mini Tonno-Callipo-tifoseriaLa Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia domani pomeriggio (fischio d’inizio ore 18) sarà impegnata sul campo della matricola lombarda. Dopo la vittoria ottenuta in casa contro il Tuscania, Forni e compagni vanno a caccia del primo brindisi fuori casa per dare continuità sia nelle prestazioni che nei risultati. Il palleggiatore dei giallorossi, Jack Sintini, presenta la gara: "Stiamo lavorando bene. La vittoria contro Tuscania ci ha dato fiducia e maggiore consapevolezza. Siamo sulla strada giusta e carichi per la trasferta di Brescia"

La formazione di coach Fefè De Giorgi a caccia della seconda vittoria consecutiva in campionato dopo il successo ottenuto sul Tuscania. Da una neopromossa all’altra: domani i giallorossi scenderanno sul campo di un’altra, la Centrale Mcdonald’s Brescia. La guida al match:

QUI TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA Dopo la vittoria conquistata in casa contro il Tuscania, i giallorossi di coach Fefè De Giorgi ripartono con rinnovato slancio ed entusiasmo. Ad attendere Forni e compagni un’altra trasferta (la seconda più lunga del campionato) sul campo di un’altra compagine neopromossa, la Centrale Mcdonald’s Brescia. La gara casalinga di domenica scorsa contro la formazione laziale ha messo in mostra una squadra che aveva tanta voglia di cancellare il ko all’esordio di Ortona e di ben figurare per la prima volta davanti al pubblico di casa. Si sono intravisti notevoli passi in avanti sul piano del gioco e della coesione di gruppo in un match che è servito non solo a mettere in cascina i primi tre punti della stagione, ma anche per aumentare l’autostima e il morale all’interno dello spogliatoio. Coach Fefè De Giorgi chiede continuità di prestazioni e di risultati ai suoi ragazzi. Tutti a disposizione del tecnico salentino ad eccezione ancora dell’infortunato Paoli sempre fermo ai box. Jack Sintini traccia la linea da seguire: "Andiamo a Brescia carichi di più positività dopo la bella vittoria qui in casa con Tuscania. Stiamo crescendo, andiamo lì con tanta fiducia decisi a fare bene. Stiamo lavorando molto bene secondo me già da un po’ di tempo, ad Ortona – ha sottolineato il palleggiatore giallorosso - non eravamo riusciti a mettere in campo per tutta la partita il valore reale che abbiamo. La vittoria ci dà morale, consapevolezza e fiducia e ci fa credere nel lavoro che stiamo facendo, che siamo sulla strada giusta". Un campionato che, dopo le prime due giornate, non vede nessuna squadra a punteggio pieno: "All’inizio ci può stare, nessuna squadra ha trovato la quadratura giusta, i valori reali si vedranno più avanti. Penso che per quello che ci riguarda dobbiamo pensare molto a noi stessi e guardare al nostro gioco indipendentemente dall’avversario che ci troveremo di fronte. Occhi puntati sulla partita di Brescia e cerchiamo sempre di migliorare".

QUI CENTRALE MCDONALD’S BRESCIA Una delle peculiarità più interessanti della compagine bresciana è quella relativa all’estrazione geografica dei propri atleti. Su 16 pallavolisti componenti la rosa della formazione lombarda, ben 11 sono nativi del capoluogo di provincia bresciano. Una forte territorialità che permette al sodalizio presieduto da Giuseppe Zambonardi di fare affidamento su un vivaio florido sia sotto il profilo qualitativo che quantitativo. Brescia è ritornata in Serie A dopo 12 anni dall’ultima volta in cui disputò la Serie A2 nella stagione 2001-2002 (all’epoca la squadra era la Gabeca Brescia del presidente Gabana). Oggi il team lombardo si affaccia nuovamente alla grande pallavolo con uno spirito battagliero e con l’obiettivo preciso di riportare saldamente la città di Brescia nell’olimpo della pallavolo italiana. Il ritorno in Serie A è culminato con un esordio in campionato negativo con la sconfitta casalinga rimediata contro l’altra neopromossa Reggio Emilia. Ma già alla seconda giornata, la squadra di coach Roberto Zambonardi ha sfiorato l’exploit in trasferta su un campo ostico come quello di Castellana perdendo la partita solo al quinto set. Mattatore della sfida è stato l’opposto Paoletti, top-scorer del match con 26 punti (39 punti totali per la bocca di fuoco bresciana nelle prime due partite di campionato). Al palleggio c’è Davide Quartarone, regista siciliano con trascorsi in A2 e A1 e che nella stagione 2011-2012 giocò a due passi da Vibo Valentia (in B1 a Pizzo con la Pubbliemme Group Volley Pizzo). In posto 4 giostrano Rodella  e Bellini (anch’egli con trascorsi in A2 a Segrate), mentre al centro troviamo Signorelli e Agnellini. Il libero è Enrico Peli, classe 1985, atleta esperto con tanti campionati di A2 alle spalle tra Bologna e Reggio Emilia.

Dirigeranno l’incontro i signori Roberto Pozzi di Alessandria (in Serie A dal 2010) e Massimo Piubelli di Soave (VR) (in Serie A dal 2008).

 

Pubblicato in SPORT
mini vedovottoLa Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia conquista i primi tre punti in campionato regolando 3-0 la formazione del Tuscania allenata da Paolo Tofoli. Riscattato il ko di Ortona nella prima gara della stagione giocata davanti al pubblico del Pala Valentia con una buona prova corale e, soprattutto, con la stratosferica prestazione di uno scatenato Vedovotto (foto Scalamandrè). Il martello veneto stellare nel corso del secondo set con il 90% in attacco (17 punti realizzati nell’intero match, tutti in attacco con 17 vincenti su 22 e il 77% alla fine dell’incontro). Tuscania combattiva soprattutto nel corso del secondo set. Non è bastata la buona prova di Buzzelli (18 punti con il 55% in attacco)
 
 
LA CRONACA DEL MATCH
 
PRIMO SET –  Parte forte la Tonno Callipo, 4-1 con il muro vincente di Presta. 10-5 mani e fuori di Shavrak. Due muri consecutivi di Buzzelli e Alborghetti, rispettivamente su Zanuto e Gavotto, riportano Tuscania sotto 10-7. Al riposo tecnico giallorossi avanti 12-9. Allungano i giallorossi con Vedovotto che firma due attacchi consecutivi e porta i suoi sul 15-10. Due errori di Shavrak portano la Tonno Callipo sul 22-13. I giallorossi allungano con Gavotto e chiudono il set grazie a Filippo Vedovotto 25-14
 
SECONDO SET -  Break Tuscania con Buzzelli 4-6. 5-8 Shavrak. Ace di Festi 6-10. 10-11 i giallorossi sfruttano la rotazione in battuta di Forni e con Presta recuperano lo svantaggio. Determinante il rendimento di Filippo Vedovotto in attacco e a muro. 14-12 sorpasso a muro di Presta e attacco delizioso di Vedovotto. 15-12 ancora il martello veneto, break di 4-0. 20-18 Buzzelli accorcia, Feroleto in campo al posto di Zanuto. I giallorossi riallungano con Gavotto e Vedovotto e si riportano sul +4, 22-18. Chiama tempo Paolo Tofoli, coach del Tuscania. Sul 23-18, la Tonno Callipo perde lucidità e Tuscania si rifà sotto portandosi sul 23-21 dopo l’invasione a rete dei giallorossi, coach De Giorgi chiama tempo. 24-21 Vedovotto da posto due. Silva annulla la prima palla set 24-22. 24-23 Buzzelli annulla anche la seconda palla set. Dentro Korzenevics a muro per Presta. La chiude Gavotto 25-23 al terzo tentativo.
 
TERZO SET – Break in apertura di set per la Tonno Callipo con l’ace di capitan Forni. Vedovotto è un cecchino e porta i suoi sul 10-7. Sull’11-9 per i giallorossi, Tuscania ritrova l’abbrivio con Buzzelli al servizio: ace dell’opposto dei laziali e attacco vincente sempre del numero 1 del Tuscania per l’11-11. Al riposo tecnico i ragazzi di De Giorgi virano avanti 12-11 con il mani e fuori di Zanuto. 14-12 muro del martello italo-brasiliano su Buzzelli. Gavotto allunga 15-12 con l’ace vincente in posto 5 su Shavrak. 17-16 Buzzelli. 17-17 ancora l’opposto del Tuscania. Gavotto trova il break del 20-18 e riporta avanti i suoi. 23-21 dopo l’attacco di seconda di Sintini. 24-21 muro giallorosso. Tuscania annulla una palla match con Shavrak, ma sul successivo il martello ucraino attacca out e la Tonno Callipo conquista il set 25-22 e il match 3-0.
 
 
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3-0 (25-14, 25-23, 25-22)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Sintini 1, Cesarini (L), Korzenevics, Forni 8, Vedovotto 17, Zanuto 7, Gavotto 13, Feroleto, Presta 6. Non entrati: Medic, Korniienko, Marchiani, Sardanelli (L2). All: De Giorgi
MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Buzzelli 18, Marchisio (L), Festi 8, Ottaviani 4, Di Felice, Shavrak 11, Silva 1, Alborghetti 10, Krumins. Non entrati: Leoni, Vitangeli, Rossi. All. Tofoli
ARBITRI: Sessolo e Palumbo
NOTE: spettatori 800. Durata set: 22’, 28’ 27’. Tot.: 77’. Mvp: Filippo Vedovotto

Pubblicato in SPORT

mini callipocalabriavvMancano poco più di 24 ore all'esordio ufficiale della Volley Tonno Callipo nel campionato di serie A2. I ragazzi di coach Fefè De Giorgi saranno, infatti, impegnati domani alle 18 sul campo della Service Sieco Ortona. Per l'occasione, la squadra giallorossa si presenterà in terra abruzzese al gran completo, con la sola eccezione del centrale Alessandro Paoli, out per almeno due mesi a causa di un problema alla spalla. E, per sopperire all'infortunio del trentino, la società ha acquistato il centrale lettone Viktor Korzenevics. Quest’ultimo sarà a disposizione di Fefè De Giorgi per il match di domani pomeriggio. I giallorossi puntano alla quarta vittoria consecutiva in campionato all’esordio per allungare la striscia positiva iniziata tre anni fa alla prima in A1 contro San Giustino (vittoria al tie-break) e proseguita con i successi ottenuti contro Trento (1-3) e Verona nello scorso campionato (3-1). "Finalmente si parte – ha affermato coach Fefè De Giorgi – e non vediamo l’ora, dopo aver svolto la preparazione, di giocare partite che mettono in palio i punti. Ci siamo allenati con grande dedizione affrontando le situazioni che vanno migliorate. Andiamo ad affrontare un avversario, Ortona, che ha qualità e che può contare su giocatori importanti come l’opposto Michalovic. Bisognerà combattere palla su palla. Sappiamo che affronteremo nell’arco del campionato squadre molto combattive, che possiedono buone qualità e che nessuno ci regalerà nulla. Concentriamoci sulla qualità del nostro gioco, con il massimo rispetto di tutti i nostri avversari che contro di noi daranno il massimo ogni domenica". La squadra è partita stamattina alla volta di Ortona e raggiungerà la città abruzzese nel pomeriggio. Domattina la classica rifinitura nel Palasport di Ortona.

I padroni di casa, invece, si presenteranno per la prima volta davanti al proprio pubblico con un organico nuovo, già collaudato però nei vari test pre-campionato. 

A dirigere il match sarà la coppia composta da Andrea Bellini di Foligno (Pg) in Serie A dal 2005 e Alessandro Oranelli di Baiano di Spoleto (Pg) in Serie A dal 2008. Un solo precedente per i giallorossi con il primo arbitro Bellini risalente alla stagione di A2 2007-2008, match Avellino-Vibo Valentia terminato 0-3 per i giallorossi.

Questo il quadro completo della prima giornata di campionato

B-Chem Potenza Siena - Cassa Rurale Cantù
Centrale McDonalds's Brescia - Conad Reggio Emilia
Sieco Service Ortona - Callipo Calabria Vibo Valentia
Aurispa Alessano - Globo Banca Frusinate Sora
Polisportiva Tuscania - Domar Matera
Caffè Aiello Corigliano - Materdomini Castellana

 

Pubblicato in SPORT

mini nicolovicSERRA SAN BRUNO - Primo impegno ufficiale tra le mura amiche e prima sconfitta per la nuova Serrese targata Mordocco che, ieri pomeriggio allo stadio "La Quercia", è stata costretta a cedere il passo alla Promosport nel match di esordio per i biancoblu in coppa Italia. La prima frazione si chiude con i padroni di casa in vantaggio per 1-0 grazie alla rete messa a segno da Giugiolloni intorno al 30' del primo tempo su calcio di rigore. Ad inizio ripresa gli ospiti trovano il pareggio grazie a bomber Micieli, ma passa un minuto e la Serrese si riporta nuovamente in avanti con il neo acquisto Nicolovic (foto). A questo punto i ragazzi di mister Mordocco provano in qualche modo a difendere il risultato acquisito nel corso del match, ma la Promosport non ci sta e, verso la mezz'ora, agguanta il pari sempre con il solito Micieli, che si ripete a pochi minuti dal termine e batte per la terza volta Savastano per il definitivo 2-3.

 Serrese - Promosport 2 - 3

Serrese: Savastano, Capone, Ruga, Rosi, Randò, Zaffino, Soluri, Andreacchi, Carchidi, Nicolovic, Giuggioloni.

Promosport: Aiello, Cefalà (dal 19'st Bombardieri), Meraglia, Fioretti, Caruso, Gallo, Costantino, Diop Pape, Ianni (dal 20'st Cristiano), Micieli, Petrone. 

Arbitro: Fiumara di Crotone (Assistenti: Leonardo di Catanzaro e Chiellino di Crotone)

Marcatori: 30' pt Giuggioloni (S-rig.), 7'st, 30'st e 42'st Micieli (P), 8'st Nicolovic (S)


(foto di Alessandro Timpano)

 

Pubblicato in SPORT

mini Uno_dei_momenti_pi_critici_per_MannoRiceviamo e pubblichiamo

Sei, sei sei: 6, il mese, giugno; 6, le riprese del match per il quale si stava preparando prima di essere chiamato per l’europeo; 6, il round al quale ha mollato definitivamente in una sfida che, già agli esordi, si preannunziava impari per via di un gap di preparazione. Volendo fantasticare si potrebbe prospettare lo zampino di Belzebù. Ma, restando coi piedi per terra era così, forse, che il destino aveva già scritto se stesso. A nulla, infatti, sabato scorso a Tolfa, sulle colline romane, è valso il coraggio da leoni di Benoit Manno, il calabrese (di Acquaro, VV), due volte campione italiano dei superpiuma, la cui forza d’animo e intrepidità non sono riusciti a prevalere sulla più accurata preparazione atletica di Emiliano Marsili, il detentore della cintura europea che, meritatamente, ha difeso e riportato in bacheca per la seconda volta. Manno, che ha avuto troppo poco tempo per prepararsi (gli è stato proposta l’opportunità appena 10 giorni prima del match, dopo la rinunzia del francese Anthony Mezaache, mentre il campione si stava preparando da due mesi) ha, inoltre, dovuto affrontare una ulteriore difficoltà, essendo salito sul ring col setto nasale fratturato da un pugno ricevuto nel corso di un allenamento di sparring del martedì precedente. Con la consapevolezza di colui che, qualunque fosse stato l’esito, avrebbe avuto tutto da guadagnare e niente da perdere, la strategia elaborata insieme al maestro Vottero è stata quella di un match di contenimento, per cui Manno ha avuto un approccio cauto sin dal primo round, consentendo, però, al campione in carica di dominare la scena. Così come ad avvio della seconda ripresa, nella quale Marsili, mancino come lo sfidante, ha sfruttato le sue qualità, mettendo in difficoltà Benoit il quale, però, a fine round è riuscito orgogliosamente a reagire sferrando un gancio in pieno viso al campione in carica che, tuttavia, lo ha accusato relativamente. Le successive riprese sono state quasi un deja vu, con un Marsili incalzante ed un Manno che, sebbene costantemente in difesa e ad ogni colpo al volto avvertisse dolori atroci per via del già detto setto fratturato, è comunque riuscito a portare a segno alcuni affondi mancini. Troppo poco per il pugile di Civitavecchia che, intenzionato a riportare a casa la cintura e ad aspirare, nel futuro prossimo, al titolo mondiale, al quinto round manda per ben due volte al tappeto il calabro piemontese il quale, in entrambi i casi, riesce a recuperare, rialzandosi e dimostrando un’audacia ed una caparbietà non convenzionali, come, tra l’altro, suggerisce il suo nomignolo, “The unconventional”. Ma non serve a tanto, poiché, subito dopo l’avvio della successiva ripresa, vittima di un micidiale destro, Manno è nuovamente al tappeto. Trovando quella forza che si riesce a reperire solo nei momenti di estrema criticità, lo stesso si rialza nuovamente ma l’arbitro, intuendo che le energie del valoroso sfidante avevano superato il limite di prolungamento, decreta la fine del match per ko tecnico, re incoronando Emiliano Marsili campione europeo dei pesi leggeri e proiettandolo, a detta degli osservatori esperti, verso un titolo superiore che per il trentottenne laziale rappresenterebbe il naturale prosieguo di una carriera agonistica sin qui impeccabile. Onore al vincitore e, in ogni caso, bravo a Benoit che, come dimostrano i tanti attestati di stima lasciati sulla sua pagina Facebook, rimane l’idolo dei suoi tanti fan e, forte di questo test che, quantunque lo abbia visto soccombente, gli ha dato tanto in termini di esperienza e crescita agonistica, è pronto a risalire in sella e cavalcare nuovamente l’onda dei successi. Con il sogno europeo che, per il momento, rimane nel cassetto, in prospettiva vi è la riconquista, ad ottobre, del titolo italiano contro il vincitore tra Angelo Ardito, attuale detentore, e Nicola Cipolletta (in programma l’11 luglio). Vi era, poi, l’intenzione di combattere, finalmente, un match giù in Calabria, ad agosto, ma l’europeo ha sparigliato tutto, in quanto la federazione gli impone un periodo obbligato di stop. Ad Agosto, ad ogni modo, in Calabria ci verrà comunque, per godersi le meritate ferie nell’azzurro mare della Costa degli Dei. Per i guantoni c’è tempo: ci si rivede ad ottobre.

Valerio Colaci

 

Pubblicato in SPORT
mini Manno_sferra_un_destro_in_un_precedente_incontroIl boxer calabrese Benoit Manno, dopo aver conquistato nel 2011 la Cintura italiana superpiuma, è chiamato a vivere una nuova “notte magica”. Il pugile 32enne, con origini vibonesi, sarà chiamato questa notte a sfidare il campione europeo in carica dei leggeri, Emiliano Marsili, di Civitavecchia, impegnato nella seconda difesa del titolo conquistato lo scorso anno.
 
Manno, noto per una caparbietà tutta calabrese e per il raffinato stile di combattimento, sarò dunque impegnato in un’impresa ardua ma più che abbordabile, contro il detentore dell’ambita cintura. Una serata quindi da incorniciare a coronamento di una carriera già di alto livello, per il pugile “nostrano”. Originario di Acquaro, ha abitato in Calabria fino all’adolescenza, prima di trasferirsi in Piemonte, a Torino, dove ha avuto il primo felice incontro con la “nobile arte” del pugilato. Fin da subito, forte di una mancino d’oro, ha conquistato la ribalta della boxe che conta, grazie, in particolar modo, ai titoli raggiunti da dilettante prima e da professionista a partire dal 2009. 
 
Attualmente in forza all’Opi 2000 di Salvatore Cherchi, Manno si è preparato con passione e sacrificio all’incontro di scena questa notte, allenandosi intensamente per raggiungere la soglia dei 61kg del peso di categoria e per presentarsi con la migliore forma fisica all’importante match. Benoit è il terzo pugile calabrese, dopo atleti del calibro di Parisi e Laganà, a cimentarsi in una competizione così importante. 
 
L’incontro si svolgerà al palazzetto dello sport di Tolfa, in provincia di Roma, sarà trasmesso sul canale satellitare “Fox sport 2” a partire dalle 22.00 nell’ambito di un’ampia rassegna pugilistica che avrà inizio alle 20 con 3 match cosiddetti di “sottoclou” ma comunque di tutto rispetto, disputati in preparazione a quello principale (Mirko Largetti Vs Andrea di Luisa; Catalin Paraschiveanu Vs Andrea Scarpa; Andrea Manco Vs Alessio Iacopucci). 
 
La marcia in più di Manno, come sempre, saranno il fratello Florian, il preparatore tecnico Bruno Vottero ed il coach atletico Andrea Pirrello, oltreché i suoi numerosi fan, pronti anche questa volta a dare sostegno al campione calabrese. Lo stesso avverrà ad Acquaro, dove, su iniziativa di un gruppo di volontari, i concittadini si raduneranno in piazza Marconi per assistere all’incontro su maxi schermo. 
 
 
Pubblicato in SPORT

mini secondacategoriaÈ stata una domenica di sport e – purtroppo – non solo, quella andata in scena in diversi campi del Vibonese. Si sono registrate, infatti, ben due risse, scoppiate sia sugli spalti che direttamente sul terreno di gioco. Accesissimo è stato il derby nel campionato di Promozione fra Filogaso e Soriano, dove l’incontro è stato sospeso attorno alla mezz’ora del secondo tempo per scontri tra le tifoserie, innescati pare da una protesta veemente dei sostenitori del Soriano in seguito ad una decisione presa dal giudice di gara Sportelli di Lamezia Terme. Da qui il parapiglia andato in scena sulle tribune fra i supporters delle due compagini e che ha causato la sospensione temporanea della partita, ripresa poi e terminata alle ore 17. Mentre, per il campionato di seconda categoria, si sono registrati sconti in campo nel match giocato a San Costantino fra la squadra locale ed il Real Serra. Anche in questo caso la partita è stata sospesa attorno alla mezz’ora del secondo tempo, ma in seguito all’aggressione subita ai danni dell’arbitro da parte dei giocatori del San Costantino. Il risultato vedeva prevalere il Real Serra per 1 a 0 grazie alla rete siglata da Simone Stingi. Il giudice sportivo, previa visione del verbale di gara, potrebbe quasi sicuramente assegnare la vittoria a tavolino per la compagine della cittadina della Certosa.

Pubblicato in SPORT
Venerdì, 18 Ottobre 2013 12:21

Real Serra: pronti, partenza...via!

mini maida_masciariDopo la prima giornata, quando il Real Serra ha osservato il turno di riposo, domani pomeriggio partirà finalmente - in trasferta a Mammola - l’avventura dei ragazzi di mister Fortebuono in Seconda categoria. La squadra del patron Bruno Masciari sarà impegnata contro il Grotteria, squadra promossa – come lo stesso il Real Serra - l’anno scorso dalla terza alla seconda categoria. Stilata la lista dei convocati: gli indisponibili per il match di esordio saranno Simone Stingi e Salvatore Cavallaro (entrambi influenzati), Giuseppe Capone (infortunio muscolare) ed il portiere Carmine Franzè (impegni personali). 
 
Gli avversari  vorranno sicuramente riscattare la sconfitta di domenica scorsa in trasferta. I reggini daranno quindi il meglio per rifarsi dall’esordio amaro di sette giorni fa che li ha visti soccombere di misura per tre reti a due fra le mura dell’ostico Virtus Sant’Onofrio.
 
Per quanto riguarda la prima giornata, netta vittoria del Galatro e del Mammola tra le mura amiche che si sono imposte rispettivamente contro la Joppolese (3 a 0) e l’Allarese (4 a 1). Vittoria in trasferta per la Rombiolese (3 a 2) contro il Nicotera e il San Costantino (1 a 0) contro la Nuova Mileto. Unico pareggio tra Real Spilinga e Hierax (0 a 0). Queste invece le partite della seconda giornata di campionato: Allarese - Nuova Mileto; Grotteria Calcio - Real Serra (sabato); Hierax – Galatro (sabato); Joppolese – Nicotera; Rombiolese - Vigor Sant’Onofrio; San Costantino Cal. – Real Spilinga Riposa: Mammola 
 
Oltre i due anticipi, gli altri match verranno disputati tutti domenica. 
Pubblicato in SPORT

 

mini pallonecalcioWeekend calcistico tra alti e bassi per le squadre impegnate nei rispettivi campionati dilettantistici. Nell'anticipo di sabato, la Serrese di mister Rolando Megna impatta sullo zero a zero nella difficile trasferta di Fronti, formazione già più volte affrontata nella stagione in corso, sia in coppa Calabria (4 a 2 per i biancoblu nel match di andata e 3 a 1 per il Fronti nell'incontro di ritorno con conseguente eliminazione dal torneo per i vibonesi) che in campionato. Uno 0 a 0 che, per certi aspetti, lascia l'amaro in bocca all' undici serrese, rimasto addirittura in nove per l'espulsione di Carchedi e Di Siena. Ne approfittano per allungare ulteriormente il proprio distaccoin classifica Filogaso e Soriano. La capolista ottiene l'undicesima vittoria consecutiva superando in casa il Bivongi Pazzano per 3 a 1 (in rete anche Macrillò) ed il Filogaso espugna il campo di Nicotera. In Terza categoria, invece, sconfitta di misura per il Real Serra contro il Don Bosco Jacurso (2 a 1 il risultato finale). Prima frazione che si conclude in parità (per gli ospiti a segno Brunello Zaffino). Quasi allo scadere del match, però, i locali ottengono i tre punti e costringono il Real Serra al primo ko stagionale (sul campo).

Pubblicato in SPORT

mini Asd_AncinaleNuovo obbiettivo raggiunto per l’Asd Ancinale di mister Gagliardi. Dopo aver vinto il campionato di Calcio a 5 categoria Giovanissimi - all’interno di uno dei tre gironi della delegazione distrettuale di Vibo - i ragazzi di Gagliardi sono usciti vittoriosi dal triangolare provinciale contro i Bulldog della città capoluogo e la Junior Tropea, rispettivamente allenate dai mister Blandino e Stumpo.

Nel primo match contro i Bulldog i ragazzi dell’Ancinale hanno dimostrato subito la loro superiorità imponendosi con un largo 7 a 1. Nonostante nella seguente partita dei Bulldog contro la Junior Tropea si esordisse con un inizio più equilibrato, i calciatori di Stumpo ne sono usciti con un 6 a 2 a favore. A suggellare il trionfo, nuovamente l’ottima prestazione tecnica dei Giovanissimi dell’Ancinale che hanno superato con un 5 a 2 la formazione di mister Stumpo.

In palio? La finale regionale contro le vincitrici delle delegazioni distrettuali di Rossano e Catanzaro che si giocherà il 26 aprile prossimo con quadrato da gioco ancora da destinarsi tra il palazzetto dello sport del quartiere Corvo di Catanzaro o la struttura sportiva di S. Elia di Pentone.

Per aggiudicarsi il primato regionale ogni partita avrà la durata di 30 minuti. Il calendario delle gare finali prevederà il primo match alle ore 17, durante il quale si scontreranno le squadre delle delegazioni di Rossano e Catanzaro. La perdente affronterà l’Asd Ancinale. Di conseguenza la finale si disputerà tra le formazioni vincenti.

Una prova importante per la squadra di mister Gagliardi, che nel tentativo di confermare la positiva stagione dell’Asd Ancinale, proverà ad aggiudicarsi il titolo regionale dei Giovanissimi Calcio a 5.

«Questa per me è una grande soddisfazione, - ha dichiarato l’allenatore dell’Ancinale - anche perché se non dovessimo vincere, possiamo meritatamente sostenere di essere tra la 3 squadre più forti della Calabria». In chiusura, Gagliardi ha rinnovato la sua soddisfazione sostenendo: «I ragazzi hanno dimostrato grandissima capacità nel discernere le peculiarità del calcio a 11 da quelle del calcio a 5. È bello per un allenatore riscontrare nei propri calciatori una certa maturità tecnica… I Giovanissimi, abbandonato il percorso della scuola calcio, cominciano a sentirsi padroni del proprio ruolo e delle proprie capacità».

Ad ogni modo, la tensione che in questi giorni i ragazzi di Gagliardi provano per la finale regionale di Calcio a 5, viene subito alleviata dall’emozione per le partite amichevoli che gli stessi disputeranno a fine mese con il settore giovanile del Chievo Verona. Nel programma è previsto anche lo scontro di serie A Chievo - Roma.

Pubblicato in SPORT
Pagina 1 di 2

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno