mini volleySecondo impegno stagionale per la Genix volley Serra San Bruno che, dopo aver steccato all’esordio contro l’ Admo Vibo Marina, si impone con il risultato di 3 a 1 contro la Pallavolo Vibo Marina, conquistando così l’intera posta in palio. Le ragazze agli ordini di coach Zaffino si sono imposte nei primi due set con i risultati di 26 a 24 e 25 a 18. Perso il terzo (25-18) le serresi conquistano i tre punti imponendosi al quarto set con il punteggio di 25 a 12. Da sottolineare, l’ottima prestazione del capitano Palmina Tassone. Un po’ meno quella della squadra nonostante il successo. Sabato prossimo, alle ore 17, la Genix ospiterà  la Back school volley Vibo; mentre la Pallavolo Vibo Marina sarà impegnata al Palarcobaleno di Pizzo contro la Dream volley, tra le candidate alla vittoria del torneo. 

Pubblicato in SPORT

 mini serrese cLa Serrese di mister Rolando Megna consolida la prima posizione andando a vincere nel difficile campo di Laureana di Borrello per 4 a 1. Sconfitta senza alibi per il Santa Caterina contro il Marina di Nicotera. Il Badolato si aggiudica il match playoff, vincendo di misura sul Filogaso. Il Filadelfia vince pur soffrendo contro un buon Petrizzi. Pari e patta tra Amaroni – Limbadi, Pontegrande - Caulonia e Zungrese – Cessaniti.

 

 

Risultati 25^ Giornata

Laureanese

Serrese

1 - 4

Marina di Nicotera

S. Caterina

4 - 0

Badolato

Filogaso

1 - 0

Amaroni

Limbadi

1 - 1

Pontegrande

Caulonia

2 - 2

Zungrese

Cessaniti

0 - 0

Polistena

Soverato

n.d.

Filadelfia

Petrizzi

3 - 2

Pubblicato in SPORT

mini volleyEsordio amaro per la Genix Volley Serra San Bruno, squadra impegnata nel campionato di prima  Divisione Femminile di Pallavolo. Il team serrese, guidato da coach Salvatore Zaffino, cede in casa al tie-break all'ADMO Volley Vibo Marina. Dopo aver perso il primo set (17-25), la Genix si porta in vantaggio aggiudicandosi il secondo (25-22) ed il terzo (26-24). Nel quarto c'è il ritorno degli avversari (20-25) e si va dunque al quinto set dove gli ospiti si impongono con il punteggio di 15-9. Coach Zaffino commenta così l’andamento della gara: "Di positivo rimane la prestazione delle ragazze ed il primo punto in classifica.  Sono soddisfatto in modo particolare per chi esordiva da titolare per la prima volta in questa competizione come Valentina Rachiele e Caterina Damiani, entrambe classe ’96, che pur entrando dalla panchina hanno dimostrato ottime cose; ma in generale un plauso a tutte le ragazze". Prossimo appuntamento martedi 13 alle ore 15:30 con il campionato under 18.

 

Pubblicato in SPORT
mini pallavoloSERRA SAN BRUNO – Dopo vari tentennamenti finalmente si parte. Per  domani, infatti, è previsto il fischio d’inizio del campionato di Prima divisione femminile di Pallavolo e, tra le formazioni che ne prenderanno parte, figura anche la Genix Volley Serra San Bruno, allenata dal coach Salvatore Zaffino. I vibonesi esordiranno domani pomeriggio, alle 17, presso la palestra interscolastica di Via Mulè contro l’ Admo Volley Vibo Marina. Secondo quanto previsto dal regolamento, le squadre disputeranno un girone unico all’italiana con gare di andata e ritorno. Il team che terminerà il campionato in vetta alla classifica, verrà proclamato campione provinciale e accederà, nella stagione 2012/2013, nella serie D regionale. Tra le formazioni inserite nel girone, figurano vere e proprie corazzate come la Dream Volley Pizzo, favorita per la vittoria finale, anche se non bisogna sottovalutare nemmeno le altre squadre partecipanti che, sicuramente, faranno di tutto per concludere la stagione nel migliore dei modi. Di seguito, riportiamo l’elenco delle formazioni ammesse a disputare il campionato di Prima divisione Femminile – girone Unico:
Pizzo Dream Volley
Asi Soriano
Volley Club Nicotera
Genix Volley Serra San Bruno
Back School Volley Vibo
Admo Volley Vibo Marina
Pubblicato in SPORT

mini Carabinieri-sorianelloUna coppia di bulgari Atanas Atanasov Tyankov, di 47 anni, e la moglie Pavlina Atanasova Zhekova, di 40, e il loro figlio Tihomir, di 20 anni, sono stati arrestati dai carabinieri a Vibo Marina con l'accusa di tentato furto. La donna, con la scusa di andare a trovare per una visita un anziano pensionato presso cui in passato aveva lavorato come badante, si e' fatta aprire consentendo a marito e figlio di intrufolarsi nell'abitazione in cerca di soldi. Il tre, pero', sono stati sorpresi da una pattuglia di carabinieri.

