Giovedì, 02 Luglio 2020 18:58

La nomina del commissario non arriva e i tirocinanti del Parco delle Serre restano alla porta

Scritto da Redazione
Letto 908 volte

I lavoratori del bacino della mobilità in deroga, in servizio al Parco naturale regionale delle Serre, lo scorso 25 giugno hanno promosso una protesta pacifica davanti alla sede per reclamare di rientrare al lavoro. A sostenerli era stato il sindacalista della Cisl, Sergio Pititto, il quale ha chiesto alla Regione Calabria «che si proceda quanto prima con la nomina del nuovo commissario del Parco». Oggi, in merito alla questione, arrivano le parole del segretario regionale della Cisl, Enzo Musolino: «Nonostante l'impegno dell'assessore Ultimo – ha dichiarato – che ha incontrato una delegazione di tirocinanti insieme ai componenti della segreteria regionale della Cisl, con grande rammarico non è stato nominato il commissario del Parco delle Serre, unico preposto alla firma della convenzione per l'avvio dei tirocini». La protesta dunque continua a causa delle rassicurazioni nulle nei confronti dei suddetti lavoratori. «Premesso che – sono ancora le parole di Musolino – i tirocinanti non sono coperti da alcun ammortizzatore sociale nei periodi di attesa tra un tirocinio e l'altro, il protrarsi dell'attesa comporta notevoli disagi per queste famiglie che aspettano da mesi di rientrare a lavoro per percepire il misero contributo di cui siamo tutti a conoscenza. Per queste motivazioni annunciamo una manifestazione per la prossima settimana a Serra San Bruno con data da concordarsi».

Leggi anche:

Mobilità in deroga, protesta al Parco delle Serre: lavoratori pronti ad «azioni eclatanti»

La Regione si è dimenticata del Parco delle Serre

Il Vizzarro.it - quotidiano online
Direttore responsabile: Sergio Pelaia.
Redazione: Salvatore Albanese, Alessandro De Padova, Bruno Greco.

Reg. n. 4/2012 Tribunale VV

redazione@ilvizzarro.it

Seguici sui social

Associazione "Il Vizzarro”

via chiesa addolorata, n° 8

89822 - Serra San Bruno