Stampa questa pagina
Mercoledì, 18 Novembre 2020 11:07

Sanità in Calabria, accordo tra Emergency e Prociv. Conte fa mea culpa: «Gaudio l’ho scelto io»

Scritto da Redazione
Letto 859 volte

Alla fine, la fumata bianca è arrivata. Ieri pomeriggio è stato, infatti, definito un accordo di collaborazione tra Emergency, l’Ong fondata da Gino Strada, e la Protezione civile per «contribuire concretamente a rispondere all’emergenza sanitaria in Calabria». Già da oggi, Emergency inizierà a lavorare a un «progetto da far partire al più presto. Ringraziamo il Governo per la stima che ha dimostrato per il nostro lavoro e le tante persone che ci hanno dato fiducia, offrendo da subito il loro sostegno», si legge in un post pubblicato su Facebook.

L'accordo, secondo quanto scrive la Protezione Civile in una nota diffusa in serata, riguarda l'attività negli ospedali da campo e nei Covid Hotel e triage ospedalieri. «Considerando l'evoluzione della situazione epidemiologica in atto si è ritenuto che l'Associazione Emergency possa contribuire a rispondere ad urgenti esigenze di assistenza socio-sanitaria alla popolazione».

Il nome del nuovo commissario ad acta, però, tarda ad arrivare. Sulla questione, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel corso di un colloquio con “La Repubblica”, ha fatto mea culpa per la scelta di Eugenio Gaudio. «Mi assumo tutta la responsabilità – ha detto il premier - non solo del fatto che la designazione non è andata a buon fine, ma anche delle precedenti nomine. Gaudio l’ho scelto io. Sia per lui che per Zuccatelli c'è stato il pieno confronto e la condivisione con tutti i ministri coinvolti».