Giovedì, 04 Agosto 2016 17:14

Conciliazione dei tempi di vita e lavoro, voucher a sostegno delle mamme lavoratrici

Scritto da Redazione
Letto 1579 volte

Il distretto socio sanitario con Comune capofila Serra San Bruno ha diffuso un avviso pubblico per manifestazione di interesse rivolto alle donne e finalizzato all’ottenimento di buoni voucher di servizi nell’ambito del programma denominato “conciliazione dei tempi di vita e lavoro”.

«Il progetto – si legge nell’avviso – intende promuovere e garantire il sostegno al ruolo educativo dei genitori e la conciliazione dei tempi di lavoro e di cura della famiglia, attraverso l’offerta di voucher di servizi, che le beneficiarie potranno utilizzare per meglio conciliare gli impegni di vita familiare con quelli lavorativi». Obiettivo primario del procedimento è dunque quello di mettere a disposizione delle famiglie un aiuto economico, erogato attraverso voucher, spendibile presso soggetti erogatori di servizi (per la cui identificazione è stata emessa una seconda manifestazione di interesse) utili alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, in un territorio – quello del distretto socio sanitario di Serra San Bruno – caratterizzato da una non piena copertura dell’offerta pubblica dei servizi in favore delle famiglie, con particolare riferimento proprio alle donne.

Sono dunque destinatari della misura le donne (italiane, straniere o immigrate con regolare permesso di soggiorno), che alla data di presentazione della richiesta di concessione del contributo siano residenti in uno dei 19 Comuni del distretto (che include oltre a Serra San Bruno anche Acquaro, Arena, Brognaturo, Capistrano, Dasà, Dinami, Fabrizia, Gerocarne, Mongiana, Nardodipace, Pizzoni, San Nicola da Crissa, Simbario, Soriano Calabro, Sorianello, Spadola, Vallelonga e Vazzano) e appartengano ad un nucleo familiare con Isee non superiore ai 10mila euro. Le destinatarie devono, inoltre, essere lavoratrici dipendenti o autonome (anche con contratto “atipico”), oppure inoccupate e disoccupate che abbiano però in corso un’attività di formazione e abbiano a carico figli con età inferiore ai 10 anni (o inferiore ai 18 anni qualora si riscontri una percentuale di invalidità accertata pari o superiore al 74%) oppure persone anziane e non autosufficienti che non godono dell’indennità di accompagnamento.

I voucher – mirati quindi a permettere la permanenza delle donne nel mercato del lavoro attraverso interventi di conciliazione che consentano percorsi di crescita professionale e di miglioramento di carriera – permetteranno l’accesso a servizi quali quelli destinati all’infanzia (nido, servizi integrativi, baby sitting, ludoteca, centri per la famiglia, mense scolastiche e vari destinati a bambini con età compresa tra gli 0 e i 3 anni); servizi socio educativi e assistenziali ai minori fino ai 10 anni o ai 18 se con invalidità di almeno il 74% (accompagnamento a scuola, visite mediche, attività sportive e di gioco, eccetera) e altri servizi alla persona (assistenza domiciliare, centri di accoglienza diurna per anziani non autosufficienti e persone disabili).

I voucher saranno erogati per un importo massimo complessivo individuale di 600 euro nell’arco di non oltre 6 mesi. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro il 18 agosto 2016 al Municipio del Comune capofila Serra San Bruno.

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno

© 2017 Il Vizzarro. All Rights Reserved.Design & Development Bruno Greco (Harry)