Venerdì, 07 Gennaio 2022 12:49

Condotta Sorical fuori uso, Serra ancora senz'acqua. E non si sa fino a quando

Scritto da Redazione
Letto 3198 volte

Dopo la rottura della condotta Sorical (causa frana, qui l’articolo) che ha impedito l’erogazione dell’acqua in una parte del territorio comunale, il sindaco di Serra San Bruno, Alfredo Barillari, ha comunicato l’impossibilità momentanea di rispristinare il servizio.

«Da ieri – sono le parole del sindaco – la crisi idrica che stava riguardando altri comuni della Calabria, si è estesa al Comune di Serra San Bruno. Già dalla tarda serata, nel momento in cui siamo stati informati dalla Sorical, ci siamo prontamente attivati per richiedere, tanto alla Prefettura quanto al Dipartimento regionale della Protezione civile, l’attivazione di tutte le misure necessarie a far fronte all’emergenza che si è venuta a creare anche con l’invio di autobotti per la distribuzione di acqua ai cittadini».

«Dalle informazioni giunte – ha continuato Barillari – la portata del problema è tale che non è ancora possibile fare previsioni sui tempi di risoluzione. Già da subito e fino a risoluzione del problema, è disponibile dalle ore 09,00 alle ore 17,00, il numero 328/6294332 per le segnalazioni di eventuali situazioni di necessità relative a soggetti anziani, disabili, non autosufficienti e/o in isolamento causa Covid-19 privi di sostegno familiare per i quali si predisporrà la fornitura a domicilio. La cittadinanza verrà informata degli ulteriori sviluppi».

Rottura in zona impervia. Sorical non si sbilancia sui tempi

In un incontro tenutosi ieri in Prefettura i responsabili della Sorical hanno spiegato che si sta già intervenendo in località Monte Petri, nel territorio di Brognaturo, e che il ripristino del servizio sarebbe previsto per l’inizio della prossima settimana. La società ha fatto sapere di aver già aperto il cantiere, costruite le piste per poter accedere con gli automezzi nel punto dove le maestranze dovranno lavorare in sicurezza. In serata sono arrivate anche due tir con le nuove tubazioni.

Prioritariamente risulta «necessario mettere in sicurezza il costone che ha subito oltre 70 metri di movimenti franoso causando sia il distacco di oltre 2 metri della condotta DN 450 – che alimenta la città di Vibo e i comuni di Stefanaconi, S. Onofrio e Gerocarne – che il disallineamento di circa dieci metri della condotta DN600, Alaco dorsale entroterra, che alimenta anche alcuni comuni della piana di Gioia Tauro, oltre che Brognaturo, Serra S. Bruno, Soriano, Sorianello e San Nicola da Crissa, Mongiana e Fabrizia».

Questi lavori sono necessari per ricostituire il letto di posa delle condotte che dovranno essere riallineate secondo la direttrice originaria o bypassate su un tracciato più stabile. Inoltre saranno realizzati ancoraggi e briglie anche tramite l’ausilio di calcestruzzi con additivi acceleranti. «I ritardi dell’intervento – è stato spiegato – sono dovuti alla difficoltà di rinvenire il punto esatto di rottura. Dopo una notte di sopralluoghi solo questa mattina alle prime luce del giorno, il personale della Sorical ha individuato in una zona impervia la rottura. Sui tempi di ultimazione dei lavori, i tecnici della Sorical non si sono sbilanciati, ma occorreranno diversi giorni per completare l’intervento».

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Bruno Greco
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)