Pubblicato in CRONACA

mini ambulanza-soccorsi-118-incidenteGravissimo incedente stradale a Vibo Marina, intorno alle 16.30 di oggi. Un uomo, Giuseppe Raffele di 40, commerciante del luogo, alla guida di un'autovettura, stava viaggiando verso Porto Salvo in compagnia della madre. Nell'affrontare una curva l'uomo ha perso il controllo del mezzo finendo per cappottare più volte. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco ed i medici del 118 che hanno provveduto ad estrarre, dalle lamiere contorte, l'anziana donna trasportandola presso il vicino Jazzolino, mentre per l'uomo non c'è stato niente da fare. Il corpo è stato estratto già esanime. 

 

Pubblicato in CRONACA

mini nicotera_marina

Nel tardo pomeriggio di ieri è stato sorpreso mentre tentava di dare fuoco alla pineta di Nicotera Marina, ed è stato subito arrestato dai carabinieri, che lo hanno colto in flagranza, con l'accusa di reato boschivo. Luigi Serena, 64 anni, disoccupato di Rosarno con precedenti, era intento ad incendiare un'area di macchia mediterranea che si trova nella frazione marina del noto centro costiero, ma l'immediato intervento dei carabinieri ha permesso di spegnere le fiamme e salvaguardare la pineta. A Luigi Serena sono stati concessi gli arresti domiciliari.


Pubblicato in CRONACA

mini SERRESE_CALCIOSERRA SAN BRUNO – Il nuovo anno si apre così come si era chiuso il vecchio, almeno per la Serrese che continua nel suo caparbio inseguimento alla capolista Santa Caterina. Reduce dal successo esterno, conquistato ai danni dell’Amaroni (3-0 il risultato finale) i ragazzi di Megna sono, ora, attestati a quota trentaquattro, a sole tre lunghezze dalla vetta. L’ultima del girone d’andata è stata sostanzialmente favorevole alle formazioni di vertice, eccezion fatta per il Filadelfia battuto, tra le mura amiche, dal Marina di Nicotera. Grazie al successo di misura conquistato in casa con il Petrizzi, la capolista è, invece, riuscita a mantenere inalterato il vantaggio dalle più immediate inseguitrici. Un vantaggio che potrebbe ridursi nella prossima di campionato qualora la battistrada non riuscisse ad avere ragione di una delle compagini più in forma del girone. Reduce da sette successi consecutivi, il Badolato cercherà, infatti, di sbarrare la strada alla capolista per continuare la rincorsa alla vetta. Con ventinove punti all’attivo, la formazione jonica sa di dover sfruttare al meglio lo scontro diretto per rientrare a pieno titolo tra le squadre con ambizioni di promozione. Ambizioni che albergano, anche, in casa Serrese, dove, non si fa mistero di puntare al salto di categoria. Per farlo i bianco blu dovranno continuare a seguire il cammino intrapreso, a partire dal derby di domenica prossima con il Limbadi. La sfida con la compagine dell’ex Cuiuli si presenta, sulla carta alla portata, tanto più che, ferma a quota dodici, la compagine tirrenica sta lottando per uscire dal pantano della zona retrocessione. Situazione decisamente differente per il Polistena, che, a cinque lunghezze dalla testa della classifica, deve fare i conti con un Marina di Nicotera ritornato al successo dopo tre turni. Nella lotta per i piani alti potrebbe, ancora, rientrare la Zungrese, che, grazie al 4-1 rifilato domenica scorsa alla Nuova Pontegrante, si è portata, con ventisette punti, al quinto posto in graduatoria. Situazione più defilata, invece, per Nicotera, Filogaso e Cessaniti attestate rispettivamente a quota venticinque, ventitre  e diciannove. Tra la pattuglia delle vibonesi, la situazione meno rosea rimane, quindi, quella del Limbadi, impelagato nella lotta per evitare gli spareggi salvezza. Una lotta dura, ma non impossibile, tanto più, che la zona sicurezza dista, allo stato, solamente due punti.

Pubblicato in SPORT

mini pignatone-bellu_lavuruI Carabinieri del Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria oggi hanno arrestato su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia 21 persone ritenute appartenenti o contigue alla ‘ndrangheta del "mandamento jonico" e alle cosche Morabito, Bruzzanti, Palamara, Maisano, Rodà, Vadalà e Talia, operanti nei comuni di Bova Marina, Palizzi, Bruzzano Zeffirio ed Africo. Gli arrestati secondo gli inquirenti sono responsabili a vario titolo dei reati di associazione di tipo mafioso, concorso in associazione di tipo mafioso, intestazione fittizia di beni, truffa aggravata, danneggiamento aggravato, procurata inosservanza di pena, frode in pubbliche forniture, furto aggravato di materiali inerti, crollo di costruzioni o altri disastri dolosi, violazione delle prescrizioni alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, tutti aggravati dall’aver favorito un sodalizio mafioso. In particolare l'attività delle 'ndrine in questione era indirizzata all'infiltrazione in appalti pubblici come quelli relativi all'ammodernamento della statale 106. Tra i soggetti destinatari dei provvedimenti della procura, figurano sei manager e funzionari delle imprese a cui erano affidati i lavori, in particolare la multinazionale Condotte d’Acqua e l’Anas. Il procuratore Giuseppe Pignatone, in proposito ha chiarito che ‘’le aziende interessate sono da considerarsi parte lesa, anche perché se avessimo avuto elementi non avremmo esitato a indagare anche gli amministratori delle sedi centrali’’. Un'altra notizia relativa agli arresti odierni: tra i destinatari delle ordinanze c'è anchei il cugino dell’onorevole Franco Fortugno, ex vicepresidente del consiglio regionale assassinato dalla ndrangheta a Locri il 16 ottobre 2005. Giuseppe Fortugno, 39 anni, sarebbe un esponente di spicco del ‘’locale’’ di Bova, facente parte addirittura di quella che nel linguaggio di ndrangheta è detta ‘’società maggiore’’. Intercettato, pare fosse a conoscenza delle modalità dettagliate dell'omicidio di Placido Scrivà. Oltre a ciò, secondo gli inquirenti oggi è arrivata la conferma che la ndrangheta è un’organizzazione ‘’unitaria e piramidale’’: anche cosche tra loro storicamente contrapposte, infatti, avrebbero raggiunto un accordo per la gestione di quest'appalto tramite una ''nuova'' struttura criminale chiamata ''base'', ossia una sorta di ‘’camera di compensazione delle controversie mafiose".

 

Questi i nomi degli arrestati:
ALTOMONTE Giuseppe, nato a Bova il 04.03.1959, residente a Bova Marina
CAPOZZA Vincenzo, nato a Locri il 19.08.1957, residente a Reggio Calabria
CARROZZA Pasquale, nato a Melito di Porto Salvo il 27.08.1962, residente a Bova Marina
CILIONE Giovanni, nato a Melito di Porto Salvo il 04.12.1979, residente a Bova Marina
CLARÀ Antonio, nato a Santa Severina (KR) in data 08.04.1963, ivi residente
D’AGUI’ Pietro, nato a Melito di Porto Salvo (RC) il 05.12.1966, residente a Bova Marina
D’ALESSIO Antonino, nato a Vico Equense (NA) il 05.03.1979, residente a Marina di Ravenna (RA)
DATTOLA Domenico, nato a Melito di Porto Salvo il 04.08.1982, residente a Bova Marina
FORTUGNO Giuseppe, nato a Melito di Porto Salvo il 22.06.1973, ivi residente
GIUFFRIDA Cosimo Claudio, nato a Catania il 13.07.1955, ivi residente
LA MORTE Gerardo, nato a Melito di Porto Salvo il 17.06.1983, residente a Bova Marina
MANCUSO Luca, nato a Crotone il 12.04.1982, residente a Palizzi Marina
MAVIGLIA Geremia, nato ad Africo il 20.02.1975, ivi residente
MORABITO Giuseppe, nato a Casalnuovo D’Africo (RC) il 15.08.1934, detto “tiradritto”, in atto detenuto presso la Casa Circondariale di Parma;
NUCERA Antonino, nato a Melito di Porto Salvo il 16.04.1963, residente a Bova Marina
PALAMARA Carmelo, nato a Bova Marina il 09.01.1963
PANEDURO Sebastiano, nato a Catania il 20.04.1961, residente ad Adrano (CT)(project manager della CONDOTTE nell’appalto pubblico della variante di Palizzi);
STELITANO Leonardo Giovanni, nato a Melito di Porto Salvo (RC) il 14.01.1981, residente a Condofuri (RC) (dipendente della D’AGUI’ Beton S.r.l.);
STILO Pietro, nato a Melito di Porto Salvo il 28.10.1982, residente a Bova Marina(dipendente della D’AGUI’ Beton S.r.l.);
STRATI Rinaldo, nato a Siderno (RC) il 10.03.1962, residente a Bovalino (RC)(ragioniere, contabile della CONDOTTE nell’appalto pubblico della variante di Palizzi);
ZAPPIA Raimondo Salvatore, nato ad Africo Vecchio il 02.07.1935, residente ad Africo Nuovo  (socio della IMC di Stilo Costantino S.n.c.);

Pubblicato in CRONACA
Pagina 4 di 4

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno