mini pd_logoRiceviamo e pubblichiamo:

Sono passati, ormai, sedici mesi da quando il Pdl serrese festeggiava l’elezione del sindaco Rosi, che assieme al consigliere regionale Salerno, avrebbero dovuto proiettare Serra in un futuro roseo. Ebbene a distanza di quasi due anni dall’insediamento dell’amministrazione Rosi/Salerno,di cose positive e di passi in avanti se ne sono visti veramente pochi  anzi stiamo assistendo, nostro mal grado, ad un netto ritorno al passato.

 I problemi da denunciare , che purtroppo attanagliano la nostra cittadina, sarebbero veramente tanti , ma riteniamo che uno di quelli che sta diventando una vera e propria emergenza è quello legato alla gestione dei rifiuti.

 Da tempo, infatti, non solo è stata, anziché migliorata, cancellata quasi totalmente la raccolta differenziata porta a porta, con la successiva reintroduzione dei vecchi cassonetti, ma addirittura non si riesce a gestire nemmeno la raccolta indifferenziata  ed il paese somiglia , sempre più, ad una discarica a cielo aperto. Tutto questo mentre, in questi giorni, i cittadini serresi  si vedono recapitare la salitissima bolletta per la riscossione della TARSU con l’aumento del 43%.

Ora ci chiediamo perché, nel momento in cui tutti i comuni si concentrano sulla differenziata, prevista tra l’altro dalla legge, a Serra si è deciso di compiere questo passo indietro. Forse, gli esponenti di palazzo Tucci, non sanno che il comune potrebbe incombere in pesanti sanzioni se non si raggiunge il 60% di raccolta differenziata.

Non sarebbe stato più opportuno proseguire con un progetto di raccolta differenziata efficiente, che avrebbe avuto una duplice funzione  cioè quella di tutelare l’ambiente e riuscire, magari, ad abbassare la tariffa della TARSU, anziché mantenere l’aumento?

E poi, che fine ha fatto l’impegno-promessa,  assunto in consiglio comunale da Rosi e Salerno di avviare un serio progetto di raccolta differenziata e di ridurre l’aumento deliberato lo scorso anno? Sui cittadini serresi  non grava, forse, il peso di questa pesante crisi economica?

 Per utilizzare uno spot  caro alla maggioranza targata Pdl, riteniamo che sarebbe un “dovere morale” cambiare rotta sulla gestione dei rifiuti, e non solo, e ridurre pure l’aumento della TARSU che pensiamo sia veramente esagerato e che, purtroppo, va ad intaccare il già esiguo bilancio familiare dei serresi, che non sanno più come arrivare a fine mese.  

Luigi Tassone

Vincenzo Damiani

Partito Democratico  Serra San Bruno

Pubblicato in POLITICA

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno