Sabato, 01 Agosto 2020 08:21

Serra verso le Comunali | Una cena (social) suggella la pace ritrovata nel Pd

Scritto da Redazione
Letto 2038 volte

In piena campagna elettorale, nell’era dei social network, basta un post o una foto pubblicata su Facebook per mandare messaggi chiari e inequivocabili agli avversari. Così il Pd di Serra San Bruno mostra di aver superato le frizioni interne e viaggia ora compatto verso le Comunali di settembre, pronto a schierarsi ai blocchi di partenza a braccetto con gli alleati di matrice “salerniana”. A testimoniare la ritrovata unione di intenti tra i dem della città bruniana una foto postata sul suo profilo Facebook dal consigliere regionale e primo cittadino uscente Luigi Tassone intento a brindare, con i calici alzati ben al di sopra delle teste, con l’ex parlamentare Bruno Censore, il figlio Salvatore, il candidato a sindaco in pectore della costruenda compagine civica Antonio Procopio e, soprattutto, i due “figliol prodighi” Vincenzo Damiani e Salvatore Bonazza, dati fino a qualche tempo fa in rottura con il Pd (entrambi avevano le consorti, rispettivamente Gina Figliuzzi e Adele La Rizza, nella giunta uscente). 
Sembrerebbe una circostanza di poco conto, ma invece la foto serve a mostrare i muscoli e a tratteggiare un idillio ritrovato che potrebbe pesare tanto nell’aritmetica dell’ormai imminente tornata elettorale (tra 20 giorni esatti il deposito delle liste ufficiali). Questo proprio perché Damiani e Bonazza avevano palesato di recente espliciti malumori, legati in particolare alla scelta del candidato alla carica di primo cittadino. Adesso invece tutto sembra essere ritornato entro i ranghi della più piatta tranquillità. A suggellarlo quindi la cena di ieri che con un colpo di spugna – dopo negoziati che immaginiamo non siano stati né brevi né semplici – ha lavato via le “incomprensioni” dei giorni passati. In particolare i sostenitori più vicini a Damiani avevano spiegato proprio al Vizzarro le perplessità legate al modus operandi di Censore, reo – a loro dire – di essere poco inclusivo nelle decisioni importanti: «Chiediamo che si agisca all’insegna della totale condivisione, nulla di più. Non accetteremo candidature calate dall’alto. Se ci sono dei veti imposti sulla figura di Vincenzo Damiani che si chiarisca quali sono le motivazioni. Non abbiamo mai messo in discussione la nostra appartenenza al Pd, ma se continueranno a tenerci all’oscuro la spaccatura sarà inevitabile». Queste le parole di qualche settimana fa che, come detto, avranno di certo dato luogo a una serie di serrati contatti tra le parti in causa, risultati evidentemente utili a far tornare il sereno in casa Pd. Ora bisognerà attendere l’ufficializzazione delle liste per capire se, come appare ormai più che probabile, Damiani e Bonazza (o le rispettive consorti) andranno a giocare un ruolo di sostegno diretto a Procopio sul quale, adesso sembra inequivocabile, punta forte l’alleanza Censore/Salerno.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno