiari abbastanza “bigotti”.
Può dunque una vedova ricominciare da zero, scegliere di innamorarsi e non restare legata a stereotipi sociali che le impediscono di vivere la propria vita?
Buona visione!!
 
Si ricorda che la stagione teatrale 2014 è curata dall’ente Comune di Chiaravalle (Assessorato alla Cultura), di concerto con l’Associazione Culturale “Tempo Nuovo”, l’Associazione Culturale “Dinamicamente” e il “Gruppo Folcloristico musico-teatrale Città di Chiaravalle”.
 
Pubblicato in CULTURA

 

mini tempo_nuovoAl via la stagione artistica 2014 a Chiaravalle, promossa dal Comune di Chiaravalle, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’Associazione culturale “Tempo Nuovo”, l’Associazione culturale “Dinamicamente” e il Gruppo folcloristico musico teatrale “Città di Chiaravalle”.

Primo appuntamento sabato 25 gennaio, ore 21, con Gigi Miseferi e la Band Larga, un trascinante e divertente viaggio negli anni ’30 e ’40 coinvolgerà il pubblico a ritmo di “Swing”. Tra una canzone e l’altra, esilaranti riferimenti comici all’attualità. Il titolo la dice tutta: “Dalle Lasagne al Brod…way”. Da piatti succulenti e ricchi al misero brodino, metafora addolcita nel sempre luminoso richiamo a Brodway quale auspicio per tempi migliori.

Questo il primo dei quattordici spettacoli che avranno luogo presso il teatro “Impero” fino al 9 maggio, nell’ambito della stagione artistica “Vivi…amo”, patrocinata dalla Provincia di Catanzaro, dal Consorzio di Metanizzazione delle Preserre, dai Comuni di Argusto, Brognaturo, Cardinale, Capistrano, Cenadi, Centrache, Gagliato, Monterosso, Olivadi, Palermiti, Petrizzi, Polia, Torre Ruggiero, San Nicola da Crissa, San Vito sullo Ionio, Simbario, Spadola e Vallelonga.

Sabato 1 febbraio, “The Beatbox live concert”. Molto più che un semplice tributo ai Beatles, la performance dei Beatbox si propone di far rivivere l’energia e il fascino del mitico quartetto di Liverpool, con esecuzioni fedelissime alle originali. A dare vita allo show: Alfio Vitanza, Mauro Sposito, Riccardo Bagnoli e Guido Cinelli.

Sabato 8 febbraio “Ed il sommo poeta disse a me" con la Compagnia teatrale pizzitana, per la regia di Silvano Murmura. In scena uno spettacolo brillante e divertente, liberamente ispirato al testo “La fortuna si diverte” di Athos Setti.

Sabato 15 febbraio, “Psychic Cabaret 2.0”, con Francesco Addeo, illusionista mentalista professionista, attivo in Italia e all'estero. In questo spettacolo incredibili esperimenti di psicocinesi, telepatia, chiaroveggenza e precognizione vengono proposti con l’immediatezza del cabaret e l'eleganza del teatro.

Sabato 22 febbraio, “Il magico Alivernini” con Alberto Alivernini, un graffiante cabarettista nei panni di un bizzarro prestigiatore oppure un folle illusionista nei panni di un comico raffinato, surreale e nonsense? Uno spettacolo misto tra comicità e magia senza mai capire dove finisca il mago e dove cominci il comico.

Sabato 1 marzo “Enoch Arden”, melologo per pianoforte e voce recitante, opera 38 di Richard Strauss su testo di Tennyson. Al Pianoforte Fabio Falsetta, voce recitante Edoardo Coen. Prima esecuzione assoluta per la Calabria.

Sabato 8 marzo, “Ella è simile a una dea”, omaggio a tutte le donne, kermesse musico-teatrale e letteraria, a cura di Ulderico Nisticò. Uno spettacolo questo a ingresso gratuito e offerto, data la speciale occasione, fuori abbonamento.

Sabato 15 marzo, “From Rome to Buenos Aires”, con Pietro d...Archi Ensamble, con Mario Stefano Pietrodarchi alla fisarmonica e bandenon. Seppur giovane, vanta una brillante carriera concertistica che lo ha portato nei maggiori teatri del mondo. Vincitore di prestigiosi premi, ha più volte rappresentato l’Italia in manifestazioni di alto profilo riscuotendo ampi consensi di critica e di pubblico.

Sabato 22 marzo “Per amore – Diario di un musicista”, con Alessandro Fortunato. Protagonista assoluto è l’amore ma si tratta di quell’amore che unisce due persone, bensì di un sentimento così radicato nella parte più profonda dell’animo di un musicista da guidarne inevitabilmente ogni suo passo: l’Amore per la musica.

Sabato 29 marzo, “Don Vincenzu, mastru Turi e l’imbenzioni e l’acqua cadda”, con “Compagnia Teatro Popolare” di Vibo Valentia e regia di Carmelo Genovese. I valori semplici di una volta, usi, costumi e tradizioni rivivono attraverso la rappresentazione di scene di vita quotidiana.

Mercoledì 9 aprile, “L’Italia s’è desta, un piccolo (falso) mistero italiano” con Dalila Cozzolino, testo e regia di Rosario Mastrota. Uno spettacolo vincitore già di numerosi premi. Protagonista è Carla, vive in un piccolo paese del Sud, “Tra il niente che la contraddistingue e il nulla che la attornia, Carla racconta la sua storia, del suo momento, del suo segreto”: un pomeriggio senza storia assiste ad un rapimento. In un paio di giorni la notizia invade le case: radio, televisioni e giornali assediano il piccolo paese…

Sabato 26 aprile “Me soggira si voli fari zita”, con la Compagnia teatro popolare Luna Gialla di Pellaro. In famiglia tutto si trasforma e gli equilibri vengono a cadere quando l’anziana suocera comunica di voler cambiare vita, di aver conosciuto dopo vent’anni di vedovanza un nuovo amore e di voler convolare a nozze.

Venerdì 2 maggio, Concerto del pianista Stefano Spitale. Intensa la carriera concertistica, in veste di solista e camerista, che lo porta nel 2009 ad esibirsi presso l’Universidad Nacional de Bogotà in Colombia. Durante il suo Recital per pianoforte, o brani musicali sono stati ispirati da testi poetici o da miti antichi.

Sabato 9 maggio, “Qui gatta ci cova” con il Gruppo folkloristico musico teatrale “Città di Chiaravalle Centrale” e la regia di Salvatore Russo. I due protagonisti don Ciccio e la sorellastra Antonia sono i contendenti dell’eredità materna, poter stabilire una verità imparziale si affidano la legge. Come troppo spesso accade, la giustizia umana finisce per allontanarsi dalla reale essenza dei fatti e delle cose. Ma, ed è questa la vera morale della storia, c’è un’altra giustizia, la si chiama “fato”, “provvidenza” o “volontà divina”.

Per info e prenotazioni contattare lo 0967/92186. Il programma integrale della stagione artistica potrà ancora visionato collegandosi al portale www.teatrotemponuovo. it o www.comune.chiaravallecentrale.cz.it.

Pubblicato in CULTURA

 

mini presentazione_libroContinua il percorso letterario dell’Associazione Culturale Il Brigante. Questa volta nei locali della sede storica del sodalizio, a Serra San Bruno, verrà presentata l’interessante prima fatica della giovane autrice cosentina Chantal Castiglione. Studiosa dei movimenti sociali, neo laureata in Scienze Politiche, ha condotto nella sua opera d’esordio, titolata “Tra speranze ed illusioni – L’Italia negli anni di piombo”, un’appassionante indagine su quelli che il potere ha volutamente fatto passare alla storia come, appunto, i “sanguinosi anni di piombo”. Chantal Castiglione si dimostra capace - nell’opera che presenterà presso l’Associazione il Brigante, il prossimo sabato 23 novembre dalle ore 18.00 – di far emergere vissuti, cronache e storie relegati ormai all’oblio della dimenticanza e intenzionalmente oscurati  dalle distorsioni della “storia ufficiale”.

Pubblicato in CULTURA

mini mormanno_centroLa cooperazione sociale dal basso ha sconfitto, almeno per una giornata, il terremoto. È stata una domenica meno tesa del solito a Mormanno, provincia di Cosenza, dove la popolazione ormai vive nell’incubo che possa verificarsi una scossa devastante, come già accaduto a l’Aquila. Da diversi mesi, sul versante calabrese del Pollino la terra trema con una frequenza inquietante, quasi a volersi mantenere coerente con la cartina del rischio sismico in Italia, in quelle zone colorata di rosso intenso.

Migliaia di persone costrette a dormire all’aperto, gli edifici più importanti del meraviglioso centro storico sono segnati da ferite eloquenti

Pubblicato in CULTURA

mini sipario_11Riceviamo e pubblichiamo:

Dopo Chiaravalle (Cz), la sedicesima stagione teatrale dell’Associazione culturale “Tempo nuovo” sarà presentata anche a Serra San Bruno (Vv).

Appuntamento domenica 16 dicembre alle ore 17.30 presso  Palazzo Chimirri,  nell’ambito di una manifestazione promossa dall’Associazione “Eventi d’Arte”.

L’iniziativa di “Tempo nuovo” tiene conto di una lunga tradizione di scambi culturali tra le due realtà cittadine, Chiaravalle e Serra,  di collegamenti viari ora più agevoli grazie alla costruenda trasversale delle Serre, della presenza costante negli anni di residenti della cittadina bruniana e del suo hinterland tra gli spettatori delle varie stagioni teatrali. Un legame che si consolida dunque.

Ancora, nell’ottica di contribuire, attraverso il teatro, alla crescita socioculturale e umana delle nuove generazioni, lo scorso anno  una rappresentazione è stata rivolta ai ragazzi delle  scuole superiori, oltre che di Chiaravalle, di Serra San Bruno, e anche  quest’anno c’è la volontà di  proporre la medesima esperienza.

In programma nel cartellone dell’Associazione “Tempo nuovo”: spettacoli di prosa, commedie brillanti, ma anche rappresentazioni che invitano alla riflessione,  tenendo conto dei gusti eterogenei degli spettatori e mantenendo l’alto profilo che ne  ha sempre contraddistinto le stagioni.

Punto di riferimento culturale  per un ampio comprensorio, nel corso degli anni  l’Associazione: ha promosso e realizzato  laboratori teatrali  che hanno coinvolto oltre quattrocento bambini e ragazzi,  ha creato una sua compagnia, ha prodotto spettacoli, ha portato in scena rappresentazioni e iniziative dirette alle scuole, ha promosso presentazioni di libri e manifestazioni,  ha sostenuto delle pubblicazioni e allestito rassegne musicali.

Intanto chi volesse mettersi in comunicazione con l’Associazione “Tempo nuovo” lo potrà fare chiamando al numero 0967/92186, visitando il sito www.teatrotemponuovo.it, consultando il profilo facebook, o scrivendo all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pubblicato in CULTURA

mini TEMPO-NUOVO-1-bisRiceviamo e pubblichiamo:

Domenica 9 dicembre l’Associazione culturale “Tempo nuovo” presenterà il cartellone della sua sedicesima stagione teatrale.

In programma: spettacoli di prosa, commedie brillanti, ma anche rappresentazioni che invitano alla riflessione,  tenendo conto dei gusti eterogenei degli spettatori e mantenendo l’alto profilo che ha sempre contraddistinto le stagioni di “Tempo nuovo”.

Punto di riferimento culturale per un ampio comprensorio, nel corso degli anni il sodalizio: ha promosso e realizzato  laboratori teatrali per bambini e ragazzi, ha creato una sua compagnia, ha prodotto spettacoli, ha portato in scena rappresentazioni rivolte alle scuole, ha promosso presentazioni di libri e manifestazioni, ha sostenuto delle pubblicazioni e allestito rassegne musicali.

L’appuntamento con la presentazione della nuova stagione è previsto alle ore 17.30 presso il Teatro “Tempo nuovo” sito in via Cappuccini a Chiaravalle Centrale.

È rivolto ai suoi affezionati spettatori, all’intera cittadinanza e a quanti vorranno parte dall’intero comprensorio.

Per contattare l’associazione “Tempo nuovo” si può chiamare al numero 0967/92186, visitare il sito www.teatrotemponuovo.it, consultare il profilo facebook, o scrivere all’indirizzo iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in CULTURA
Lunedì, 06 Agosto 2012 09:19

Serra, il primo viaggio dell'Aval a Lourdes

mini Aval_FotoRiceviamo e pubblichiamo:
Molte discussioni, molte perplessità, tantissimi incontri per valutare i molteplici aspetti, ma alla fine da qualche mese si è formata a Serra San Bruno (VV) una nuova associazione, l’AVAL – Associazione Volontari Ammalati Lourdes.
L’idea è nata dopo attente valutazioni e per dare risposta ad una semplicissima domanda: “Cosa possiamo fare per gli ammalati?” e noi questa risposta ce la siamo data, possiamo fare tantissimo se siamo uniti e se abbiamo la volontà del “fare”. Volontà che a nessuno degli associati manca, lo dimostra infatti l’impegno di questi mesi per organizzare insieme a pellegrini ed ammalati il primo pellegrinaggio che la storia di Serra San Bruno abbia visto da un’associazione nata proprio nel paese della Certosa.
Non a caso abbiamo scelto i colori della nostra divisa, il blu ed il bianco che oltre a rappresentare i colori di Maria, sono i colori che caratterizzano la nostra cittadina.
Il 27 Luglio 2012 è la data che sigla ufficialmente il primo viaggio dell’AVAL verso quel luogo meraviglioso che è Lourdes. Pellegrini, ammalati e personale di assistenza (circa 90 persone) hanno trascorso 4 giorni di preghiera e di contemplazione nella città della Bianca Signora, anche con un tempo molto incerto il programma che l’associazione aveva progettato è stato portato a termine in modo eccellente, con grande soddisfazione di tutti.
Sia pellegrini che ammalati, supportati dal personale d’assistenza e da Don Ferdinando Fodaro, hanno potuto assistere alle varie funzioni, la Messa di apertura del pellegrinaggio, la Via Crucis, che i pellegrini hanno fatto sulla collina delle “espélugues”, mentre gli ammalati (non potendo farla sulla collina perché molto ripida e lunga) contemporaneamente l’hanno fatta all’interno di una cappella appositamente predisposta, insieme, ancora abbiamo fatto la processione mariana (FLAMBEAUX), la processione eucaristica, la messa alla Grotta, il bagno alle piscine, la Messa Internazionale con la presenza di oltre 25.000 persone, la Messa di chiusura.
La grande disponibilità e la grande esperienza dei volontari dell’Associazione ha fatto anche percorrere ai pellegrini, ma soprattutto agli ammalati, l’itinerario “Sui passi di Bernadette” un invito a camminare sulle tracce di Bernadette Soubirous per scoprire il suo messaggio di fede, lungo, faticoso, ma che è stato semplicemente eccezionale viverlo tutti insieme.
Ma il momento di maggiore gioia ed orgoglio per tutti noi è stato domenica mattina 29 Luglio, quando alla presenza di oltre 25.000 persone, alla Messa Internazionale, è risuonato a gran voce il saluto di Don Mario Biffi, Cappellano del Santuario di Lourdes, “Salutiamo i pellegrini e gli ammalati dell’ AVAL, l’Associazione Volontari Ammalati Lourdes della Serra di San Bruno”, ed è stata un’emozione ancora più grande quando ci siamo accorti che i nostri ammalati ed i nostri pellegrini erano vicini ad ammalati e pellegrini del gruppo di Grenoble quasi a voler esprimere che oltre alla volontà della Madonna di Lourdes ci fosse anche quella del ns Patrono San Bruno a volerci presenti lì in quel giorno.
Si, speriamo proprio che L’AVAL sia nata sotto una buona stella, che possa veramente dare una mano a chi ne ha bisogno, senza pregiudizi, senza preclusioni e che possa essere un punto fisso di rifermento per chi ha bisogno, ma per questo abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti voi, a tutti i livelli, quindi vi invitiamo a sostenerci, prima con la preghiera e poi con i vostri consigli.
A.V.A.L. – Associazione Volontari Ammalati Lourdes
Pubblicato in CRONACA

mini Premio_LetterarioDi seguito pubblichiamo il regolamento del concorso letterario bandito dall'associazione "L'Officina: idee per la cultura" di Chiaravalle Centrale (Cz).

                                   Quarta edizione

Concorso letterario “L‘Officina: Idee per la Cultura”

Regolamento

Concorso e sezioni

È indetto il concorso letterario di poesia, quarta edizione, “L‘Officina: Idee per la Cultura”.

Il concorso si articola in due sezioni, tutte a tema libero:

  • lingua italiana;
  • lingua dialettale calabrese.

I componimenti devono contenersi, orientativamente, entro i cinquanta versi.

Possono essere presentate al concorso solo composizioni inedite.

Ogni concorrente può presentare un solo componimento, pena l’esclusione del concorso.

La partecipazione al concorso è gratuita.

Modalità d’invio delle opere

Gli elaborati devono essere presentati in sei copie, cinque anonime, la sesta recante anche:

• dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, indirizzo) recapito telefonico ed eventuale indirizzo email;

• titolo componimento e indicazione della sezione di concorso

Il plico, così completato, deve essere inviato tramite posta, al seguente indirizzo: Associazione “L’Officina: Idee per la Cultura”, c/o “Bar del Corso – Via Gregorio Staglianò – 88064 Chiaravalle Centrale (Cz), o consegnato a mano allo stesso indirizzo.

Gli elaborati possono, inoltre, essere inviati per posta elettronica all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Al messaggio dovranno essere allegati due files, uno con il solo testo della poesia, l'altro con testo e i dati anagrafici su indicati.

Gli elaborati dovranno pervenire all’Associazione entro il 15 luglio 2012.

Commissione giudicatrice e Premi

L'Associazione nominerà un’apposita Commissione giudicatrice alla quale consegnerà, in forma anonima, gli elaborati, per la redazione della classifica.

Il giudizio della Giuria è insindacabile. I lavori presentati non saranno restituiti.

Per ciascuna sezione, agli autori delle migliori composizioni saranno consegnati:

  • 1° Premio “Officina: Idee per la Cultura”
  • 2° Premio “Officina: Idee per la Cultura”
  • 3° Premio “Officina: Idee per la Cultura”

La Commissione e l’Associazione potranno stabilire eventuali menzioni speciali.

I premi consisteranno in targhe o coppe.

L’Associazione “L’Officina: Idee per la Cultura” provvederà a informare i vincitori.

La proclamazione ufficiale dei vincitori e la consegna dei premi avverranno nel corso di una serata speciale che avrà luogo a Chiaravalle Centrale in data da definire.

Il bando integrale del Concorso potrà altresì essere consultato sul sito www.radioiris.it.

Eventuali ulteriori informazioni potranno essere richieste sempre all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informativa

La partecipazione al concorso comporta: l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai fini dell’espletamento del concorso, (per la restante disciplina si fa rinvio al decreto legislativo n. 196/2003); il consenso, a titolo gratuito, alla lettura dei componimenti durante la manifestazione di premiazione e ad eventuali riprese video e registrazioni radiofoniche della stessa, alla pubblicazione, con il solo vincolo della citazione del nome, in un eventuale antologia curata dalla stessa Associazione, o su portali telematici dei quali l’Associazione riterrà di avvalersi per la diffusione degli esiti del concorso. I diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli autori.

I partecipanti si assumono ogni responsabilità relativa alla paternità dell’opera.

Chiaravalle Centrale lì, 21 maggio 2012                                      

Il presidente

Maria Augusta Giorgio

Pubblicato in CULTURA
Sabato, 31 Dicembre 2011 14:26

In concerto per Loredana

mini concerto_per_Loredana_26_dicembre_2011SERRA SAN BRUNO – Ha avuto successo anche quest’anno l’ormai tradizionale concerto natalizio di beneficienza organizzato dall’associazione “Alba” in memoria di Loredana Battaglia, docente universitaria serrese prematuramente scomparsa alcuni anni fa. Il concerto per Loredana si è svolto la sera del 26 dicembre a palazzo Chimirri, dove si sono esibiti alcuni giovani musicisti che non hanno mancato di impressionare il pubblico presente in sala. Il soprano Francesca Larosa, la chitarrista Chiara Vinci e il pianista  Antonio Pontoriero hanno infatti eseguito magistralmente alcune musiche di Paganini, delle arie d’opera dalla Tosca di Giacomo Puccini, Le nozze di Figaro di Mozart, la Cavalleria Rusticana di Mascagni, Gianni Schicchi e la Bohème di Puccini. Nel corso del concerto sono stati raccolti fondi destinati ai bambini ricoverati nel reparto di Oncologia pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma, per garantire a questi piccoli pazienti di poter fare la Pet therapy, ovvero una terapia assistita dagli animali. L’iniziativa in questione, infatti, prevede l’utilizzo di un pony e di cani di razza Jack Russel e Golden Retriever che vengono portati direttamente nelle corsie dell’ospedale per interagire con i bambini alleviandone la degenza.

Dal 2007 l’associazione A.L.BA. raccoglie fondi realizzando molte iniziative di solidarietà in memoria della docente universitaria prematuramente scomparsa che ha dedicato gran parte della sua vita all’insegnamento in favore dei più deboli. A dicembre dell’anno scorso si sono tenuti due concerti – uno all'Auditorium Parco della Musica di Roma con il Sestetto Stradivari, l’altro a Serra San Bruno con i musicisti Andrea Benedetto, Vincenzo Macrì, Chiara Vinci, Maria Francesca La Rosa, Antonio Pontoriero – mentre nel maggio scorso si sono esibiti gli allievi della Scuola Media Statale “I. Larussa” di Serra e, sempre per un altro concerto di beneficenza tenutosi a Cassino, il pianista Christian Cecere. Non solo concerti però: in occasione della Pasqua l’associazione ha realizzato tanti cestini con prodotti tipici serresi che sono stati venduti in tutta Italia. Il ricavato di queste numerose iniziative ha fatto sì che si potesse sostenere con un aiuto concreto, collaborando con la Onlus “Mary Poppins” di Roma, la degenza dei bambini ricoverati nel reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Umberto I, e che inoltre si potessero assegnare delle borse di studio a ragazzi rumeni disagiati dell’Università di Iasi, dove insegnava Loredana Battaglia. In particolare, per ciò che riguarda i piccoli pazienti del Policlinico romano, l’associazione ha già acquistato un apparecchio elettromedicale multiparametrico, uno strumento molto utile e che l’ospedale al momento non avrebbe potuto comprare.  Il dispositivo, posizionato nella camera sterile, permetterà di monitorare in pochi istanti la PA (pressione arteriosa sistolica, media e diastolica), la frequenza cardiaca e la forma d’onda pletismografica, la pulsossimetria sia dei neonati che degli adulti, rendendo più facile e sicuro il controllo dei pazienti specialmente durante le diverse fasi dei trattamenti chemioterapici, nonchè durante il trapianto di cellule staminali.

Per quanto riguarda invece il sostegno agli studenti stranieri, lo scorso 28 maggio si è svolta, presso l'Università di Iasi, la cerimonia di consegna delle due borse di studio "Loredana Battaglia". A vincere sono state Andreea Huzum e Alina Baetelu, due studentesse che già stanno trascorrendo un periodo di studio presso La Sapienza di Roma e che riceveranno un ulteriore sostegno economico per proseguire gli studi in Romania.  Nella stessa giornata sono stati intitolati a Loredana Battaglia sia il nuovo lettorato di Italianistica che la nuova biblioteca annessa al lettorato, opere per cui l’associazione “Alba” non ha fatto mancare il suo contributo concreto. Le iniziative di beneficenza dell’associazione non si fermano ovviamente qui ma sono in costante evoluzione: per esserne informati e costantemente aggiornati basta consultare il sito web www.associazionealba.eu.  

Pubblicato in CULTURA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno